Cosa significa vincere

(Photo by Joshua Bessex/Getty Images)
(Photo by Joshua Bessex/Getty Images)

(Photo by Joshua Bessex/Getty Images)

di Lorenzo Malengo

presentazione di Paolo Castagnini

"Cosa significa vincere" è il primo lavoro del nostro nuovo collaboratore Lorenzo Malengo. Lorenzo ha giocato per lunghi anni e nonostante la giovane età ha già molte esperienze come coach nel settore giovanile, la cosa però più interessante è che Lorenzo ha studiato da Mental Coach presso l'University of Toronto e con The Black Swan Group. Auguro pertanto a Lorenzo una grande carriera sportiva.

 

Cosa significa vincere -  di Lorenzo Malengo

 

Sentiamo spesso questa frase: "Vincere o perdere non è importante, l’importante è come si gioca". Ma cosa significa?

In ogni sport, in ogni squadra, c’è almeno un giocatore “diverso”, più forte fisicamente, più abile, più talentuoso, più furbo. Se l’obiettivo è vincere una partita, affidiamo a quel giocatore le maggiori responsabilità. Succede spesso così nelle categorie giovanili.

I genitori, gli allenatori, parlano sempre di “divertirsi”, “far giocare tutti”, “insegnare a giocare”, ma alla fine tutti, naturalmente, vogliono vincere ogni partita e quindi fanno fare tutto al loro giocatore migliore a discapito di tutti gli altri bambini e ragazzi.

 

È un grave errore. Una partita non è solo una partita ma fa parte di una serie di partite, un campionato; un campionato non è solo un campionato che termina alla fine della stagione, fa parte di una serie di campionati che si sviluppano in molti anni, e la vita in generale è una serie di campionati, una serie di partite molto diverse tra loro che richiedono competenze specializzate, una serie di competizioni che si sviluppano su vari livelli contemporaneamente.

 

Non dovremmo mai sacrificare la vittoria della serie di campionati per vincere una singola partita. Il modo per farlo è costruire il carattere e la personalità di ogni singolo giocatore, soprattutto di quelli più inesperti, e affidare a quei giocatori già più abili la responsabilità di essere l’ispirazione e l’esempio per gli altri.

Il carattere individuale, al servizio di un obiettivo comune, è lo strumento che permette di vincere il maggior numero di partite possibile attraverso il periodo di tempo più lungo possibile.

 

Bisogna mostrare ai ragazzi cosa significa sfruttare il proprio carattere per giocare bene insieme agli altri. Se un ragazzo impara questo, ci sarà la fila di ragazzi che vorranno giocare con lui e ci sarà anche una fila di adulti che vorranno mostrargli come giocare meglio.

 

Avrà amici per tutta la vita, sarà socievole e civilizzato, e verrà invitato a giocare sempre più partite di sempre più diversa natura. Ne vincerà alcune ma, soprattutto, parteciperà a tutte. Vincerà nella vita.

 

"Vincere o perdere non è importante, l’importante è come si gioca". Significa: non dimentichiamoci mai che stiamo cercando di mostrare ai giovani come vincere nella vita, e dobbiamo allenare le strategie che gli permettono di fare bene nella vita mentre sono all’interno di qualsiasi partita specifica. Soprattutto, non dobbiamo mai compromettere le loro abilità di vincere nella vita solo per ottenere la vittoria di una singola partita.

 

Lorenzo Malengo

 


Lorenzo Malengo è un ex giocatore attualmente tecnico istruttore di secondo livello per il baseball. Negli ultimi anni ha collaborato con alcune società proprio come tecnico soprattutto per il settore giovanile. Al di là della qualifica come allenatore ha anche studiato varie discipline in varie forme per diventare mental coach, ed è proprio in quel ruolo che si sta concentrando maggiormente perché è una figura che manca molto all’interno di una società sportiva, soprattutto se è una società che investe nel settore giovanile. 

Il suo curriculum scolastico:

  • Liceo Linguistico
  • University of Toronto: studente di Psicologia (personalità, comportamento, comunicazione) 
  •  University of Toronto: studente di Religione, Filosofia e Mitologia
  •  The Black Swan Group: tecniche di negoziazione e comunicazione

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Michele (martedì, 30 agosto 2022 09:51)

    Benvenuto Lorenzo. Hai scritto un interessante articolo di pregio con innovativi punti di vista. Da seguire.