Pillole di Storia

di Michele Dodde

Quando ho avuto tra le mani “Pillole di Storia”, libro postumo di Michele Pepe edito da Amazon Fulfillment, istintivamente ho avuto la sensazione che le mie dita, incominciando a sfogliarlo, stavano togliendo i sigilli ad uno scrigno sacro per la qualità dei contenuti divenute esse, per lo sfumato significato ontologico, non più pillole ma autentiche perle. La lettura così ha incominciato a scorrere veloce ed i personaggi tutti a prendere vita ed a circondarti con le loro perplessità, la qualità del loro carisma, il dolore profondo delle loro vicissitudini, la purezza delle loro anime scosse e plasmate sui manti erbosi dei diamanti dove tutti i colori ed il futuro reso continuamente presente sono stati in essi racchiusi.

leggi di più 0 Commenti

Ancora un posto libero per U12 al Torneo Due Torri di Parma

di redazione

E' ancora disponibile un posto al Torneo Due Torri di Parma organizzato dall'Oltretorrente. Il posto è disponibile esclusivamente per una squadra di categoria U12 Baseball, mentre tutte le altre categorie (U12 -U15 Softball e U15 - U18 Baseball) sono complete.

Il Torneo giunto alla 34^ edizione si svolgerà dal 24 al 28 Luglio ed è uno dei più prestigiosi tornei giovanili Italiani ed europei. Chi fosse interessato può inviare una richiesta di adesione a info@oltretorrentebaseball.it 

0 Commenti

Power Ranking # 10

Foto tratta da theathletic.com
Foto tratta da theathletic.com

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Fino a quando qualche altra squadra di rango non  riesce a produrre una lunga striscia di vittorie, le prime cinque del ranking avranno vita facile a occupare la vetta della classifica. Dodgers e Astros lottano ogni settimana per la prima posizione  mentre alle loro spalle seguono con andamento altalenante, Twins, Yankees, Rays e Cubs. A seguire è un susseguirsi di cambiamenti. Le uniche che sembrano avere la possibilità di inserirsi tra le big six sono i Brewers e Phillies che hanno fatto il vuoto dietro di loro. Sono circa 15 le squadre che oscillano ogni settimana sotto e sopra 500 e che non hanno, almeno per il momento, la forza di intimorire chi li precede.  I Rockies sono riusciti ad entrare nelle Top 10 scavalcando i Braves,  mentre dalla 12^ posizione (Cardinals 31-32) alla 23^ (White Sox 31-33)  troviamo una dozzina di squadre assestate con un record intorno a 500. Di conseguenza, una striscia di vittorie da parte di una o più di esse vedrebbe il ranking rivoluzionato.

leggi di più 0 Commenti

Regole non scritte

Nella foto Matt Lipka raggiunge salvo la prima base al 9° interrompendo la no-hitter di
Nella foto Matt Lipka raggiunge salvo la prima base al 9° interrompendo la no-hitter di

di Frankie Russo tratto da MLB.com

Smorzare o non smorzare,  questo è il dilemma! Se è lecito effettuare una smorzata per rompere una no-hitter è un dibattito che esiste da sempre e che fa riferimento alle così dette “Regole non scritte” (ved. BOTR del  16/5/14, The Un-written Rule). L’episodio verificatosi lo scorso martedì in una gara delle minors ha di nuovo riaperto la discussione.  In una gara di Doppio A, con un eliminato nel nono, Matt Lipka ha effettuato una smorzata sorpresa rompendo una no-hitter combinata con la conseguenza del “benches-clearing”. (no-hitter combinata significa ottenuta con più lanciatori, 4 in questo caso)  E non è la prima volta che si verifica, succede anche nelle majors. Alcune delle più famose si sono verificate quando: 1) Il 26 maggio 2001 Ben Davis dei Padres eseguì una smorzata nell’ottavo interrompendo una “perfect-game di Curt Schilling; 2) Il 22 giugno 2017 Jarrod Dyson fece lo stesso interrompendo una perfect di Justin Verlander. A differenza di Schilling, Verlander non se la prese commentando  semplicemente che Dyson aveva eseguito una smorzata perfetta.

