I Braves corsari si aggiudicano Gara 1 per 6-2

L'out di Ozzie Albies su Yuli Gurriel
L'out di Ozzie Albies su Yuli Gurriel

di Frankie Russo

Già dalla formazione del roster vediamo due diversi approcci da parte dei manager. Dusty Baker sarà costretto a rinunciare al suo asso della rotazione Lance McCuller e all’ultimo momento deve anche rinunciare all’infortunato Jake Myers rimpiazzato dall’utility Marvin Gonzales. La composizione del roster è formata da 13 lanciatori di cui 4 partenti, Yordan Flamber, Luis Garcia, Zack Greinke e Jose Urquidy, annunciato come partente in Gara 2, e 9 rilievi.  Oltre ai due ricevitori il resto del roster è composto da 6 interni e 5 esterni. Brian Snitker invece ha impostato il roster con 12 lanciatori, di cui 3 partenti, Max Fried, Ian Anderson e Charlie Morton, più 9 rilievi. Oltre ai due ricevitori, il roster è completato da 6 interni e 6 esterni. Questo ci porterebbe a far pensare che una gara sarà affidata ai rilievi a limitatissimi inning con utilizzo da subito di un PH avendo 2 position player in più, strategia che probabilmente verrà messa in atto quando si gioca in Atlanta senza il DH. In sostanza Baker si avvale di un partente in più rispetto a Snitker che porta un position player in più prevedendo un maggior utilizzo del PH.

leggi di più 0 Commenti

World Series 2021: chi sono i migliori?

di Frankie Russo

Fino a quando hanno militato nella National League, gli Astros hanno affrontato i Braves  700 volte e per 25 lunghi anni non si sono mai incontrati nei playoff. Poi dal 1997 al 2005 ci sono stati 5 incontri. Atlanta ha vinto le prime tre, gli Astros gli ultimi due, prima che nel 2013 si trasferissero nell’American League. Credo di non sbagliarmi nell’affermare che alle World Series sono arrivate le due squadre che meglio hanno giocato nel mese di ottobre. Oggi vogliamo fare un paragone tra le due squadre, posizione per posizione, tra chi può trarre maggiore vantaggio. 

leggi di più 0 Commenti

Club cerca baseball coach per la stagione invernale

da Redazione

Club di baseball, cerca per il periodo invernale una collaborazione con coach con le seguenti mansioni:

- attuare in palestra programma sportivo specialmente dedicato alla fascia giovanile

- supportare lo staff tecnico nella parte di preparazione fisica invernale

Il periodo richiesto è 10 novembre 2021 - 10 febbraio 2022.

leggi di più 1 Commenti

World Series 2021: presentiamo le finaliste

Getty Images
Getty Images

di Frankie Russo

Credere o meno, ma questa non è la prima volta che Astros e Braves si affrontano in ottobre. E’ facile da dimenticare, ma Houston ha speso i primi 51 anni nella NL giocando contro i Braves molte volte durante la regular season. Quando nel 1966 i Braves si trasferirono ad Atlanta, gli Astros furono la terza squadra a giocare nel loro nuovo stadio. Quest’anno la sfida è tra una squadra che è stata presente nei playoff sei volte negli ultimi sette anni e una squadra che ha vinto solo 88 gare nella RS e ha dovuto superare tante difficoltà dopo aver perso il loro migliore giocatore in Ronald Ocuna Jr.

leggi di più 0 Commenti

Allenare il baseball giovanile - 12^ parte

di Frankie Russo

Libera traduzione dal libro

Coaching Youth Baseball the Ripken Way Leggi le parti  1^ - 2^ 3^ - 4^5^ - 6^ - 7^ - 8^ 9^ 10^ 11^

 

