· 

CHAMPIONSHIP SERIES - # 2

MLB.com
MLB.com

MLB.com

di Frankie Russo

ALCS G 2 

YANKEES - ASTROS 

SI VA NEL BRONX CON HOUSTON IN VANTAGGIO 2-0 NELLA SERIE

Entrando nel 4° inning, Houston aveva un vantaggio di 3 punti quando una battuta di Giancarlo Stanton rimbalza sul piatto e s’innalza verso Valdez creando le prerogative per un disastro. Valdez approccia la presa con troppa noncuranza, la palla cade nel trasferimento dal guanto alla mano, quindi nessuna possibilità per il doppio gioco. Valdez poi commette il secondo errore tentando di tirare in prima mentre cade sulle ginocchia ma il tiro fluttua vero l’esterno destro. New York ringrazia e ora ha due corridori in posizione punto nelle persone di Aaron Judge e Stanton. Con una rimbalzante sul prima base Rizzo porta a casa Judge per l’1-3, il suo 6° RBI della postseason. Stanton segna il punto del 2-3 su valida di Torres. Fosse successo un paio di anni fa, una tale situazione avrebbe quasi sicuramente creato a Valdez una situazione di panico. Ma l’esperienza non si compra, si guadagna sul campo ed è ciò che ha fatto Valdez. Non solo ha lasciato al piatto i due successivi battitori, ma ha eliminato 11 degli ultimi battitori affrontati di cui 7 per SO.

Ma andiamo con ordine. L’attacco di New York non sta producendo secondo le aspettative e Boone prova a mischiare le carte. Harrison Bader viene spostato a leadoff e Torres 5°, Stanton è il DH anziché all’esterno sinistro dove torna il giovane Oswaldo Cabrera. Viene schierato come interbase il Rookie Oswald Peraza, il terzo ruolo in tre gare. Nonostante la crisi che attanaglia i top battitori, Dusty Baker resta fedele ai suoi luogotenenti. Curiosità: la gara inizia con qualche minuto di ritardo perché qualcuno ha lasciato aperto un cancello all’esterno centro. 

 

Nell’atmosfera c’è aria di rivincita. Framer Valdez lo scorso anno ha iniziato 3 gare ma non è mai riuscito a superare il 3° inning. Quest’anno invece detiene il record per apparizioni di qualità. Luis Severino è reduce da una serie di infortuni che lo hanno limitato a soli 107 inning lanciati mentre Aaron Judge sta battendo 4x24 nella postseason seppure con 2 HR, ma sono anche i 18 SO che preoccupano. Dura sarà la giornata anche per Jose Altuve che in diverse occasioni solo alcune grandi giocate difensive hanno evitato di interrompere la crisi. E lo si vede subito al primo turno quando batte una palla sulla sinistra di Peraza che effettua la presa a terra e girandosi su se stesso effettua l’eliminazione non senza l’aiuto di Rizzo in prima. 

 

Divertente la sceneggiata tra Rizzo in battuta con Maldonado che lo fissa mentre manda i segnali a Valdez, il timore del ricevitore è che Rizza possa captare i segnali anche se effettuati tramite il pitch count. Le prime due riprese viaggiano in tranquillità quando si arriva al terzo che inizia con Maldonando che arriva in prima colpito dal lancio. Altuve e Alvarez sono i due eliminati intervallati da una valida di Jeremy Pena. Questa volta Alex Bregman non perdona e spedisce la palla per un souvenir nelle tribune a sinistra ed è 3-0 Astros con la gara già in salita per i Bombers.

 

E’ una gara che gli Yankees non possono perdere e seppure Severino sta lanciando bene, già nel 5° Boone ha due rilievi a riscaldare nel bullpen. Ma la sua sostituzione è solo rinviata al successivo inning quando la valida di Kyle Tucker fa sprintare Boone fuori dal dugout terminando la gara di Severino con 82 lanci, 5,1 IP, 5 H, 3 R, 1 BB, 6 SO. Il nuovo entrato Jonathan Loaisiga concede una valida a Gurriel ma chiude l’inning inducendo Diaz a battere in doppio gioco 5-4-3. Al contrario Valdez, supportato da un’ottima curva, continua la sua bella prestazione fino a metà settimo quando lascia dopo 101 lanci, 4 H, 2 R, 9 SO.

 

Nella parte bassa del 7° si assiste allo show difensivo di New York con protagonista sempre l’onnipresente top prospect interbase Oswald Peraza. McCormick batte corto in zona interbase dove Peraza carica, effettua la presa a guanto rovescio, passa la palla nella mano di tiro eliminando il corridore in prima dove l’aspirapolvere Anthony Rizzo cattura su corto rimbalzo.

 

Continua la malasorte di Altuve. Dopo che Maldonado arriva in base per ball, Altuve batte un proiettile in direzione del seconda base Torres che effettua la presa cadendo all’indietro e da seduto fa pervenire la palla sul sacchetto di seconda all’accorrente Peraza il quale, dopo una giravolta a 360°, spara in prima concludendo il doppio gioco coadiuvato sempre dal Gold Glove Rizzo. 

 

Brividi scendono sulla schiena dei 43.000 presenti quando nell’8° Bader arriva in base per ball Judge colpisce forte e lungo a destra dove la palla viaggia spinta dal vento fino a quando non finisce nel guanto di  McCormick che effettua la presa di spalla contro la recinzione. Intelligente il pesta e corri di Bader che ora è in posizione punto ma Stanton rimane al piatto per il terzo eliminato. 

 

Come la sera prima, a proteggere il risultato è chiamato Ryan Pressley. Nonostante debba affrontare il cuore del lineup, Pressly fa il suo dovere e adesso Houston guida la serie 2-0. Con l’attuale format 2-3-2, 43 volte su 53 (81%) le squadre che hanno vinto le prime due gare casalinghe hanno vinto la serie. 

 

L’attacco di New York non sta producendo in questi playoff. Nelle due gare a Houston hanno battuto solo 9 valide e segnato 4 punti subendo un numero eccessivo di strikeout. E’ pure vero che fino ad ora gli Yankees hanno dovuto affrontare i Guardians e Astros considerate le due squadre con i migliori monti di lancio, ma 17 SO ieri e 11 oggi sembrano veramente troppi.  

 

Oggi è giorno di trasferimento in quel di New York dove domani si disputerà Gara 3 che vedrà sul monte per gli Yankees Gerrit Cole (13-8, 3,50 PGL, 257 SO) mentre Dusty Baker non ha ancora annunciato chi sarà il suo partente.  

 

Frankie Russo

 

Sotto il box della partita e più sotto il condensed Game (clicca sulla foto)



Scrivi commento

Commenti: 0