leggi di più 0 Commenti

Tony Gwynn e la corsa ai .400 - 4^ e ultima parte

Nell'immagine Tony Gwynn intervistato dopo la decisione il 14 agosto 1994 dell'Associazione dei giocatori di scioperare (Tim Johnson/AP Images)
Nell'immagine Tony Gwynn intervistato dopo la decisione il 14 agosto 1994 dell'Associazione dei giocatori di scioperare (Tim Johnson/AP Images)

di Frankie Russo 

Leggi la 3^ parte

Chapter 7: .394

Aug. 11, 1994: Astrodome

Padres 8, Astros 6

1st: Single to CF (off Greg Swindell)

2nd: Groundout to 2B (against Swindell)

4th: Single to LF (off Dave Veres)

6th: Groundout to 1B (against Shane Reynolds)

8th: Single to RF (off Ross Powell)

Batting average: .394

Ma mentre Gwynn  faceva l’assalto a una delle pietre miliari del baseball, temporaneamente stava  accrescendo una trama ben più minacciosa. Il baseball era stato colpito da disordini sindacali e l’associazione dei giocatori aveva deciso che la data d’inizio dello sciopero sarebbe stata il 12 agosto.

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 9

Cody Bellinger (cbssportsradio)
Cody Bellinger (cbssportsradio)

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Grande rivoluzione nel ranking di questa settimana dove le prime due della settimana scorsa sono state scavalcate da altre due squadre in un colpo solo. Il fatto che gli Astros e Twins siano stati sostituiti dai Dodgers e Yankees dimostra quanto dura sia la lotta per le prime posizioni, senza tralasciare i Rays, Cubs e Brewers che seguono a breve distanza.  Molte sono le squadre in lizza per le prime posizioni, ma le sorprese restano Rays e Twins.  Interessante anche il salto in avanti dei sorprendenti Rockies  che salgono dalla 20^ alla 11^ posizione.  Resta da  verificare se saranno in grado di rompere la barriera e entrare nella Top 10. Perdono 5 posizioni entrambi i Pirates e Dbacks.

leggi di più 0 Commenti

Tony Gwynn e la corsa ai .400 - 3^ parte

di Frankie Russo 

Leggi la 2^ parte

Chapter 5: How to pitch Tony Gwynn - Cosa lanciare a Tony Gwynn

June 30, 1994: Jack Murphy Stadium

Mets 4, Padres 2

1st: Single to CF (off Bret Saberhagen)

3rd: Double to LF (off Saberhagen)

6th: Lineout to CF (off Saberhagen)

8th: Strikeout swinging (against Josias Manzanillo)

Batting average: .391

Alla fine di giugno vennero a fare visita ai Padres i Mets di Bret Saberhagen, quest'ultimo vincitore due volte del Cy Young e contro il quale Gwynn aveva una MB in carriera di 400. Saberhagen era il partente di Gara 1. Al primo turno e primo lancio Gwynn battè una valida al centro. Nel terzo inning Saberhagen ci provò con una perfetta curva bassa/esterna.  Gwynn spedì la palla nell’angolo a sinistra per un doppio.  Era semplicemente difficile per ogni lanciatore trovare un punto debole nel suo swing. Scherzosamente i lanciatori raccontavano che la soluzione migliore era lanciare al centro e far decidere a Gwynn dove battere, tanto se avessero lanciato esterno, Gwynn batteva a sinistra, se gli lanciavano interno batteva nell’angolo a destra.

leggi di più 0 Commenti

Tony Gwynn e la corsa ai .400 - 2^ parte

di Frankie Russo 

Leggi la 1^ parte

Chapter 2: ‘They’re going to hit me’ (mi colpiranno)

April 24, 1994: Jack Murphy Stadium

Padres 6, Phillies 5

1st: Hit by pitch (by Curt Schilling)

3rd: Single to CF (off Schilling)

4th: Single to LF (off Schilling)

6th: Ground ball double play (against Jeff Juden)

8th: Single to RF (off Doug Jones)

Batting average: .448

La grandezza di Gwynn non ha mai infastidito nessuno, era semplicemente una persona troppo genuina. Ma a volte la sua grandezza era troppa per essere compresa. Il 23 aprile contro i Phillies, Gwynn andò 5x5 con un doppio e un HR. Per chiunque sarebbe stata una serata da favola, ma per Gwynn era solo una delle altre nove volte.  Tornando a casa quella sera con il figlio, Tony predisse che il giorno dopo lo avrebbero colpito. 