La Difesa

Appena viene effettuato un lancio inizia la fase della difesa. Il ricevitore deve prendere il lancio o a volte tirare sulle basi per eliminare un corridore nel tentativo  di rubata o di avanzare su un tiro errato o lancio pazzo. Succede pure che la palla a volte non raggiunge il guanto del ricevitore perché il battitore mette la palla in gioco e qualcuno della difesa deve effettuare la presa e tirare la palla a un compagno  per eliminare l’avversario, o evitare che egli possa avanzare sulle basi. Se non si è in grado di prendere la palla, non c’è la possibilità di tirarla in modo preciso. Ma se una volta effettuata la presa, non si è poi in grado di effettuare il tiro, allora la presa è servita a poco o a nulla.  A rischio di essere ripetitivo fino alla noia: la capacità di eseguire uno dei due gesti senza saper far l’altro non ha alcun valore. 

leggi di più 0 Commenti

Saranno i Braves gli avversari degli Astros alle World Series

di Frankie Russo

DODGERS @ BRAVES

Si ritorna al Trusit Field per Gara 6 e per Dave Roberts si presenta il primo problema da risolvere. Durante il riscaldamento del giorno precedente Scherzer accusa stanchezza al braccio e deve rinunciare a Gara 6. Già in Gara 2 quando fu sostituito, Scherzer comunicò a Roberts che il braccio era “completamente morto”. Per Gara 6 sarà Buehler il partente con soli 3 giorni di riposo ed è la seconda volta che capita nel playoff. La prima volta fu contro i Giants quando poi durò solo 4,1 riprese. Il corto riposo più che sulla velocità, potrà incidere sulla rotazione della palla ed in particolare sugli offspeed. Nel lineup sale nell’ordine Bellinger e viene schierato Max Beauty in prima. I Dodgers si sono già trovati in situazioni critiche quando vincere era obbligatorio e sono usciti sempre indenni, ma sanno anche che sono 21 anni che nessuna squadra ha vinto le WS per due anni consecutivi.

leggi di più 0 Commenti

Astros alle World Series per la 3^ volta in 5 anni

di Frankie Russo

RED SOX @ ASTROS

Dopo la spartizione della posta in palio nelle prime due gare giocate al Minute Maid Park e a seguire la situazione resa ancora più critica dopo la dura sconfitta in Gara 3 dove i Red Sox, in due gare consecutive, avevano surclassato gli Astros in tutti i settori, compresi 3 Grand Slam costringendo il bullpen a un super lavoro, era difficile immaginare che gli Astros tornassero a Houston con la possibilità di chiudere la serie in 6 gare. Non era facile per una squadra che veniva fischiata e insultata in ogni stadio e che aveva perso giocatori come Justin Verlander, Geritt Cole, George Springer ed in ultimo Lance McCuller. C’è voluta tutta la saggezza e l’esperienza di Dusty Baker per riportare la necessaria tranquillità nell’ambiente. 

leggi di più 0 Commenti

NLCS: Dodgers incontenibili; si torna ad Atlanta sul 3-2

Nella foto Chris Taylor (Photo by Rob Carr/Getty Images)
Nella foto Chris Taylor (Photo by Rob Carr/Getty Images)

di Frankie Russo

BRAVES @ DODGERS

Per quanto i Braves non ci vogliano pensare, la narrativa diventerà ancora più fragorosa a meno che non evitino di diventare un'altra squadra professionale di Atlanta che perde le finali dopo aver conquistato un comodo vantaggio nei playoff. E’ stata una serata da incubo quella dei Braves che sono stati in gara per la durata di solo tre battitori, poi il buio.  Dopo la tranquilla vittoria in Gara 4, i Braves avevano diversi motivi per essere ottimisti. Avevano sul monte il loro futuro asso della rotazione Max Fried già vittorioso in Gara 1; avevano ritrovato finalmente Freddy Freeman uscito da una profonda crisi in battuta; avevano trovato in Eddie Rosario un altro trascinatore; ed era rientrato nel roster Jorge Soler. Dall’altra parte poi, c’erano i Los Angeles già in una situazione di vittoria obbligatoria; avevano perso per il resto della stagione Justin Turner; e dovevano affrontare la gara affidandosi completamente alle braccia dei rilievi. 

