Le novità del 2022

di Frankie Russo

tratto da ESPN.com

Il baseball è uno sport relegato troppo al passato, dicono alcuni. Il baseball è diventato troppo tecnologico, dicono altri. Il baseball non cambia abbastanza, il baseball cambia troppo. A seguito del nuovo CBA, nel campionato 2022 assisteremo ad altre significative innovazioni, e con molte altre previste per il 2023. Oggi ci soffermiamo a dare uno sguardo ai cambiamenti che vedremo quest’anno cominciando da quello più significativo: L'allargamento dei Playoff.

ALLARGAMENTO DEI PLAYOFF

Il numero delle squadre che parteciperà ai playoff passa da 10 a 12 con l’aggiunta di una terza wild card per ogni lega. Per il momento la MLB sta mantenendo il format di tre divisioni per ogni lega, quindi le due migliori classificate passeranno di diritto alla fase successiva, mentre la migliore terza classificata e le tre seconde classificate s’incontreranno in una serie al meglio delle tre gare in casa della squadra con il migliore record. Il resto rimane invariato.

 

Il nuovo format significa che il 40% delle squadre parteciperà ai playoff e ha come scopo di far competere le squadre fino alla fine per migliorare il proprio record. Ma significa pure che si abbasserà la qualità delle squadre partecipanti ed esiste anche la possibilità di vedere nei playoff squadre che hanno finito con un record sotto 500.

 

Negli ultimi 10 anni è successo una volta sola. Il nuovo format eliminerà anche la possibilità di una eventuale gara 163 in caso di parità in classifica. Infine la nuova regola potrebbe influire sul trade dead-line a fine luglio. Con l’incremento delle possibilità di giocare in ottobre, molte più squadre saranno interessate a rinforzarsi, oppure al contrario, considerato che per passare la prima fase il format prevede una serie di tre gare, altre squadre possono ritenere il roster già sufficientemente adeguato.

IL CALENDARIO

Conseguenza del lockdown è stato anche che l’Opening Day è stato spostata dal 31 marzo al 7 aprile se questo significa che 91 gare hanno dovuto essere riprogrammate.

 

Una parte di queste serie saranno recuperate nel corso del campionato, altre invece a fine campionato di cui due di esse saranno doppi incontri tenuto conto che la serie era da 4 gare.

 

Buona notizia è che i doppi incontri torneranno ad essere di 9 inning, ma per il 2022 vedremo ancora un corridore posizionato in seconda base in casi di extra inning con l’impegno che sarà eliminato nel 2023.

 

La revisione del calendario non permetterà a tutte le squadre di osservare i giorni di riposo ad inizio stagione come generalmente verificato in passato per limitare gli infortuni. Un’altra grande novità per il 2023 è che tutte le squadre di entrambe le leghe s’incontreranno tra di loro eliminando l’obbrobrio di giocare 19 gare contro squadre della stessa divisione. 

 

ALLARGAMENTO DEL ROSTER PER APRILE

I manager avranno a disposizione più giocatori in conseguenza del ridotto periodo dello spring training. Quindi, limitatamente al mese di aprile, il roster sarà composto di 28 elementi anziché 26. La quasi totalità delle squadre hanno annunciato che porteranno qualche rilievo in più e sarà interessante vedere come i manager vorranno gestire i partenti. Joe Maddon degli Angels ha già dichiarato che Shohei Othani è pronto per 90 lanci, Terry Francona dei Guardians sostiene che nelle prime due settimane i suoi partenti saranno limitati a 65 lanci mentre Max Scherzer ha già effettuato 90 lanci durante lo spring training. E’ ovvio che i manager che seguiranno la strategia di Francona avranno bisogno di un maggior numero di rilievi.

 

IL BATTITORE DESIGNATO  

Dopo il temporaneo utilizzo nel 2020 causa la pandemia, nel 2022 vedremo il DH in entrambe le leghe. La statistica più importante nel merito? I lanciatori hanno battuto con una media di 110 nel 2021. Interessante è notare come negli anni le squadre dell’AL abbiano ottenuto diversi risultati dall’utilizzo del DH.

 

Attualmente risulta che solo 4/5 squadre utilizzano un DH fisso tenuto conto che le squadre preferiscono alternare i loro giocatori nella posizione. E’ una strategia che si può ritorcere contro se già la squadra non è dotata di un forte attacco. Per esempio, si stima che Othani degli Angels come DH abbia realizzato 177 punti nel 2021 mentre per i Tigers è stato stimato una produzione di 49 punti dal DH, una differenza di ben 75 punti! Quindi è sottovalutata l’importanza di avere un DH che produca punti e per questo, in particolare nella NL, vi sono state squadre come i Phillies, Dodgers,  Nationals e Giants che hanno voluto rinforzare il settore offensivo. 

LA REGOLA DI SHOHEI OTHANI

Vi sono state in passato altre regole che hanno preso il nome da giocatori come Buster Posey per collusioni a casa base o Chase Utley per le scivolate in seconda. Queste regole sono subentrate a seguito di specifici incidenti che hanno coinvolto quei giocatori, ma la regola che coinvolge Othani è diversa perché è stata creata solo per lui!

