· 

Gli Yankees passano il turno

tsn.ca
tsn.ca

tsn.ca

di Frankie Russo

ALDS G 4 

YANKEES - GUARDIANS 

YANKEES STACCANO IL BIGLIETTO PER HOUSTON

Grazie all’ottima prestazione di Nestor Cortes gli Yankees staccano il biglietto per Houston. Cortes aveva avuto successo nelle sue due precedenti gare contro i Guardians ragion per cui Aaron Boone, seppure con soli tre giorni di riposo, decide di consegnargli la palla per Gara 5. D’altronde il posticipo della gara ha permesso a tutti i rilievi di essere disponibili, persino Geritt Cole, dopo i 110 lanci di domenica, si è dichiarato disponibile se necessario. Nel dugout opposto Terry Francona si affida a Aaron Civale seppure ha incontrato problemi nelle precedenti gare contro gli Yankees, ma le sue ultime prestazioni hanno meritato la sua fiducia.

Come per gli Yankees, anche l’asso della rotazione di Cleveland Shane Bieber si è reso disponibile. Questi sono i caratteri dei combattenti e quando insistono troppo, la soluzione dei manager è di acconsentire, solo verbalmente, per poi mandarli nel bullpen, diciamo un modo gentile di toglierli di torno.

 

Quando inizia la gara, i Guardians mostrano subito le loro intenzioni di giocare “Old School” dopo la valida del leadoff Kwuan c'è il tentativo di sacrificio mal riuscito di Rosario. La crisi di Civale contro New York si evidenzia subito mettendo in base due dei primi tre battitori per BB e colpito. Stanton non perde tempo e realizza l’HR del 3-0. La successiva valida di Donaldson vede Francona recarsi sul monte per sostituire Civale che lascia dopo solo 26 lanci di cui solo 12 strike.

 

Nel 2° Aaron Judge, 2x17 nella serie, non vuole essere da meno di Stanton e da il benvenuto al rilievo Hentges realizzando il suo secondo HR della postseason per il 4-0. Da notare che finora, 15 dei 18 punti segnati dagli Yankees in questa postseaon, sono arrivati via HR!

 

Nel 3° i Guardians tentano una sommessa reazione grazie a un’altra corta volata dietro la terza e una BB che riempie le basi con un eliminato. Il tutto si traduce in una volata di sacrificio del solito Jose Ramirez.  A parte questa breve parentesi, continua a dominare l’attacco avversario fino al 5° Nestor Cortes che esce a metà ripresa con solo 61 lanci e una linea di 3 H, 1 R, 1 BB, 2 SO.

 

Gli Yankees segnano l’ultimo punto della gara su valida di Rizzo. Da qui entrambi i bullpen eviteranno altre segnature. Gli Yankees però non hanno avuto molto tempo per festeggiare dovendo prendere l’aereo solo un’ora e mezza dopo l’ultima eliminazione e per la terza volta in sei anni si recheranno a Houston con una possibilità di disputare le World Series.

 

Certo, le due gare rinviate potrebbero creare qualche problema per la gestione del bullpen ma non sarà questo un motivo che farà sentire loro persi in partenza anche se, sulla carta, gli Astros potrebbero avere un leggero vantaggio, considerando pure che hanno vinto cinque delle sette gare disputate contro gli Yankees in RS.

 

Ma in questo mese di ottobre abbiamo già assistito alle eliminazioni di altre squadre favorite come i Cardinals, Blue Jays, Mets, Dodgers e Braves. Tanto per essere ripetitivi, non vince la squadra migliore, ma quella che gioca meglio. 

 

Frankie Russo

 

Sotto il box della partita e più sotto il condensed Game (clicca sulla foto)


Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Michele (mercoledì, 19 ottobre 2022 09:56)

    Già Frankie, ottimo finale: non vince la squadra migliore, ma quella che gioca meglio!!! Fosse sempre così!!!
    Grazie per questi tuoi reportage: ci fai sentire tutti spettatori.