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 8

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Continua la scalata dei Twins. Dopo due settimane fermi in quinta posizione, ora  li vediamo al secondo posto insediando gli Astros. Inoltre i Twins, assieme a Dodgers, sono l’unica squadra a occupare la testa della classifica nella propria divisione sin dall’inizio di stagione. Anche se i Twins hanno fatto un significativo salto in avanti di tre posizioni, sono gli A’s che con nove vittorie consecutive hanno conquistato l’undicesima posizione  guadagnandone ben otto.  

leggi di più 0 Commenti

Tony Gwynn e la corsa ai .400

Nell'immagine Tony Gwynn
Nell'immagine Tony Gwynn

di Frankie Russo 

Fu veramente la stagione 1994 l’ultima occasione per un giocatore di rompere la barriera finendo la stagione con una MB di 400? Quell’anno Tony Gwynn ci andò molto vicino, ma la sua corsa fu interrotta bruscamente. Quanto segue è il racconto  di Tony Gwynn e la sua favolosa stagione 1994 quando ebbe la possibilità di riscrivere la storia. 

Sono trascorsi 78 anni da quando Ted Williams sfidò il destino. Settant’otto anni da quando Ted Williams, un nativo di San Diego e considerato il più grande battitore di sempre, giocò due gare il 28 settembre 1941. Era l’ultimo giorno della regular season, e  con una MB di 400 Williams scese in campo ben consapevole del rischio che correva compromettendo   quel risultato che fissava indelebilmente il suo nome nella storia.  Certamente, dopo che realizzò la sua sesta ed ultima valida della giornata, nessuno avrebbe potuto immaginare che Williams sarebbe stato l’ultimo giocatore a finire la stagione con una MB di 400. Era già successo 28 volte in precedenza, e stava per succedere ancora una volta.

leggi di più 0 Commenti

Riflessioni dal Fondo Rimi ai Giochi del Mediterraneo 2025

Un momento della partita tra i Tritons di Taranto e gli Angels di Matino
Un momento della partita tra i Tritons di Taranto e gli Angels di Matino

di Michele Dodde

E’ stato particolarmente piacevole passare un pomeriggio in quel di Fondo Rimi tra ulivi secolari ormai capitozzati ed in via di estinzione a causa di quella fastidiosa Xylella comunque combattuta con determinazione da una civiltà contadina che non conosce tempo. Qui è ubicato, come un fiore insolito e raro ma per tale motivo amato,  il diamante “Delle Castelle” ed è stato qui che, dopo il polveroso terreno del campo di calcio, la passione e l’etica del tecnico self made Raffaele Zappia è riuscito a compiere quella grande impresa di sgrezzare e formare per un palcoscenico superiore Andrea Castrì, che firmò a suo tempo per gli Yankees di New York, e Gigi Carrozza, eccellente uomo del box con le sue 1001 battute valide oltre ad essere un ricevitore di spessore che ha nel suo personale palmares quella  punta di diamante che lo evidenzia essere stato miglior catcher riconosciuto ai Mondiali del 1994 in Nicaragua e ad essere stato proclamato vincitore dell’ambito premio quale giocatore ad aver acquisito la miglior media battuta alle Olimpiadi del 1996 ad Atlanta. Solo dopo viene l’appannaggio di cinque scudetti e quattro coppe dei campioni. 

leggi di più 1 Commenti

Power Ranking # 7

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Dopo un mese di dominio dei Dodgers in testa al ranking, sale al primo posto l’unica squadra ora in grado di competere con loro: gli Houston Astros grazie alla striscia di 10 vittorie consecutive registrando un record di 13-2 nelle ultime 15 gare. Dietro ad Astros e Dodgers si fanno largo i Cubs che si posizionano al terzo posto, mentre c’è anche il ritorno degli Yankees nelle Top 5 che prendono anche la testa nell’AL East scavalcando i Rays. In quinta posizione troviamo i Twins, e con il rientro nelle Top 10 degli Indians, potremmo assistere ad una lotta a due nell’ AL Central.  Escono dalle Top 10 i Cardinals che in questo periodo hanno difficoltà a tenere il passo con i Cubs e Brewers nella NL Central. Ottima settimana per gli Angels che guadagnano sei posizioni nel ranking grazie al trio d’attacco Shoehei Ohtani, Mike Trout e Tommy La Stella. In discesa libera invece i Mariners che registrano un record di 5-15 nelle ultime 20 gare facendo dimenticare quanto di buono avevano fatto vedere ad inizio stagione. 

