Eventi salienti di una storia infinita # 1

di Redazione

Inizia oggi la pubblicazione di questa serie di scritti ad opera di Michele Dodde. La storia del baseball si sa è una storia infinita. Ecco la prima parte.

di Michele Dodde

Narra la cronaca che il 3 giugno del 1953, durante lo svolgimento dell’83esimo Congresso degli Stati Uniti, i Membri di quel simposio parlamentare all’unanimità dichiararono ufficialmente che l’inventore del moderno gioco del baseball sia stato Alexander “Alick” Joy Cartwright Jr. sfocando così di fatto il mito di Abner Doubleday da più correnti di pensiero considerato il realizzatore del baseball in quel di Cooperstown nel 1839. Tuttavia un’altra cronaca, che si diverte a materializzare il famigerato “in cauda venenum”, tramanda che questa dichiarazione ufficiale non è mai stata riportata sui verbali del “Congressional Record” né se ne fa accenno sia su l’”House Journale” sia sul “Senate Journal”, ovvero le tre pubblicazioni ufficiali del 3 giugno del 1953.

leggi di più 0 Commenti

Admiral Kingston e Pat Pieper

Nella foto Pat Pieper
Nella foto Pat Pieper

di Allegra Giuffredi

Come molti sanno una parte importante della partita di baseball è rappresentata dallo speaker che commenta tutta la partita, dando le formazioni, informando il pubblico su chi scende dal o sale sul monte e di chi va in battuta; oltre a questo poi, lo speaker racconta la partita, sintetizzando l’azione appena conclusa e dando il punteggio dell’incontro. Negli USA lo speaker è un vero e proprio personaggio e quindi talvolta fa dei veri e propri numeri, cantando il Seven Inning Stretch o con qualche espressione colorita durante l’incontro. Storica è rimasta allo Stadio Falchi di Bologna l’espressione “partita abolita!” pronunciata da parte di un improvvido e quanto mai colorito annunciatore locale, riferendosi ad una partita semplicemente appena rinviata dall’arbitro per pioggia.

leggi di più 0 Commenti

Episodi curiosi di quando il baseball era altra cosa

Nella foto Tomasella con la casacca del Milano (foto tratta dal sito Milano baseball 1946)
Nella foto Tomasella con la casacca del Milano (foto tratta dal sito Milano baseball 1946)

di Franco Ludovisi

IL LIMITE DI TEMPO

1983 - PONTE DI PIAVE- Dal momento che in questa stagione c’era la stupida regola di sole due ore e mezzo di partita a volte ti conveniva tirare in lungo una tua difesa od un attacco per far scattare il momento che imponeva la chiusura dell’incontro. In una partita dove avevamo un piccolo margine di vantaggio recuperabilissimo dai nostri contendenti ed eravamo in difesa ed agli sgoccioli del tempo a disposizione intimai a Tomasella il nostro pitcher di non lanciare più a casa base, ma di effettuare solo assistenze sul corridore che occupava la prima base:

Tommy con la sua “faccia da carburo” non se lo fece dire due volte e cominciò così una serie di lentissimi pick off in prima.

leggi di più 0 Commenti

Correre in prima base

di Paolo Castagnini

Come si corre in prima base dopo aver battuto o smorzato la palla? Credo che la risposta sia unanime: Nella parte esterna della corsia cioè in quella parte che sta alla destra della linea di foul; per lo meno dalla metà in poi dovresti essere in quel lato della corsia. Pertanto per un battitore mancino è più semplice, mentre un destro ad un certo punto dovrà "attraversare" la linea di foul e continuare la corsa in quel settore. Tutto questo perché la regola 5.9 11) dice: Il battitore è eliminato quando: Nel percorrere la seconda metà della distanza fra casa base e prima base, mentre la palla viene giocata in prima, egli corre fuori (a destra) della corsia del corridore o all‘interno (a sinistra) della linea del foul e, a giudizio dell‘arbitro, nel far ciò interferisce con il difensore che sta ricevendo il tiro in prima base, con l‘eccezione che questo gli è permesso per evitare un difensore che sta tentando la presa di una palla battuta;