leggi di più 0 Commenti

LCS: il risveglio degli Astronauti - I Dodgers alle corde

Nella foto Frambler Valdez (Karen Warren, Houston Chronicle / Staff photographer)
Nella foto Frambler Valdez (Karen Warren, Houston Chronicle / Staff photographer)

di Frankie Russo

ASTROS @ RED SOX

I due manager si affidano ai due partenti di Gara 1, Frambler Valdez e Chris Sale, e nessuno dei due ha avuto una soddisfacente prestazione nelle precedenti gare, ma oggi dovranno cercare di essere perfetti. Chi vince si porta a una sola vittoria per accedere alle World Series. Dusty Baker chiede qualcosa in più a Valdez tenuto conto che nelle ultime tre gare nessuno dei suoi partenti è riuscito superare il 3° inning, quindi il bullpen è ben tassato. A sua volta Valdez avrà bisogno del contributo dei primi "Big Three" del lineup se vuole rispondere alla chiamata del suo manager. Il lineup di Houston rimane pressoché invariato se non per Jose Siri all’esterno centro che sostituisce McCormick. Confermata anche la presenza di Maldonado richiesto a gran voce dallo staff lanciatori per il suo gran lavoro dietro al piatto. Anche per Alex Cora è confermato il lineup se non per un’inversione tra Schwaber e Kike Hernandez come leadoff contro il mancino Valdez. 

leggi di più 0 Commenti

LCS: Dodgers drammatica rimonta - Le mazze di Houston esplodono al Fenway Park

di Frankie Russo

Non siamo ancora al punto del vincere o vai a casa, ma stiamo assistendo a uno dei più esaltanti playoff degli ultimi anni tra le quattro squadre più in forma del momento. Ogni lancio, ogni turno alla battuta, ogni azione sembra possa essere quella decisiva che determinerà la vittoria o la sconfitta. I manager non si possono concedere un attimo di distrazione pensando a quale possa essere la strategia vincente, qualsiasi imperfezione può risultare fatale.

leggi di più 0 Commenti

ALCS: incontenibile l'attacco dei Red Sox

Kyle Schwarber  (Staff Photo By Matt Stone/MediaNews Group/Boston Herald)
Kyle Schwarber (Staff Photo By Matt Stone/MediaNews Group/Boston Herald)

di Frankie Russo

I 109 anni del Fenway Park possono raccontare la storia di giocatori che hanno reso famoso questi sport. Nessun altro stadio ha visto il suo diamante calcato da tanti campioni come Babe Ruth, Ty Cobb, Joe DiMaggio, Ted Williams, Willy Mays, Hank Aaron, Jackie Robinson, Derek Jeter, Davis Ortiz e tanti altri. Il Fenway Park ha sempre un fascino particolare.  Ed è in questo stadio che i Red Sox riescono a mettere in mostra la forza del loro lineup, tra i più forti nelle majors che non presenta punti deboli dall’alto al basso. E’ un attacco che nella postseason registra un media di 7,8 punti a partita, una MB di 338, 14 HR e 26 EXB. Un miglioramento dovrà venire dalla rotazione dei partenti che fino ad ora hanno lanciato una media di 4 inning per prestazione relegando al bullpen gran parte del lavoro.

leggi di più 0 Commenti

NLCS: I Braves vincono 5-4 e conducono la serie 2-0

Photo by Michael Zarrilli/Getty Images
Photo by Michael Zarrilli/Getty Images

di Frankie Russo

WHAT A GAME! WHAT A SERIES!