leggi di più 0 Commenti

Eventi salienti di una storia infinita # 12

Nell'immagine Louis Rogers Browning "il Gladiatore"
Nell'immagine Louis Rogers Browning "il Gladiatore"

di Michele Dodde

Nel successivo anno, il 1891, due eventi, nonché marginali, lasciarono la loro puntualizzazione nella storia infinita del baseball. Il primo riguardò i codici del regolamento inerente le azioni lecite ed illecite del gioco poiché essi subirono una ulteriore innovazione: venne sancita la possibilità di sostituire durante lo svolgimento della gara, sia in qualsiasi momento sia in qualsiasi posizione, e ad insindacabile giudizio del manager, un giocatore. La restrizione di questo nuovo codice, ancora oggi valida nel baseball, fu che il giocatore sostituito non poteva più rientrare in gioco durante la gara. Com’è intuibile ci furono commenti positivi e negativi circa l’utilizzazione di questa sostituzione, che di certo andava a favorire le franchigie economicamente più ricche e quindi in grado di avere una maggior disponibilità di giocatori, tuttavia, come sancirono gli esegeti del gioco, tecnicamente essa dava la possibilità al manager di poter apportare gara durante più varianti alla sua tattica di gioco e più interesse alla partita che avrebbe così coinvolto un maggior pubblico oltre a rinverdire le discussioni sulla scelta tecnica applicata. Il secondo fu l’evidenza di un primo curioso fatto che interesserà l’esterno centro Louis Rogers Browning soprannominato “il Gladiatore”.

leggi di più 0 Commenti

Come vi comportate se....

di Frankie Russo

Tratto da coachbaseballright.com

Cari coach, cosa dite alla vostra squadra quando state perdendo per manifesta nelle ultime riprese e le possibilità di rimontare sono pari a nulla? E’ una situazione spiacevole e sempre non facile da gestire, quindi:

Dite ai vostri giocatori di impegnarsi al massimo ad ogni turno di battuta, ad ogni giocata per tutto il tempo che rimane?  Fate ciò che non si vede spesso sui campi, cercate di vincere tutto ciò che è rimasto da vincere. Questa mentalità sarà una preparazione per il prossimo allenamento e per la prossima gara. Questo potrebbe essere la differenza tra la vostra squadra e le altre. 

leggi di più 0 Commenti

Cosa ci riserva il futuro?

di Frankie Russo

Tratto da totallyrigers

Ormai è un grido che diventa sempre più insistente. Lo si sente alla radio. Lo si legge su internet. E’ un grido di dolore sempre più forte. Il baseball ha seri problemi e non sembra interessare a molti. I tifosi sono in costante diminuzione. Molte sono le cause e tutte devono essere prese in considerazione. Il baseball si è evoluto in modo molto rapido, molte cose sembrano cambiare in un batter d’occhio. Da un certo punto di vista, il Commissario sta armeggiando su tutto. La sua ossessione sembra essere quella di ridurre il tempo ad un gioco che sembra interessare sempre meno persone. E proprio questo sembra essere l’errore principale. Credete veramente che al tifoso interessi quanto tempo dura una partita? Se invece il livello fosse diciamo più esaltante? Avete mai sentito qualcuno affermare che è stata una bella partita ma è durata troppo? Quand’è che veramente l’attenzione si sposta sulla durata della gara?  Se la vostra attenzione si sposta sul tempo, allora vuol dire che vi siete annoiati. 

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 6

Wendell Cruz-USA TODAY Sports
Wendell Cruz-USA TODAY Sports

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

I favoriti della preseason si fanno avanti ponendo fine alle loro crisi occupando le prime posizioni nel ranking. Testimoni ne sono i Boston Red Sox e Milwaukee Brewers che confermano la forma di fine 2018 entrando di prepotenza nelle Top 10. Ma questo non esclude altre sorprese. I Twins hanno fatto la loro prima apparizione tra le Top 5 oltre che confermando la testa della classifica nell’AL Central traendo vantaggio dalla situazione infortuni degli Indians. I Dodgers confermano la prima posizione mentre Rays e Astros si scambiano la seconda e terza. Avanzano dalla quinta alla quarta posizione i Cubs di Chicago.  Nonostante la new entrance nelle Top 10 dei Red Sox e Brewers, non sono loro ad aver fatto i maggiori passi in avanti bensì i Reds che conquistano ben sette posizioni. Il più grosso passo indietro invece lo registrano i Nationals che perdono 6 posizioni uscendo addirittura dalle Top 20. Cinque posizioni le perdono i Cardinals dopo una settimana che li ha visti registrare un record di 2-5 e a stento restano nelle Top 10.