leggi di più 1 Commenti

Power Ranking # 10

di Frankie Russo   - Il Ranking secondo ESPN 

Confermate le prime cinque squadre nelle Top 5 dove però gli Yankees conquistano la posizione # 1, i Red Sox confermano la seconda e al terzo poto scendono gli Astros. Per gli Yankees si tratta del miglior record ottenuto dal 1998 quando vinsero il primo dei tre titoli consecutivi delle World Series. Non solo gli Astros perdono la leadership nel ranking, ma perdono anche la testa della classifica nell’AL West scavalcati dai Mariners seppure orfani di Robinson Cano. Nel ranking i Mariners salgono di tre posizioni. Mentre i Cardinals escono dalle Top 10 perdendo due posizioni, il maggiore salto in avanti lo fanno i SF Giants grazie in particolare alle prestazioni del loro asso seguito dal resto dello staff. Nella NL West si fa dura la lotta dove anche i Dodgers e Diamondbacks hanno guadagnato terreno. Perdono rispettivamente cinque e quattro posizioni gli inconsistenti Rays e Mets.

leggi di più 0 Commenti

La battuta secondo Miguel Cabrera

di Frankie Russo  

Da MLB.com

Dopo il video di Mike Trout (21/3/16), quello di Pete Rose (12/12/17) e Tony Gwynn (22/12/17) oggi esamineremo un video di Miguel Cabrera e impareremo il suo “segreto” che lo ha reso uno dei migliori battitori destri di tutti i tempi. Come si può notare durante la presentazione, uno dei motivi che rende Cabrera un “fan favorite” è perché in campo lui si diverte e con lui si divertono anche i tifosi. Il suo interlocutore è Mark Reynolds, ex MLB, e la conversazione inizia con Cabrera che chiede a Reynolds, in senso sarcastico, cosa vuole dire “launch angle”  che non è altro che l’angolazione con cui la palla parte dalla mazza dopo essere stata colpita. Reynolds ovviamente non risponde e ritorna la domanda al suo interlocutore.

leggi di più 0 Commenti

Cercare sempre il miglioramento

di Frankie Russo Da MLB.com

Quando ormai si pensa che Mike Trout, il migliore giocatore delle majors, non possa fare nulla per migliorarsi, ecco che diventa ancora più bravo.  Alcuni anni orsono, da parte di alcuni, vi erano delle perplessità se veramente Mike Trout fosse un “five tool player”, ovvero dotato dei cinque elementi fondamentali:  ottimo difensore, braccio potente, rapidità di esecuzione, buon battitore e con potenza, cioè un giocatore completo. Questo perché non aveva un braccio abbastanza potente. E lo ha poi migliorato. Poi si diceva che il suo punto debole era battere fastball alte. E poi si è corretto e ci è riuscito. Dopo aver rubato solo 11 basi nel 2015, Trout promise a se stesso che doveva far meglio. Nel 2016 ne rubò 30.

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 9

Photo: Steve Gonzales/Houston Chronicle
Photo: Steve Gonzales/Houston Chronicle

di Frankie Russo   - Il Ranking secondo ESPN

Le stesse tre squadre occupano le prime tre posizioni, tutte squadre dell’AL ma alle loro spalle incalzano quattro squadre della National League. Mentre i Cubs confermano la quarta posizione, i Nationals entrano tra le Top 5 scavalcando i Brewers e Braves. Escono dalle Top 10 Phillies e Angels  sostituiti dagli Indians di Cleveland e i StL Cardinals. Salgono di 5 posizioni i Rays e di tre i Dodgers. Perdono posizioni oltre agli Angels e Phillies, i Pirates e ben cinque ne perdono gli incostanti Mets. 