Siamo ancora a Gara 2, forse troppo presto per valutare, ma è probabile che abbiamo assistito a una delle gare più entusiasmanti di questi playoff. Cinque vittorie con walk-off e i Dodgers sono stati coinvolti in tre di queste, i Braves in due. Ora, è sempre un gioco divertente per gli appassionati muovere critiche ai manager specialmente quando avvengono, come troppo spesso accade, il giorno dopo. Ma in passato si sono verificati episodi che hanno dettato quali sono le regole da seguire in certe circostanze, ma evidentemente Dave Roberts ha memoria corta. Ma procediamo con ordine. Per i Braves queste Champion Series sono la rivincita di quelle dello scorso anno e si presentano con una squadra più compatta rispetto al 2020 anche se, come detto in più occasioni, il trio degli esterni è stato reinventato diverse volte durante il campionato. Oltre ai soliti Freeman, Albeis e d’Arnaud, Brian Snitker può contare per il monte di lancio su Charlie Morton e un migliorato Ian Anderson senza dimenticare le stelle nascenti Max Freid, lanciatore, e il candidato MVP, Austin Riley che già si è messo in evidenza in Gara 1 pareggiando il punteggio nel 4° e battendo a casa il punto della vittoria nel 9° inning. 

leggi di più 0 Commenti

Allenare il baseball giovanile - 11^ parte

Photo by George Picciello
Photo by George Picciello

di Frankie Russo

Libera traduzione dal libro

Coaching Youth Baseball the Ripken Way Leggi le parti  1^ - 2^ 3^ - 4^5^ - 6^ - 7^ - 8^ 9^ 10^

 

L’allenamento perfetto guida alla perfezione

E’ opinione generale che l’allenamento ci rende migliori, ma questo non sempre corrisponde al vero.  Se la ripetizione di un gesto tecnico in allenamento non è eseguito nel modo corretto, questo difetto si ripeterà anche in gara. Quindi, è l’allenamento perfetto che ci guida alla perfezione, pertanto se vale la pena farlo, meglio farlo nel modo corretto. Entrambi i concetti hanno un comune denominatore, cioè in partita giocheremo nello stesso modo in cui ci alleniamo. E’ questo uno dei motivi principali per cui bisogna applicare il concetto di piccoli gruppi allo scopo di aumentare le ripetizioni e seguire i giocatori con più attenzione incrementando l’efficienza della pratica. I giocatori saranno sempre indaffarati e comprenderanno l’importanza di allenarsi con impegno ed eseguire gli esercizi nel modo corretto riportando in gara tutte le buone abitudini

leggi di più 0 Commenti

Championship Series: Red Sox a valanga, Braves Walk-Off

Foto da bostonglobe.com
Foto da bostonglobe.com

di Frankie Russo

RED SOX @ ASTROS

Dopo la stretta sconfitta in Gara 1 i Red Sox avevano bisogno di un pronto riscatto. Alex Cora può contare su Nathan Eovaldi, uno dei suoi fidati partenti e con lui sul monte i Red Sox non hanno mai perso nella postseason. Cora rimescola anche il lineup alterando per quanto possibile destri e mancini. La situazione dei partenti per Dusty Baker non è affatto tranquilla con McCuller fuori roster per infortunio. Sarà il rookie Luis Garcia ad affrontare per primo il forte lineup di Boston e soprattutto dovrà trovare il modo di lanciare a Kike Hernandez che sta vivendo il "momento" della sua carriera. A Garcia si chiede di andare più lungo possibile grazie alla sua varietà di lanci. Ma peggio per gli Astros non poteva cominciare. Schwaber batte doppio e Hernandez viene eliminato su corta volata presa al volo in tuffo da McCormick. Ma la saga è solo rimandata. 

leggi di più 0 Commenti

ALCS: gli Astros si aggiudicano Gara 1

di Frankie Russo

Parlando di Dusty Baker e Alex Cora non si può negare l’importanza della loro leadership. Baker è arrivato a Houston dopo lo scandalo del “sign stealing” quando tutto il mondo del baseball era contro di loro. Dusty ha saputo prendere sotto le sue ali la squadra, ricomporla e riportarla ai suoi fasti. La fama di Baker non è una scoperta di adesso, gli Astros rappresentano la quinta squadra che Baker ha portato alle Champion Series dopo i Giants, Cubs, Reds e Nationals. Anche se in tono minore, anche Alex Cora è stato coinvolto nello scandalo e lo scorso anno si auto sospese dall’incarico con i Red Sox per poi tornare in pompa magna nel 2021. Boston è passata da ultima della classifica nella AL East del 2020 fino ad arrivare all’ALCS 2021. Le tifoserie possono sicuramente essere soddisfatte delle scelte.

