Un giorno ti ricorderai

di anonimo

Ho speso 15 anni seguendo lo sport che amo. Ho giocato ogni fine settimana, ad ogni festività e ogni estate fino all’età di 20 anni. Ho collezionato memorie, trofei e tante cicatrici. E poi un giorno ho preso una delle decisioni più difficili della mia vita, ho smesso. Ero convinto che fosse la decisione giusta e per molto tempo ho continuato a crederlo. Succederà a tutti un giorno di lasciare il campo per sempre. Un giorno appenderai i tuoi spike per sempre. Un giorno metterai il tuo guanto in una borsa dove rimarrà per molti mesi. Un giorno svanirà la tua abbronzatura. Dimenticherai il tatto delle cuciture sotto le tue dita. Ti resterà difficile ricordare come battere un lancio perfetto. Vedrai i tuoi compagni di squadra una o due volte all’anno invece che tutti i giorni. Non scivolerai più in seconda. Non correrai più verso il cuscino di prima. Un giorno ti troverai dall’altra parte della rete.

Un giorno questo non farà più parte della tua vita. E quando non lo sarà più, non ricorderai le cose che vorresti. Non ricorderai quante volte sei andato strike out. Non ricorderai quanti errori hai commesso. Non ti meraviglierai più per quanti home run hai battuto. Non ti importerà più della tua media battuta o PGL. E più di tutto, non ricorderai nemmeno quante partite hai vinto e quante ne hai perso. 

Alla fine del tuo ultimo inning ricorderai solo quante volte hai pensato di smettere ma non lo hai fatto.

 

Ricorderai i compagni di squadra e le loro famiglie a cui hai voluto bene durante tutto questo percorso.

 

Ricorderai di aver giocato con il freddo, sotto la pioggia e con un caldo soffocante. Ricorderai gli alberghi dove hai sostato, i lunghi viaggi in pullman.

 

Ricorderai gli allenamenti e le partite. Ti ricorderai dei coach che in te hanno sempre posto la loro fiducia.

 

Ma più di tutto, ti ricorderai di quella pura felicità che può derivare solo dall’aver messo i piedi tra quelle due linee di gesso. Ricorderai i momenti in cui hai fatto più di quello che ti aspettavi. Ricorderai ogni volta che hai mostrato il talento che ti ha dato la divina provvidenza. 

 

Un giorno tutto questo non farà più parte della tua vita.

 

E allora oggi corri il più veloce che puoi indipendentemente se batti un pop sul lanciatore o se la palla rimbalza sulla rete all’esterno.

 

Oggi, gira la mazza più forte che puoi. Concentrati su ogni lancio e cerca di realizzare il massimo che puoi.

 

Oggi, esegui ogni giocata come se fosse la tua ultima opportunità.

 

Oggi, gioca perché è ciò che desideri e perché ne senti il bisogno. Gioca perché quel ragazzino che era in te si è innamorato di questo sport tanti anni fa.

 

Oggi, non smettere fino a quando non è stato effettuato l’ultimo lancio. Gioca con il massimo della tua passione e lascia ogni goccia di sudore sul campo.

 

Un giorno, questo non farà più parte della tua vita. Quando quel giorno avverrà, assicurati che non vorresti cambiare nulla.

 

Scritto anonimo tradotto da Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0