La progressiva evoluzione del baseball

da MLB.com 

di Frankie Russo

tratto da Totally Tigers

Il baseball è in continua evoluzione, il vecchio modo di giocare viene soppiantato dal nuovo quando dimostra di apportare migliorie e/o per introdurre nuove strategie. E’ tutto scritto, succede ormai da oltre 100 anni. Allo stesso modo succede che alcune innovazioni avvengono così lentamente che si percepiscono solo anni dopo. Ed è anche vero il contrario. Le variazioni dimostrano che tornano in auge  statistiche di cui non si teneva più nemmeno conto.  Argomento in questione? Basi rubate, un’arte finita in disuso da decenni ora tornata di moda a seguito dell’introduzione del pitch clock delle basi allargate. L’arte di rubare ha trovato nuova vita e le 70 basi rubate da Ronald Acuna Jr quest’anno ne sono la reale testimonianza. Ma quali sono invece le tendenze che stanno scomparendo, tendenze che molto difficilmente  vedremo in futuro? Diciamo cinque.

  1. GARE COMPLETE. Studi relativi al numero di lanci di un lanciatore in una gara è ritenuto la causa principale degli infortuni. Lo stesso dicasi per il numero di riprese lanciate nel corso di un anno. E’ stato anche accertato che una volta che un lanciatore ha affrontato il lineup due volte, alla terza volta le probabilità di segnare per l’avversario aumentano drasticamente. Nel gioco moderno i lanciatori hanno troppo valore e sono troppo costosi per sottoporli ad eccessivo rischio. 
  2. SMORZATA DI SACRIFICIO. Esistono altri modi per far avanzare un corridore anziché regalare una eliminazione agli avversari. Specialmente ora che le basi sono state allargate offrendo al corridore maggiore probabilità di rubata.
  3. IL NO-HITTER INDIVIDUALE. Questo va a braccetto con “Gare Complete” ma è in relazione anche con gli infortuni al braccio del lanciatore. Le squadre non hanno alcuna intenzione di mettere in pericolo la stagione di un partente e la sua carriera per quel momento fugace di poter raccontare che ha lanciato un no-hitter. 
  4. LA BASE INTENZIONALE. Così come la squadra in attacco non vuole regalare una eliminazione eseguendo una smorzata, così la squadra in difesa non vuole mettere un battitore in base senza che se la sia guadagnata. Responsabilità di questa decisione può essere in parte attribuita anche all’introduzione del Battitore Designato. 
  5. NIENTE PIU’ BATTITORE DESIGNATO “DESIGNATO”. In principio il ruolo di DH era riservato  ai giocatori anziani che non potevano giocare più in difesa. Ma nel roster non vi sono mai abbastanza giocatori, quindi diventa uno spreco avere un giocatore nel lineup che può solo battere. Negli ultimi anni molte squadre ormai usano il DH a rotazione in base alle sue statistiche contro un determinato lanciatore o anche allo scopo di far riposare i giocatori e/o anche per far giocare qualcuno che ha meno possibilità. Diciamo che ogni scusa è buona. 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0