Wild Card # 1

 

ALWC # 1

 

E’ il solito Jose Ramirez l’eroe di Cleveland

 

Sopra i migliori

 

La folla era così rumorosa da far tremare le mura del Progressive Field mente Josè Ramirez circolava le basi dopo aver realizzato un HR da 2 punti che di fatto ha dato la vittoria ai Guardians in Gara 1.  La folla di 31.000 ha continuato a mostrare il loro apprezzamento a colui che negli ultimi anni ha tenuto la squadra competitiva, e allora ha smesso quando Ramirez è uscito dal dugout per ringraziare i tifosi.

 

Nella parte alta della ripresa, i Rays erano andati in vantaggio grazie a un solo HR di Jose Siri, ma la festa per i Rays è durata poco quando J-Ram ha risposto con il suo HR da 2 punti. McClanahan ha tentato di sorprenderlo con il suo micidiale cambio, ma Ramirez non si è fatto ingannare.

 

Senza di lui difficilmente i Guardians sarebbero nei playoff. Nella RS Ramirez ha guidato la squadra con 29 HR, 126 RBI, 90 punti segnati, 514 di SLG, 869 di OPS e 44 doppi. Questo spiega perché i Guardians gli hanno prolungato il contratto.

 

La vittoria in una serie da tre gare è cruciale per i Guardians, e i numeri spiegano il perché. Nei playoff del 2020, sei su otto squadre che hanno vinto Gara 1 sono passati poi al secondo turno. Il caso ha poi voluto che quelle due squadre abbiano passato il turno vincendo gara 2 e gara 3.

 

Gara 2 è in programma per oggi pomeriggio h. 18:07 italiane e vedrà per i Rays Tyler Glasnow, 1,35 di PGL, contro Triston McKenzie, 2,96 di PGL. 


 

 

Mariners aggressivi sistemano tutto nel primo, poi ci pensa L. Castillo

 

Sopra i migliori

 

A fine luglio i Mariners hanno rinunciato a parte del loro futuro cedendo un gruppo di prospetti per garantirsi i servigi di Luis Castillo e in Gara 1 il lanciatore destro ha dimostrato perché i Mariners abbiano avuto ragione aggiudicandosi la vittoria nella prima gara dei playoff dopo 21 anni. 

 

Castillo ha dominato il potente lineup dei Blue Jays con la sua 4 cuciture e sinker sempre intorno alle 98,6mph lanciando 7,1 riprese con 108 lanci, concedendo 6 valide con 5 SO prima di consegnare la palla a Munoz che ha chiuso concedendo una valida e 2 SO.

 

Castillo ha per la maggior parte lanciato per far mettere la palla in gioco mai permettendo però forte contatto agli avversari e ha potuto controllare la gara dopo che i suoi sono andati subito in vantaggio nella prima ripresa.

 

Il leadoff J. Rodriguez è arrivato in prima colpito da lancio, per poi segnare su un doppio di E. Suarez seguito da un HR da 2 punti di Cal Raleigh. Nel 5°, con corridore in terza, Suarez batte una lenta rotolante in diamante che porta a casa il punto del 4-0. Nonostante i 5,2 inning lanciati da Manoah per Toronto, sul monte si sono alternati altri 5 rilievi per portare a termine la gara.

 

Gara 2 si giocherà stasera con inizio alle 22:07 italiane e vedrà il mancino Robbie Ray 3,71 di PGL contrapposto a Kevin Gausman, 3,35 di PGL. Curiosità: Lo scorso anno Ray ha vinto il CY Young Award con i Blue Jays per poi essere ceduto ai Mariners che invece lo hanno sostituito proprio con Gausman. Stasera gara della verità.


 

NLWC # 1

 

Un disastroso nono inning condanna i Cardinals 

 

Sopra i migliori

 

Undici sono gli anni trascorsi da quando i Phillies hanno partecipato agli ultimi playoff, e con i Cardinals in vantaggio di due punti nel nono, sembrava che il ritorno dovesse iniziare con una sconfitta.