leggi di più 0 Commenti

Lanciatore: la copertura a casa base

Adam Eaton (White Sox) arriva salvo  dopo Il lancio pazzo e copertura a casa di Rick Porcello (Red Sox) (John Tlumacki/Globe Staff)
Adam Eaton (White Sox) arriva salvo dopo Il lancio pazzo e copertura a casa di Rick Porcello (Red Sox) (John Tlumacki/Globe Staff)

di Frankie Russo

Oggi riprendo l’argomento relativo alle coperture dei lanciatori, ma sarà dedicato esclusivamente alla copertura di casa base, schema che raramente si vede fare in modo corretto. Credo che questa azione di gioco rivesta un'importanza fondamentale, sia per l’eliminazione del corridore, che principalmente per scongiurare infortuni. E’ uno schema che va applicato con corridore in terza che cerca di segnare su lancio pazzo o palla mancata. Generalmente vediamo il lanciatore correre a casa base per poi rivolgere l’attenzione al corridore allo scopo di evitare una eventuale collisione. Ovvia conseguenza è che il più delle volte, per non dire sempre, mancherà la presa sul tiro del ricevitore e la palla finirà per vagare sul campo permettendo a eventuali altri corridori di avanzare.

leggi di più 0 Commenti

Un eccellente giocatore Cubano come istruttore

Nella foto Maikel Caseres Dorsine
Nella foto Maikel Caseres Dorsine

di redazione

Maikel Caseres Dorsine, questo e' il nome del giocatore Cubano che  passerà l'estate 2018 in Italia. Maikel si  è  reso disponibile come allenatore o istruttore in un camp o per una società/squadra che voglia migliorare con il suo esempio e con le sue istruzioni i fondamentali in particolare come infield e in battuta. Purtroppo non potrà scendere in campo in quanto arriva con visto turistico, ma ciò non toglie che possa essere una bella opportunità anche perché chi lo sceglierà non dovrà pagargli il viaggio in quanto e' stato invitato da amici toscani. Qui sotto troverete il suo curriculum, ma per dare un'idea del suo valore basti pensare che lo scorso anno ha contribuito in modo determinante alla conquista dello scudetto IBL da parte del Rimini. Chi fosse interessato puo inviare una mail a info@baseballontheroad.com 

leggi di più 0 Commenti

Questione di reni.....

Nella foto a sx il coach Tom Walter e Kevin Jordan
Nella foto a sx il coach Tom Walter e Kevin Jordan

di Allegra Giuffredi

Il buon Marcello Perich (1939), che come avete imparato a conoscere anche da queste colonne è un personaggio leggendario del baseball bolognese, che ha vissuto e vive di baseball, come quasi tutti i giocatori di baseball ha collezionato molti ricordi e molte ferite da combattimento, per così dire.

Una di queste - come mi ha raccontato - è rappresentata da una piccola cisti sul rene (destro o sinistro, non ricordo), che gli dà alquanto da fare e che è frutto di un lancio bello violento, che sicuramente all’epoca fruttò la prima base, ma che adesso gli fa un gran male. Ad ogni modo il nostro Marcello vive tranquillamente in compagnia dei suoi acciacchi e di recente mi ha raccontato di un giocatore dei Dodgers che, privo di un rene, giocava senza paura, mostrando proprio l’unico rene rimasto all’avversario, quando andava in battuta.

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 8

Getty Images
Getty Images

di Frankie Russo   - Il Ranking secondo ESPN

Yankees, Red Sox e Astros fino ad ora hanno dimostrato di essere il miglior trio della MLB senza escludere  che in futuro non ci possano essere dei cambiamenti. Questa settimana gli Astros sono saliti in testa alla classifica, i Red Sox confermano la seconda posizione mentre gli Yankees scendono al terzo posto. Non è la prima, né sarà l’ultima volta che vedremo queste tre squadre alternarsi in testa alla classifica del ranking.  Due squadre, Brewers e Mariners hanno fatto sensibili salti in avanti entrando nelle Top 10 scavalcando i Cardinals. Anche i Mets hanno fatto un salto in avanti di 5 posizioni confermando la loro stagione caratterizzata da alti e bassi. In discesa ancora i Diamondbacks che perdono altre 4 posizioni a seguito di un record 2-15. In discesa anche i Blue Jays che perdono 3 posizioni.

