The Under Armour All-American Games

(foto di Eddie Kelly / ProLook Photos)
(foto di Eddie Kelly / ProLook Photos)

(foto di Eddie Kelly / ProLook Photos)

di Paolo Castagnini

Basta dire che di qui sono passati  Antony Rizzo, Nicholas Castellanos, Byron Baxton, Alex Verdugo, Kyle Tucker, Bo Bichette, MJ Melendez, Bobby With Jr. tutti major leagues e tutti famosi, e molti altri ancora, per capire la portata e il livello di questa iniziativa. Tutto è partito nel 2008 e si è ripetuto di anno in anno. Gli scout arrivano come api sul miele, tutti con il loro radar e la loro attrezzatura. L'organizzazione è di Baseball Factory sponsorizzata da Under Armour e i ragazzi sono scelti tra i Junior (penultimo anno di high school) e i Senior (ultimo anno), da una commissione di scout. In ogni caso il 90% di loro saranno scelti nei futuri draft della MLB e all'incirca un terzo al primo round. Alcuni di loro proseguiranno la scuola al College, altri accetteranno la prima offerta delle organizzazioni Major.

La Under Armour All-American Games è comunque un'iniziativa per addetti ai lavori e non viene quindi pubblicizzata al pubblico, ma comunque il Kauffman Stadium era aperto anche agli spettatori.

Quest'anno come nel 2021 ad ospitare l'evento sono stati i Kansas City Royals e ho avuto modo di partecipare attivamente durante l'allenamento di lunedì 15 Agosto 2022 alla Royals Youth Academy, lanciando il BP a due gruppi di battitori.

 

E' stata per me una grande soddisfazione sia per essere stato coinvolto sia per aver visto da vicino questi talenti. A seguire l'evento un centinaio di scout tutti con i loro radar e block notes.

 

Il giorno successivo, martedì 16 gli atleti si sono trasferiti al Kauffman Stadium dei Royals per una partita suddivisi tra American e National.

 

La partita è terminata con la vittoria dell'American per 14-2 ma naturalmente un risultato che non significa nulla. L'importante per questi ragazzi era dimostrare il loro valore agli scout presenti.

Blake Mitchell (foto di Eddie Kelly / ProLook Photos)
Blake Mitchell (foto di Eddie Kelly / ProLook Photos)

E di valore ce n'era veramente tanto ad iniziare dal lanciatore partente dell'American l'RHP Travis Sykora (16 anni si diplomerà nel 2023) capace di una palla veloce da 99 miglia e di un ottimo slider. Blake Mitchell sempre dell'American che ha battuto un singolo per due RBI e che lo ha consacrato MVP della manifestazione. O Alfonsin Rosario che ha battuto un doppio con RBI per la National, e molti altri ancora.

 

Insomma una bella vetrina per questi ragazzi che con ogni probabilità saranno il futuro delle organizzazioni della MLB.

 

Questo è stato il mio ultimo impegno come volunteer coach presso la Royals Youth Academy di Kansas City nel 2022 e che spero di poter ripetere nel futuro.

 

Si torna a casa con un bagaglio ricco di esperienze e di emozioni.

Grazie Royals Family!

 

Paolo Castagnini

 

Sotto l'elenco  dei ragazzi presenti per la American e National 

Scrivi commento

Commenti: 0