leggi di più 0 Commenti

I Dodgers passano, finisce il sogno dei Giants

foto da nypost.com
foto da nypost.com

di Frankie Russo

I Giants hanno resistito all’attacco dei Dodgers per tutto l’anno ma non ci sono riusciti nel momento più importante della stagione. Poco importa il rendimento durante la RS, quello che conta è il rendimento nei playoff. Cody Bellinger ha avuto una deludente stagione ma nel 9° inning trova lo swing che porta a casa il punto del definitivo 2-1 decretando la fine dell’anno magico dei Giants e che promuove i Los Angeles Dodgers alla NLCS. Entrambe le squadre sono entrate in campo con 109 vittorie, quello che contava era # 110.  Le tattiche da parte dei due manager erano iniziate già nel pomeriggio. Dave Roberts deve comunicare per primo il suo lineup ma ritarda e Gabe Kapler aspetta. Poi arriva la novità, non sarà il mancino Urias il partente per i Dodgers bensì utilizzeranno un “Opener”, Corey Knebel. Kapler è uno a cui piace i matchup e così ricorre ai ripari rimescolando il lineup: fuori i destri Solano e Slater, dentro i mancini LaStella e Yastrzemiski con altri spostamenti nell’ordine di battuta. 

leggi di più 0 Commenti

Cosa aspettarci in Gara 5 - Dodgers @ Giants

di Frankie Russo

(Immagine da FOX Sports)

Dopo 23 entusiasmanti gare tra i Dodgers e Giants quest’anno, è stato deciso dal fato che l’epica sfida tra le due compagini con le migliori percentuali di vittorie nelle majors si dovranno affrontare ancora una volta sotto i riflettori di tutto il mondo del baseball in una gara “O vinci o vai a casa” contro i rivali di sempre. E’ un elettrolizzante "déjà vu" di quando gli Yankees e i Red Sox si sono incontrati nella Wild Card.  La rivalità tra i due club va indietro negli anni all fine dell’800 quando entrambe le squadre stazionavano in quel di New York come New York Giants nel loro Polo Grounds, e i Brooklyn Dodgers nel loro Ebbets Field.  Vi sono state altre sfide che hanno deciso le sorti della stagione, ma credere o no, è la prima volta che s’incontrano in una gara di questa intensità.  Facciamo un salto indietro nella storia.

leggi di più 0 Commenti

Marcello Marfoglia, un vero uomo di sport

di Michele Dodde 

Ero in viaggio quando sono venuto a conoscenza della ferale notizia della scomparsa di  Marcello Marfoglia ed allora per tutto il viaggio mi hanno accompagnato con malcelata commozione pensieri e ricordi sempre vividi di lui, un uomo aristocratico nei modi e nei gesti a ricordare altri tempi andati e fortunatamente imprestato al mondo del baseball e del softball. Già vice presidente della mai dimenticata Scavolini Pesaro, era riuscito a trasmettere con capacità e determinazione i sensi più alti dello sport ai propri figli Alfredo e Marco, entrambi giocatori di baseball, e soprattutto alla figlia Paola, talentuosa giocatrice di softball, coinvolgendoli nell’applicazione di un continuo fair play poiché egli credeva, dimostrandolo sempre, che con educazione e reciproco rispetto si possa crescere in qualità tecnica ed appropriato stile. Chi scrive, più volte umpire in gare in cui era impegnata la Scavolini, ha sempre avuto il pregio di poter constatare la sua distinta qualità di dirigente e manager, sempre pacato nei giudizi e cortese nei reciproci rapporti.