leggi di più 0 Commenti

Lanciatore, schemi e coperture

Getty Images
Getty Images

di Frankie Russo

da Baseball Excellence

Ai lanciatori va insegnato come coprire le basi per ogni palla messa in gioco. Non esiste azione nel baseball in cui un giocatore non si muova. E’ un concetto che va inculcato perché spesso si vedono lanciatori abbassare la testa dopo aver concesso una valida invece di andare a coprire quella zona di campo che gli compete. E’ una questione di approccio mentale. La corretta posizione per una giocata a casa base è dietro casa base, il più lontano possibile e direttamente in linea con il tiro. Il terza base e il prima base sono gli uomini di taglio. Essi si posizionano sull’erba interna del diamante in linea tra il tiro e il ricevitore. Se la palla è battuta all’esterno sinistro, l’uomo di taglio sarà il terza base, in ogni altra situazione l’uomo di taglio sarà il prima base.    

leggi di più 2 Commenti

Power Ranking # 7

Foto Kevin Jairaj / USA TODAY Sports
Foto Kevin Jairaj / USA TODAY Sports

di Frankie Russo   - Il Ranking secondo ESPN

 

Seppure confermate le prime tre posizioni, ancora grande lotta per il primato nel ranking tra Yankees, Red Sox e Astros.  Evidenti passi in avanti li fanno le squadre della NL East dove s’inseriscono nelle Top 5 gli Atlanta Braves grazie alla serie vinta contro i Cubs mentre i Phillies sono entrati tra le prime sette.  L’AL East rimane la divisione più incerta ma la NL East non è da meno con i Nationals e Mets che incalzano dietro a Braves e Phillies. Da notare che anche i Pirates sono saliti di quattro posizioni. In caduta libera invece i Diamondbacks che sono scesi di otto posizioni uscendo non solo dalle Topo 5, ma anche dalle Top 10 avendo perso 10 degli ultimi 11 incontri maggiormente a causa della preoccupate crisi dello slugger Paul Goldscmidt.

leggi di più 0 Commenti

The Base Umpire: la chiamata Over Head

di Michele Dodde

E’ ormai acclarato che in una normale gara di baseball, o di softball, gli umpire saranno chiamati a vagliare e quindi ad emettere il verdetto su circa 350 giudizi tutti a carattere decisionale. Di questi, circa 300 saranno di competenza dell’home plate umpire, gli altri 50 di competenza dei base umpire. Di certo i giudizi più attesi e seguiti sono quelle dell’home plate umpire per via della qualifica dei lanci e per tutto ciò che accade attorno al cerchio magico di casa base, tuttavia anche da parte dei base umpire, pur chiamati ad emettere minori decisioni classificate generalmente “close” o “easy”, e che in definitiva andranno ad interessare il gioco sulle basi, ci si aspetta da loro un particolare stile ed una significativa postura.

leggi di più 4 Commenti

Il baseball: la mia vita

Foto tratta dal film The Perfect Game
Foto tratta dal film The Perfect Game

da Redazione 

I nostri ragazzi e le nostre ragazze oltre a giocare sanno anche scrivere. Questo e' un racconto di Christian.

Ognuno di noi è legato ad uno sport: quello per cui io penso di essere nato è il baseball. Il baseball è semplicemente stupendo: è il gioco con più regole al mondo ed è anche il più bello. La complessità delle regole lo rende un’esperienza che farebbe divertire chiunque. È uno degli sport più difficili: ti può piacere, ma per praticarlo a certi livelli devi sviluppare velocità, forza, resistenza, intelligenza, furbizia, grinta e riflessi pronti. Senza, non si può proprio giocare. E’ uno sport “intelligente”: con tutta la testa che devi usare potrebbe rimpiazzare la scuola. Dovrei proporlo!

leggi di più 3 Commenti

Power Ranking # 6

Photo Brian Fluharty/USA Today Sports
Photo Brian Fluharty/USA Today Sports

di Frankie Russo   -

Il Ranking secondo ESPN

Con 18 vittorie su 21 gare gli Yankees scavalcano i Red Sox e conquistano il primo posto nel ranking. Mentre gli Astros mantengono la terza posizione,  i LA Angels sostituiscono i Dbacks al 4° posto. Nelle Top 10 da notare la new entry dei Phlillies, saliti di ben 5 posizioni, con l’uscita dei Cleveland Inidans.  Significativo passo in avanti di tre posizioni lo fanno i Twins e Pirates. Al contrario White Sox e Giants perdono 4 posizioni ma le due franchigie, grazie ai molti giovani talenti che compongono il roster, guardano più al futuro per ritornare competitivi. 