leggi di più 0 Commenti

L'impossibile è sempre dietro l'angolo

di Michele Dodde

(da una testimonianza del giornalista Greg Presto, corrispondente da Nairobi, Kenia)

Non si è lontani da una vera immaginazione se si configura che quando il 26 aprile del 2017 il sudafricano Gift Ngoepe, con la casacca numero 61, è sceso per la prima volta sul diamante del PNC Park di Pittsburgh, il suo cuore di debuttante nel roster dei Pirati certamente batteva impazzito per l’emozione e che nello stesso momento il suo cellulare nell’armadietto degli spogliatoi incominciasse ad elencare un enorme numero di contatti. "In effetti mi sono sentito in dovere di richiamarli tutti”, dichiarerà poi Ngoepe dopo il suo debutto nella Major League Baseball “perché anche se per la maggior parte erano richieste di interviste da parte di alcune radio, riviste e quotidiani, tra quei contatti vi erano anche appassionate congratulazioni che mi hanno dato molto affetto e sostegno”.

leggi di più 0 Commenti

Agassi e Graff, il futuro nel baseball

Nella foto Jaden Gil Agassi
Nella foto Jaden Gil Agassi

di Paolo Castagnini

Quel ragazzotto nella foto, alto 190 centimetri per 93 chilogrammi di peso, si chiama Jaden Gil Agassi ed è il figlio niente meno che di Andre Agassi e Steffi Graf, due tennisti che hanno fatto la storia mondiale di questo sport. Il figlio però si è innamorato del baseball e i suoi genitori hanno pensato bene di sostenerlo nelle sue scelte. "Mio figlio è incredibilmente motivato a diventare un giocatore professionista nel baseball" ha dichiarato il padre Andre.

leggi di più 0 Commenti

Eventi salienti di una storia infinita # 11

Nella foto la All American durante l'Around the World Baseball Tour nella tappa di Roma Villa Borghese
Nella foto la All American durante l'Around the World Baseball Tour nella tappa di Roma Villa Borghese

di Michele Dodde

Il rientro negli Stati Uniti dei Chicago White Stocking e degli All American, le due franchigie che Albert Spalding nel 1889  veicolò nelle Hawai , in Australia, a Ceylon, in Arabia, in Egitto ed in Europa nel suo promozionale “Around the World Baseball Tour” per far visionare ed apprezzare il gioco (ma anche i suoi personalizzati prodotti sportivi Spalding) si rivelò dunque molto traumatico per i giocatori quando constatarono che i proprietari delle diverse squadre erano decisi ad applicare la ferrea “Brush Compilation Plan” e la successiva “Brush Rule”. 

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 5

(AP Photo/Nam Y. Huh)
(AP Photo/Nam Y. Huh)

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Le sorprese di inizio stagione come i Mets e Mariners stanno pian piano uscendo di scena mentre si entra nel vivo del campionato e prende sempre più piede la qualità delle squadre. I Dodgers confermano la prima posizione seguiti dai Rays che sostituiscono gli Astros. Al quarto posto si confermano i Cardinals mentre al quinto gli Yankees si vedono scavalcati dai Cubs che registrano il più lungo passo in avanti guadagnando 5 posizioni. Non tra le prime dieci, ma avanzano di quattro posizioni i Rangers mentre i Dbacks, grazie ad un record di 9-3 si affacciano tra le Top 10.  Come accennato, i Mariners sono tornati nella normalità e hanno registrato una caduta di ben quattro posizioni mentre di tre posizioni scendono gli Athletics.