 

leggi di più 3 Commenti

Si salvano solo i Dodgers

di Frankie Russo

Erano in programma tre gare dove una squadra o vinceva o andava a casa, ebbene, si sono salvati solo i Dodgers. I White Sox si sono arresi davanti ai forti Houston Astros che per il 5° anno consecutivo disputeranno le Champion Series e troveranno sul loro cammino i Boston Red Sox, una rivincita del 2018. Vanno a casa anche i Milwaukee Brewers che hanno trovato sulla loro strada gli Atlanta Braves il cui monte di lancio ha saputo gestire al meglio l’attacco degli avversari. Nella terza gara i Dodgers hanno forzato i Giants a Gara 5.

leggi di più 0 Commenti

Fine stagione per Tampa Bay Rays; White Sox, Brewers e Dodgers a rischio

I Red Sox festeggiano (AP Photo/Michael Dwyer)
I Red Sox festeggiano (AP Photo/Michael Dwyer)

di Frankie Russo

RAYS @ RED SOX

Le tattiche dei due manager iniziano ancora prima di scendere in campo. Kevin Cash affida la palla al veterano McHough al quale non chiede più di due riprese, strategia che richiederà molti lanciatori ma con pochi lanci. Alex Cora pone ancora fiducia in Edoardo Rodriguez che non ha brillato in Gara 1 ma al quale viene chiesto almeno 15 eliminazioni prima di passare la palla al bullpen. Cash risponde riempiendo il lineup con battitori destri per affrontare il mancino Rodriguez, nulla viene lasciato al caso, poi come si sa, saranno i giocatori a dover rispondere all’appello. Nove dei 15 punti segnati dai Rays sono arrivati nel 1° inning e tutto inizia con Mr Randy Arozarena. 

leggi di più 0 Commenti

Allenare il baseball giovanile - 10^ parte

di Frankie Russo

Libera traduzione dal libro

Coaching Youth Baseball the Ripken Way

 Leggi le parti precedenti

 1^ - 2^ 3^ - 4^  -  5^ - 6^ - 7^ - 8^ - 9^

 

Praticare con efficienza e divertimento

Quante volte abbiamo visto una squadra allenarsi? Giocatori sparsi per tutto il campo, apatici e annoiati. Un coach tira, un giocatore batte, uno nel cerchio del prossimo battitore e il resto della squadra in campo. Fa caldo, l’unica persona che sembra divertirsi è il battitore, neanche il coach sembra molto entusiasta. Una palla è battuta, un giocatore corre affannosamente a raccoglierla e la tira verso il campo interno. Ogni tanto un giocatore va nel dugout per bere, e avanti così per circa un’ora, poi tutti a casa. E’ finito l’allenamento.

leggi di più 0 Commenti

ALDS: Due gare, due drammi

Kyle Schwarber
Kyle Schwarber

di Frankie Russo

Come vedremo più avanti, in entrambe le gare si sono verificate episodi che coinvolgono il regolamento che ci lascia con alcune perplessità.

RAYS @ RED SOX - Dopo aver assistito a Gara 1, se qualcuno ha pensato che i Tampa Bay Rays avrebbero avuto vita facile contro i Boston Red Sox si sbagliava di grosso. I Rays sono squadra più completa che trova vari modi per vincere a cominciare dal monte di lancio sia con i partenti che con i rilievi, ottima difesa, aggressivi sulle basi e sanno mettere la palla in gioco nei momenti cruciali. I Red Sox trovano la loro forza nel box di battuta specialmente quando giocano nell’amico Fenway Park. Boston si affida all’esperto Eovaldi, reduce dalla vittoria nella Wild Card contro gli Yankees. La gara inizia con i Rays che vanno in vantaggio già con il terzo battitore con un HR di Austin Meadows seguendo una valida di Wander Franco. Da parte sua, Kevin Cash manda sul monte il terzo rookie della rotazione, Drew Rasmussen ma deve fare subito i conti con l’HR del leadoff di Boston Kyle Schwarber per il 2-1. Schwarber ha avuto una seconda metà di stagione con la migliore media arrivo in base nelle majors.