leggi di più 0 Commenti

Correre sulle basi

Ender Inciarte ruba la seconda base - Inciarte attualmente è in testa nella classifica delle rubate in MLB con 17 SB (Photo: Jamie Sabau/Getty Images)
Ender Inciarte ruba la seconda base - Inciarte attualmente è in testa nella classifica delle rubate in MLB con 17 SB (Photo: Jamie Sabau/Getty Images)

di Frankie Russo

da Baseball Excellence

La corsa sulle basi è uno degli aspetti più trascurati nel gioco del baseball. Sin dalla prima settimana di preparazione invernale  ai ragazzi vanno insegnate tutte le varie situazioni. Partendo da casa base, camminate con i ragazzi intorno alle basi e divulgate i primi insegnamenti: Correre a testa alta. Rilassare i muscoli a cominciare da quelli facciali. La loro tensione  si trasferirà a quelli del collo e delle spalle limitando i movimenti. Correre sugli avampiedi con le punte diritte in avanti. Utilizzare le braccia con movimento deciso dal mento fino alla tasca posteriore dei pantaloni. Tenere i gomiti vicino al corpo. Tenere le mani rilassate e semichiuse. La velocità dei piedi dipende dalla velocità delle braccia, più veloci si muovono le braccia, più veloci si muoveranno i piedi. Le spalle devono stare sullo stesso livello. Il corpo deve essere leggermente proteso in avanti. La corsa deve essere praticata ogni giorno, appropriati esercizi aiuteranno a sviluppare potenza e velocità.

Esercitare simulando situazioni di gioco.

leggi di più 0 Commenti

La regola del base umpire colpito

di Michele Dodde

Fu Al Reach, stimato seconda base dei Philadelphia Athletics, a pensare nel 1864 di pubblicare, al fine di dare un senso logico alla qualità ed allo sviluppo del gioco del baseball, le cui regole venivano cambiate quasi ogni anno, un primo volumetto inerente le condivise regole nel suo “Reach’s Baseball Guide” completando nei particolari quelle che sotto la voce “Knickerbocker” dal 1857 dettavano legge. Poi fu la volta del giornalista sportivo Henry Chadwick a curare e dare alle stampe nel 1887 il primo autorevole regolamento di quanto si andava delineando circa gli atti leciti sia gli atti illeciti nello svolgimento del gioco, ovvero quello “Spalding’s Official Baseball Guide” che in appendice recava anche i termini dello Scoring System, ideato dallo stesso Henry, e che attualmente è ancora in uso. 

leggi di più 2 Commenti

Power Ranking # 5

Foto da USATODAY
Foto da USATODAY

di Frankie Russo   -

Il Ranking secondo ESPN

Cambio della guardia nella posizione # 1 dove i New York Yankees, oltre a far sentire il fiato sul collo dei Boston Red Sox nell’AL East,  li hanno scavalcati nella Topo 5 grazie alle 15 vittorie nelle ultime 16 gare. Da thriller si presenta la serie tra le due eterne rivali che inizierà martedì nel Bronx. Tra le Top 10 rientrano i Washington Nationals e Atlanta Braves  quest'ultimi passati anche in testa nella NL East. Ma dove ci sono squadre che salgono esistono anche squadre che scendono come i NY Mets, 8 posizioni, e Philadelhia Phillies, 5 posizioni. Tre posizioni perse le hanno registrate anche i Toronto Blue Jays e LA Dodgers che accusano molte assenze per infortuni vari. 