leggi di più 0 Commenti

La sfiga ci vede benissimo

di Marcello Perich

Ero nel bel mezzo del mio secondo campionato di Serie C, vale a dire che avevo giocato 6 partite l’anno  prima e tre il secondo, quando l’indimenticabile Carruba mi disse che mi voleva in Serie A, con le Calze Verdi. Probabilmente aveva notato che correvo come un “leprotto spaventato” e un paio di buone gambe facevano comodo. Naturalmente, un mese prima dell’inizio del campionato, dopo aver fatto tutto l’allenamento in palestra, mi lussai la rotula sinistra, con strappo del tendine alare. Capitò facendo uno stupido gioco con mio fratello (che non riuscì mai a perdonarselo). Scarpa di gomma, parquet di legno.

leggi di più 0 Commenti

Vincere la paura

Nella foto un ragazzo indossa il caschetto con la protezione (Foto Corky Trewin)
Nella foto un ragazzo indossa il caschetto con la protezione (Foto Corky Trewin)

di Frankie Russo

Tratto da devzone.positivecoach.com

Steve Young è un ex giocatore di football americano, ha vinto tre titoli del Super Bowl, è stato eletto due volte MVP e nel 2005 è entrato nella football Hall Of Fame. Attualmente è analista per ESPN. In questo articolo Steve Young ci spiega come suo figlio aveva deciso di abbandonare il baseball LL perché aveva paura di entrare nel box di battuta.  Young si rivolse al coach di suo figlio per cercare una soluzione in modo di vincere la paura. Fortunatamente il coach trovò il modo di tenerlo in squadra e riuscì a risolvere il problema.

leggi di più 1 Commenti

Il Baseball come una strada verso Dio

di Michele Dodde

 “Credo che sia il potere delle storie quello di cambiare il mondo”. Questa è stata la testimonianza in un suo dire semplice quanto arguto che lo scrittore Chris Jones ha dettato in merito al coinvolgimento emotivo che particolari situazioni riescono ad esprimere. E l’esempio che a voluto evidenziare è stato quello inerente il modo di ricordare le magistrali lezioni che ebbe modo di ascoltare durante un particolare corso che l’accademico e presidente della New York University, John Edward Sexton, svolgeva ogni anno e che di fatto assemblava due grandi passioni gemelle e durature. La tematica riguardava il “Baseball come una strada verso Dio”.  

Sexton con semplicità e candore confermava sempre che quelle due grandi passioni si erano radicate in lui vivendo a Brooklyn dove era intuitivo che “…dopo la Chiesa non c’era un altare più seguito che quello dell’Ebbets Field, casa dei suoi amati Dodgers. Ed anche perché si viveva e si respirava come un membro dei Dodgers e durante i giochi nelle strade era facile auto immedesimarsi in un giocatore. Per lui, il suo eroe era Jackie Robinson”. 

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 4

Nella foto Alex Verdugo (AP Photo/David Banks)
Nella foto Alex Verdugo (AP Photo/David Banks)

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Grandi novità questa settimana nel power ranking a cominciare dalla posizione # 1 dove gli Astros vengono scavalcati dai Dodgers. Nelle Top 5 fanno il loro ingresso anche Yankees e Cardinals.  Con le tante squadre che stazionano intorno a 500, ci vuole poco per salire o scendere di posizione. Dopo aver resistito per tre settimane nelle Top 10, i Pirates perdono ben 10 posizioni e i Brewers, con otto posizioni perse, escono anch’essi dalle Top 10. Al loro posto rientrano i Cubs grazie alle prestazioni del monte di lancio e i Twins che lasciano intendere che la conquista titolo dell’AL Central non è affatto scontato per gli Indians. La conquista dei Twins di nove posizioni è risultata seconda solo alle undici registrate dai Dbacks.

leggi di più 0 Commenti

La Bandiera salvata

di Allegra Giuffredi

In questi giorni vi sono molte ricorrenze sia religiose che civili e più prosaicamente, vi sono tanti bei ponti da sfruttare per ricaricare le pile. Durante una di queste soste lavorative, mentre stavo guardando una partita delle Majors statunitensi, mi sono imbattuta in un flashback storico molto interessante che ha a che fare con la bandiera a stelle e strisce USA. Quando si vedono le partite di baseball americano in streaming, tra un inning e l’altro vengono mandati in onda diversi filmati con citazioni che riguardano particolari giocatori o episodi altrettanto particolari del passato e di recente uno di questi mi ha davvero interessata. Nel 1976, infatti durante una partita tra i Dodgers di Los Angeles e i Cubs di Chicago, giocata a Los Angeles, Rick Monday (1945), “salvò” la bandiera americana dall’essere bruciata.

leggi di più 0 Commenti

Power Ranking # 3

Shutterstock image
Shutterstock image

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Chiediamo scusa ai lettori per la rubrica Power Ranking in forma ridotta a causa delle vacanze pasquali.