leggi di più 2 Commenti

La poesia del racconto partecipativo

Il famoso "primo lancio" del 27° Presidente William Howard Taft (7 maggio del 1910)
Il famoso "primo lancio" del 27° Presidente William Howard Taft (7 maggio del 1910)

di Michele Dodde 

Quando negli Stati Uniti il grande interesse sociale che il baseball stava suscitando nei primi anni del secolo scorso grazie ad una capillare e continua pubblicazione dei risultati e delle opinioni diramate dai quotidiani e/o periodici con i primi dagherrotipi ben calibrati per immortalare alcune sequenze come l’apertura delle stagione agonistica da parte del rubicondo 27° Presidente William Howard Taft che il 7 maggio del 1910 dette inizio a quella che diverrà una seguita e ricercata tradizione con il primo simbolico lancio della pallina ( Harper’s Weekly), fu David Sarnoff, celebre Chairman della Radio Corporation of America (RCA) ad intuire quanto fosse importante trasmettere via etere le fasi delle diverse gare.

leggi di più 0 Commenti

Playoff: Tutto in parità nelle NLDS

Max Fried (Morry Gash/Associated Press)
Max Fried (Morry Gash/Associated Press)

di Frankie Russo

BRAVES @ BREWERS – In Gara 1 i Braves non sono stati in grado di eseguire ciò che li ha caratterizzati nel corso della RS: portare a casa corridori quando in posizione punto. Atalanta si è anche classificata 4^ nelle majors per HR realizzati ed è’ pur vero che nei playoff i Braves, a seguito degli infortuni occorsi a Ozuna, Pachè e Ocuna, schierano tre esterni, Soler-Duvall e Rosario che all’Opening Day non erano nemmeno nell’organizzazione, tutte acquisizioni nel corso della stagione.  Per Gara 2 sul monte per i Braves si presenta Max Fried che non viene menzionato molto, ma che ha avuto il migliore PGL nella NL durante la seconda metà di stagione. Craig Counsell invece si affida al lanciatore di esperienza come Brandon Woodroof sperando che possa superare la crisi del primo inning. Milwaukee si affida anche al fantasioso interbase Wlly Adames che ha avuto una influenza determinante sulla stagione dei Brewers. 

leggi di più 0 Commenti

Playoff: Tutto secondo le previsioni

di Frankie Russo

Nella Wild Card American League arduo si presentava il compito degli Yankees al Fenway Park contro i Red Sox. Oltre alle difficoltà di routine, va aggiunta la brutta serata di Gerritt Cole che ha seguito le deludenti prestazioni nelle ultime 10 prestazioni della Regular Season. Non sono state sufficienti le tre valide di Giancarlo Stanton per avere la meglio sui padroni di casa. Dall’altra parte c’è stata la grande prestazione di Eovaldi che ha lanciato 5,1 riprese limitando i Bombers di New York a 4 H, 1 R con 8 SO. 

leggi di più 0 Commenti

I fratelli Drake: dal baseball al servizio per gli altri

di Michele Dodde

L’emblematica storia dei fratelli Drake concede al baseball un alone di religiosità non cercata ma dovuta per gli aspetti collaterali e significativi che danno credibilità ai concetti studiati da Ryan Swanson in chiusura del suo libro “Quando il Baseball diventò bianco” delineando che “le squadre di Baseball non sono mai sfuggite alla realtà dei loro tempi”.  I fratelli Drake infatti, sia Solomon Louis sia Samuel Harrison, sono stati i primi due fratelli afroamericani a giocare nella Major League dell’era moderna del baseball. Entrambi nati a Little Rock in Arkansas e studenti presso la Dunbar High School, il primo iniziò a calcare i diamanti all’età di 17 anni con gli Elwood Giants della Mandak League. 