leggi di più 0 Commenti

Baseball a Milano nel dopoguerra: insegnamenti, valori e ricordi

Nella foto sopra com'era (Scuola Schiaparelli) e com'è oggi (Piccolo Teatro Strehler)
Nella foto sopra com'era (Scuola Schiaparelli) e com'è oggi (Piccolo Teatro Strehler)

di Emilio Federico Russo

Nel 1957 avevo 17 anni e frequentavo la quarta superiore presso la "Schiaparelli", istituto per ragionieri in Foro Bonaparte, un maestoso palazzo costruito negli anni precedenti la guerra e da questa uscito indenne. Ora non c'è più, al suo posto la struttura moderna del Piccolo Teatro Strehler. Ogni volta che passo di lì mi rammarico per la scomparsa della mia vecchia scuola, riaperta poi in un'anonima via di Milano stretta tra palazzi anonimi ma il mio rammarico è attenuato dal pensiero che dove ho trascorso buona parte della mia gioventù ora c'è un teatro famoso in tutto il mondo.

leggi di più 2 Commenti

Osservare il proprio lanciatore

Nella foto l'head coach Marc Johnson da 41 anni alla Cherry Creek high school (Colorado)
Nella foto l'head coach Marc Johnson da 41 anni alla Cherry Creek high school (Colorado)

di Frankie Russo

da Baseball Excellence

Il pitching coach dovrebbe osservare il proprio lanciatore con attenzione durante la gara, e tenuto conto che la partita si gioca un lancio alla volta, il coach deve osservare ogni lancio. Qui di seguito gli elementi che riteniamo vadano osservati quando il lanciatore è sul monte. Come si comporta? Rimane in equilibrio? Dimostra di avere fiducia in sé stesso? Riesce a tenere un comportamento positivo anche dopo aver concesso un paio di valide o dopo che un compagno ha commesso un errore? Riesce a restare rilassato in gare importanti? A volte può capitare che un lanciatore perda la concentrazione dopo un errore causando nervosismo con conseguente tensione. Tensione che può anche causare una restrizione di flessibilità muscolare rendendo i lanci privi di movimento e influenzando negativamente la velocità.

leggi di più 0 Commenti

Quando lanciare il BP era come interpretare sul palcoscenico

Nella foto Hank Grampp
Nella foto Hank Grampp

di Allegra Giuffredi

C’è un giocatore assai particolare nel panorama statunitense che si è distinto per aver applicato al baseball quella tecnica drammaturgica, tale per cui per interpretare un ruolo, bisogna calarsi completamente nella parte e quindi se si interpreta un minatore, si deve andare in miniera, così come se si interpreta un musicista si deve andare al Conservatorio e via discorrendo. Credo che questa tecnica prenda il nome da una famosa scuola di recitazione, vale a dire la Stanislavskij e che anzi sia un vero e proprio metodo, ma vediamo come ciò si attaglia al baseball. Interprete di questa metodologia applicata al batti e corri statunitense è stato il lanciatore Hank Grampp (1903 - 1986) che infatti rimase particolarmente sorpreso quando, nel 1927 fu scelto nel roster dei Chicago Cubs durante lo spring - training di quell'anno. Grampp era consapevole di non essere un granché, ma fu felicissimo di rientrare nel roster dei Chicago Cubs.

leggi di più 1 Commenti

Power Ranking # 4

Nella foto i Philadelphia Phillies (Getty images)
Nella foto i Philadelphia Phillies (Getty images)

di Frankie Russo   -

Il Ranking secondo ESPN

Nuovi inserimenti tra i Top 10 tra i quali diamo il ben tornato ai Chicago Cubs grazie alla ottime prestazioni del monte di lancio mentre diamo il benvenuto ai giovani Philadelphia Phillies, saliti di 4 posizioni nel ranking,  secondi nella NL East alle spalle dei NY Mets. Il salto più evidente è stato quello dei NY Yankees saliti di ben 6 posizioni rientrando nei Top 5. Vengono confermate le prime 3 posizioni ma alle loro spalle gli inseguitori scalpitano. Se c’è chi sale, c’è anche chi scende. I Blue Jays hanno perso 8 posizioni uscendo dalla classifica dei primi 10, mentre scendono di 5 i Washington Nationals ben lontani dalla forma del 2017. Un’altra consistente discesa è stata registrata dai Minnesota Twins che perdono 6 posizioni lasciando i Cleveland Indians senza rivali nell’AL Central.

leggi di più 0 Commenti

 

Seleziona sul menu' con il tasto "Blog" per vedere gli articoli precedenti selezionando il mese o cerca con la parola chiave nella casella sottostante