Ogni settimana che trascorre ci offre nuove indicazioni di come si stanno comportando le squadre. Viene da chiedersi se partire forte all’inizio sia una grande opportunità o se un inizio lento possa compromettere la stagione. Ciò che però  è cosa certa è la conferma questa settimana degli Astros in vetta alla classifica. Di pari passo i Rays confermano la posizione # 2 e mostrano di voler aggiudicarsi il titolo divisionale sostituendo i Red Sox che devono trovare la migliore forma specialmente dalla rotazione dei partenti dove Chris Sale è ancora in cerca della sua prima vittoria registrando 4 sconfitte. Il passo più lungo in avanti lo hanno fatto i Pirates di Pittsburgh che entrano nei Top 10 insieme agli Indians. Ma se qualcuno sale, al contrario qualcuno scende come i Braves che perdono ben sette posizioni uscendo dalle Top 10. Anche i Mets, colpiti dal virus degli infortuni perdono sei posizioni ed escono dalle prime 10. 

leggi di più 0 Commenti

Veronica Alvarez

Nella foto Veronica Alvarez al centro del gruppo dei catcher degli Athletics (Foto tratta dal profilo Twitter di Veronica Alvarez)
Nella foto Veronica Alvarez al centro del gruppo dei catcher degli Athletics (Foto tratta dal profilo Twitter di Veronica Alvarez)

di Allegra Giuffredi

Non tutti saranno d’accordo con me, ma il baseball è uno sport molto maschile. Il baseball al femminile, solitamente viene associato al softball, che come dice la parola, dovrebbe essere più soft e quindi più morbido, anche se le giocatrici sono donne decise e tutt’altro che morbide, almeno sul campo. 

È di qualche tempo fa una polemica rognosissima sulla capacità delle donne di commentare tecnicamente una partita di calcio, sulla quale non entrerò, ma che personalmente mi porta ad ammettere che non saprei proprio cosa dire a tal proposito in una partita di baseball. La tecnica la lascio commentare a chi allena o ha allenato: ascolto e basta così,  perché non è il mio stagno e non mi ci addentro, ma questo non vuol dire che un’altra donna non possa avere delle competenze tecniche tali da poter sostenere una conversazione di quel tipo e non solo! 

leggi di più 2 Commenti

Ho visto cose che .....

di Michele Dodde

Una piacevole full immersion di 18 giorni in quel di St. Maarten, ex Antille Olandesi ed ora splendida ed affascinante isola di quel lungo arcipelago di 185 isole che compongono una ideale corona al Mar dei Caraibi, mi permette di dire che “ Ho visto cose che voi non appassionati potreste mai immaginare: funamboliche prese al volo da parte degli esterni su battute che aspiravano al fuoricampo e doppi giochi sul binario 643 di indimenticabile sequenza; ho visto battute realizzate al limite dell’impossibile e smorzate balenate nel buio dell’incredibile. E tutti questi momenti sarebbero andati perduti nel tempo come lacrime nella pioggia se non fossero raccontati.

leggi di più 1 Commenti

Power Ranking # 2

Stephen Brashear/Getty Images
Stephen Brashear/Getty Images

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Un’altra settimana nella RS e abbiamo visto alcune delle squadre favorite mettersi in evidenza. Con nove vittorie consecutive la nuova regina sono gli Houston Astros che prendono il posto dei LA Dodgers. Ma questo è solo l’inizio. Non dovrebbe destare sorpresa se gli Indians sono usciti dalle Top 10 o che i Cardinals sono entrati. La più grande sorpresa viene dall’esclusione dalle Top 5 dei Dodgers e Phillies dove invece si sono inseriti prepotentemente i Rays e Mariners. Con l’incremento di cinque posizioni però non sono gli Astros ad avere fatto il maggiore passo in avanti, record che spetta invece ai Cardinals e Reds che sono saliti di 7 posizioni. Continua la discesa dei Red Sox che escono dalle Top 10 mentre gli Yankees, nonostante i molti infortuni riesce a rimanere tra le prime 10. Grande delusione dei Rockies che perdono ben 9 posizioni.