 

Con una probabilità di vittoria ridotta al 3%, la svolta avviene nel nono quando JT Realmuto, 1.005 gare di RS senza una un’apparizione nel playoff, inizia la ripresa con una valida seguita da due BB di Bryce Harper e Nick Castellanos che riempiono le basi. I Phillies accorciano le distanze con Alec Bohm che viene colpito. Jean Seguera, anch’egli 1.328 gare di RS senza un’apparizione nella postseason, porta i Phillies in vantaggio con una valida a destra. I Phillies segnano altri 3 punti con una battuta in diamante di Bryson Scott, una valida di Brandon Marsh e un SF di Kyle Schwarber.

 

Eppure nulla faceva presagire un tale fine gara dopo che il monte di lancio di St. Louis aveva tenuto a bada il forte lineup di Philadelphia a solo due valide per 8 riprese con Quintana sugli scudi: 5,1 riprese lanciate, 2 valide; Hicks, 0,2; e Gallegos 1,1.

 

Forse l’emozione ha tirato un brutto scherzo al debuttante lanciafiamme Helsley, uno dei migliori rilievi nelle majors che ha realizzato un record di 9-1, PGL di 1,24 e 19 salvezze con 94 SO in 65 riprese lanciate. Un lieve infortunio al dito medio ha forse compromesso la sua prestazione accusando seri problemi di controllo aprendo le porte alla rimonta degli avversari.

 

Zack Wheeler dei Phillies non era stato da meno lanciando 6,1 riprese concedendo 2 valide, 1 BB con 4 SO. Ma dopo la prima eliminazione al volo di Nolan Arenado, manager Rob Thompson ha pensato bene di effettuare la sostituzione sul monte con J. Alvarado il quale ottiene la seconda eliminazione prima di concedere una BB a Dylan Carlson.

 

Anche St Louis provvede a un cambio e manda nel box il PH Juan Yepez che porta i Cardinals in vantaggio per 2-0. Tenuto conto delle prestazioni dei lanciatori, sembrava ormai fatta, ma il forte lineup di Philadelphia non ha mollato e si è portato a casa l'importante vittoria di Gara 1. Per Gara 2 i Phillies si affideranno al mancino Ranger Suarez, 3,65 di PGL, mentre i Cardinals non hanno ancora annunciato il loro partente.


 

 

I Frati bastonano un irriconoscibile Max Scherzer

 

Sopra i migliori

 

Ore prima della gara, il manager Bob Melvin era in conferenza stampa rispondendo alle insistenti domande dei giornalisti del perché Josh Bell batteva cleanup e perché Trent Grisham era addirittura nel lineup.

Questi erano i giocatori che avevano aiutato la squadra ad arrivare ai playoff e saranno loro a continuare a contribuire, non sempre una crisi di agosto e settembre si prolunga nel mese di ottobre.

 

Qualche ora dopo, sia Bell che Grisham ripagano la fiducia di Melvin con un HR da 2 punti di Bell nel primo e un solo HR di Grisham nel secondo per il 3-0. Ma la brutta giornata di Scherzer non finisce qui. Nel 5° i Padres lo colpiscono ancora duro con altri 2 HR portandosi sul 7-0  costringendo Showalter alla sostituzione dopo che Scherzer aveva concesso 7 valide, 7 punti, con soli 4 SO.

 

Eppure questo non rientrava nello stile dei Padres che con soli 153 HR, erano la squadra con meno HR di tutte quelle partecipanti ai playoff. Per dovere di cronaca però, sottolineiamo che i Padres in precedenza avevano battuto 4 HR in una gara. Contro chi? Max Scherzer. A seguire May, Lugo, Peterson e Givens hanno portato a termine la gara senza ulteriori danni, ma ormai il gioco era fatto.

 

Dall’altro lato, Yu Darvish ha lanciato 7 riprese concedendo 6 valide, 1 punto, con 4 SO. L’unico punto per i Mets è avvenuto nella parte bassa del 5° su HR di Eduardo Escobar. Per Gara 2 si preannuncia un’altra interessante sfida sul monte tra Blake Snell per i Padres, PGL 3,38, opposto all’altro asso dei Mets Jacob deGrom, PGL 3,08). 

 

Frankie Russo

 

Scrivi commento

Commenti: 0