Ingaggiato poi dai Cubs nel 1951 dovette interrompere la sua carriera a causa della Guerra di Corea essendo stato reclutato nell’esercito degli Stati Uniti. Ritornato in patria pensò a laurearsi in psicologia ed educazione fisica e poi debuttare nell’aprile del 1956 all’età di 25 anni con i Cubs in Major League non disdegnando successivamente di giocare nel periodo invernale anche nel campionato cubano con i Tigres de Marianao.  Poi vestì la casacca dei Dodgers e dei Phillies per ritirarsi dal baseball nel 1961 assecondando la sua vocazione, sull’onda lunga del fermento suscitato da Martin Luther King, diventando Pastore Protestante della Chiesa Evangelica Battista presso la Greater Ebenezer Missionary Church di Los Angeles. 

leggi di più 0 Commenti

Allenare il baseball giovanile - 9^ parte

Foto da USA TODAY SPORTS)
Foto da USA TODAY SPORTS)

di Frankie Russo

Libera traduzione dal libro Coaching Youth Baseball the Ripken Way 

Leggi le parti precedenti

 1^ - 2^ 3^ - 4^ -  5^ - 6^ - 7^ - 8^

 

La durata è determinata dai giocatori

Lasciate che siano i giocatori a determinare la durata dell’allenamento.  Mentre un’ora potrebbe essere troppa per i bambini sotto i 10 anni, per i ragazzi di 12 potrebbe essere troppo poco. Dovrà essere vostra responsabilità porre la necessaria attenzione per individuare fino a quando i ragazzi prestano sufficiente interesse. 

leggi di più 0 Commenti

Un affresco senza tempo sul baseball

Premessa di Paolo Castagnini

Mi sono imbattuto su un articolo molto bello scritto dal Direttore del Post Luca Sofri vent'anni fa. Il "pezzo" è un affresco sul baseball scritto poco dopo l'attentato alle Torri Gemelle. Incuriosito ho fatto una brevissima ricerca e ho scoperto che il racconto non era casuale. Luca Sofri infatti era ed è un grande appassionato e persino ex giocatore di una squadra giovanile di Pisa. In una nota il Direttore del Post scrive a tal proposito: "Quando sanno che segui il baseball, e che pure ti piace, in Italia ti guardano come se gli avessi detto che ti nutri solo di uova di quaglia. Non si capiscono le regole, e tutte quelle pause, è una roba da americani (metà delle nostre vite è una roba da americani, nel frattempo). E hai voglia a spiegargli la grandezza letteraria ed epica delle storie che stanno dentro a una partita di baseball, persino superiore a quella che trovi nel calcio, che pure è più avvincente. Alla fine io mi limito a dire: “no, è che giocavo, da ragazzo”. E allora vedo facce più sollevate, rassicurate, come avessero scoperto che non ho una malattia contagiosa ma una innocua malformazione dalla nascita: un po’ impietosite, persino. Possono cambiare argomento." 

leggi di più 1 Commenti

Power Ranking # 25

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Con una settimana rimasta da disputare della regular season, è arrivata l'ora del verdetto: ora o mai per assicurarsi il proprio posto nei playoff MLB 2021.  Ogni tipo di eroismo o crollo diventa leggenda: tutto è sul tavolo con l'arrivo di ottobre. Chi andrà finalmente in vantaggio per la wild card tra Yankees, Red Sox, Mariners e Blue Jays? Riusciranno i Dodgers a evitare una partita jolly con un guizzo dell'ultimo minuto contro i Giants? Che classifica vedremo quando tutto sarà detto e fatto?

leggi di più 0 Commenti

 

Articoli precedenti

 

Oppure Seleziona sul menu' "Archivio Blog" per vedere gli articoli selezionando il mese o cerca con la parola chiave nella casella di ricerca posta in alto alla home page (alla fine per smartphone)