leggi di più 0 Commenti

Distinguere le buone dalle cattive istruzioni

di Frankie Russo 

Distinguere il bene dal male

(dalle esperienze personali di Doug Breiner, ex MLB)

Non è facile poter distinguere il bene dal male specie quando si tratta dell’istruzione nel baseball, ma è un dilemma che prima o poi tutti devono affrontare. Di seguito elencheremo dei suggerimenti che speriamo possano aiutare a fare tale distinzione. 

leggi di più 1 Commenti

Power Ranking # 1

Sguardo desolato di Chris Sale
Sguardo desolato di Chris Sale

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Con qualche giorno di ritardo riprendiamo la nostra rubrica del Power Rankings by ESPN.

E’ stato un inizio di stagione pieno di sorprese. Squadre e giocatori hanno già lasciato un segno indelebile e lo mostrano le varie classifiche divisionali.  Nella NL Dodgers, Brewers e Mets hanno impressionato ma non sono da sottovalutare i Phillies e Padres. Nell’AL più di tutti si sono messi in luce i Marines con un attacco semplicemente devastante. D’altro canto drammatico è stato l’inizio di stagione per i campioni uscenti Red Sox e Cubs. Con questi rapidi capovolgimenti di fronte sarà interessante vedere cosa vedremo la prossima settimana.

leggi di più 0 Commenti

Swing and miss - Sventolare a vuoto

Nella foto Donald Lutz
Nella foto Donald Lutz

di Frankie Russo

Tratto da International-baseball.com

Esperienze personali di Donald Lutz  ( MLB player)

Oggi affronteremo l’argomento della sventolata a vuoto e dell’approccio con 2 strike. Prima di tutto è bene sapere che non sempre è sbagliato effettuare una sventolata a vuoto e due sono i fattori da tener presente. Non bisogna aver paura di sventolare a vuoto, specialmente presto nel conteggio. Nei miei 10 anni da professionista non riesco nemmeno a ricordare le volte che ho buttato al vento un turno alla battuta per il solo fatto di aver timore di girare la mazza a vuoto.  Avevo deciso di non sventolare ancor prima di mettere i piedi nel box di battuta e vorrei tanto poter tornare indietro  per cambiare quell’approccio. Mi lanciavano un cambio o uno slider e sventolando mi trovavo spesso fuori equilibrio oppure cercavo di fare solo contatto su un lancio basso invece di girare con decisione. La conseguenza era una facile battuta in diamante o un facile pop up. 

leggi di più 0 Commenti

Il DH nella National League

Nella foto David Ortiz (USATODAY)
Nella foto David Ortiz (USATODAY)

di Frankie Russo

Tratto da "free press Carlos Monarrez"

E’ una voce che ormai circola costantemente nelle majors e alla fine è anche la decisione giusta da prendere. Riferendosi all’AL è come sparare sulla Croce Rossa. Da quando fu introdotto nel 1973, il DH è stato una benedizione per molti giocatori che hanno visto prolungare la carriera come Willie Horton, Edgar Martinez, David Ortiz, Alex Rodriguez e Victor Martinez per nominare i più noti.  Ma essere tifosi di una squadra della NL deve essere semplicemente penoso vedere il lanciatore entrare nel box e sentirsi sconfitto ancora prima di arrivarci.

leggi di più 0 Commenti

La traiettoria della mazza

Nella foto Chris Colabello
Nella foto Chris Colabello

LA TRAIETTORIA DELLA MAZZA - Ciò di cui si parla troppo poco

Dalle esperienze dirette di Doug Breiner ex MLB.

di Frankie Russo

Tratto da probaseballinsider

Il baseball è uno sport che ha da insegnare qualcosa ogni giorno se veramente uno ha voglia di imparare. Io ho avuto modo di imparare molto di recente e voglio condividere le mie esperienze. E’ iniziato tutto con il mio amico Chris Colabello. In 7 anni Chris è passato dalla Indipendent League alle majors. Vederlo girare la mazza è una delizia e parlando con lui ha cambiato il  mio modo di analizzare lo swing. Forse non sarà una novità per tutti, ma per me è stato molto utile.

leggi di più 0 Commenti

 

Seleziona sul menu' con il tasto "Blog" per vedere gli articoli precedenti selezionando il mese o cerca con la parola chiave nella casella sottostante