 

Fino all’anno scorso, quando Othani era il partente ed era inserito nel lineup, significava che gli Angels rinunciavano al DH e Othani doveva lasciare la gara quando veniva sostituito. La nuova regola adesso prevede che quando viene sostituito come lanciatore, egli può prendere posto nel lineup al posto del precedente DH. In sostanza, per Othani si prevedono dalle 20 alle 25 presenze in più nel box di battuta, e magari una di esse potrebbe rappresentare il punto della vittoria.

 

LIMITE DI SPOSTAMENTI PER I GIOCATORI

Uno dei peggiori aspetti del baseball moderno è l’eccessivo spostamento dei giocatori dalle majors alle minors che fino ad ora era illimitato. Con il nuovo CBA il numero degli spostamenti può essere massimo di 5 volte, può sembrare poco importante, ma provate a chiederlo a quei giocatori che lo fanno per 6 mesi durante la regular season. 

 

LARGO AI GIOVANI 

Un’altra manipolazione è stata oggetto di forte discussione durante le trattative del CBA. Ad inizio stagione, di solito le società trattenevano i giovani talenti nelle minors allo scopo di prolungare il controllo sul loro contratto e tardare l’ingresso nella categoria dei free agent. La nuova regola, al contrario, prevede incentivi per le società che inseriscono i giovani talenti nel roster dell’Opening Day. L’incentivo consiste in una compensazione nelle selezioni sia nazionali che internazionali.

 

Se vogliamo dare un nome anche a questa regola, andrebbe senza dubbio intitolato a Kris Bryant il quale, con i Cubs, vinse il titolo di Rookie Of the Year e il titolo di MVP nel secondo anno dopo che la società lo trattenne nelle minors per 10 giorni nel 2015.

 

Dei giovani che potranno beneficiare della regola si fanno già i nomi di Bobby Witt Jr (Royals), Julio Rodriguez (Mariners), Spencer Torkelson  (Tigers), Hunter Greene (Reds), Reid Detmers (Angels) e Oneil Cruz (Pirates).  Sarebbero entrati nella categoria anche Adley Rutschman (Orioles) e Riley Greene (Tigers) se a loro non fossero occorso infortuni che li terranno fuori roster all’OD.

Bobby Witt Jr (photo by Michael Ainsworth)
Bobby Witt Jr (photo by Michael Ainsworth)

MESSAGGERO NON PORTA PENA

Ok, non ci sarà ancora l’arbitro robot che invece verrà testato già da quest’anno in Triplo A, ma un piccolo positivo cambiamento nel sistema ci sarà: I giudici di gara in campo commenteranno il replay durante la visione. Ma non vi aspettate che vi spieghino la regola dell’Infield Fly in 30 secondi o, peggio ancora, soffermarsi a vedere 5/6 volte il corridore che viene eliminato dopo aver superato la base in scivolata.

 

UMIDIFICATORI

A tutte le società sarà chiesto di utilizzare un umidificatore allo scopo di conservare le palle ad una temperatura costante prima di essere utilizzate in gara.

 

E’ un sistema che viene già praticato in 9 stadi della majors, e più notoriamente al Coors Filed, Colorado che lo usa sin da 2002. Per quanto riguarda il Chase Field in Arizona, si calcola che nel 2016 e nel 2017 il clima abbia influito durante la stagione rispettivamente di 107 e 113 punti segnati.  L’innovazione potrà incidere anche in quelle città dove la temperatura è generalmente molto alta.

 

ATTENTI ALL’IMPUGNATURA

Diventerà ancor più rigido il controllo dei giudici di gara relativamente all’uso di sostanze appiccicose (BOTR 17/6/21). Adesso agli arbitri si chiede di revisionare più spesso non solo il guanto, il cappello e la cintura dei lanciatori, ma anche le mani alla ricerca di sostanze proibite per imprimere maggiore rotazione alla palla.

 

In un primo momento sembrava che il fenomeno fosse diminuito, ma poi si è costatato che si era tornati allo status primordiale sospettando che i lanciatori avessero trovato un nuovo metodo per ingannare gli arbitri. In questo lasso di tempo solo due lanciatori sono stati sospesi per essere stati trovati colpevoli. Per farvi rendere conto a che punto era arrivato il problema, quando a Gerritt Cole degli Yankees è stato chiesto se avesse mai usato sostanze appiccicose, ha replicato che non sapeva cosa rispondere. 

 

INALZAMENTO DEL TETTO SALARIALE

Più conosciuto come Tasso di Lusso, l’argomento è stato fortemente dibattuto durante le trattive del CBA. In effetti trattasi di una tassa che devono pagare le società che superano un tetto salariale stabilito dalla MLB che fino allo scorso anno era di 210 milioni di dollari. Nel 2021 solo due società, Dodgers e Padres hanno superato il limite. Dal 2022 il tetto è stato innalzato a 230 milioni e subirà un graduale incremento negli anni a seguire. Con i grossi nomi sul mercato in questa off season, la tassa non è servita molto a bloccare le società più ricche dall’investire in free agent tanto che Dodgers, Mets, Yankees, Red Sox e Phillies hanno tutte superato abbondantemente il tetto dei 230 milioni. 

 

ABITUATI AI NUOVI CLEVELAND GUARDIANS

Comincia una nuova era in Cleveland dove i colori sullo scoreboard, sulle casacche e sui cappelli restano invariati, cambia solo il nome in Guardians da Indians ritenuto non generoso nei confronti dei nativi. Cleveland è la prima organizzazione a cambiare nome da quando nel 2008 i Tampa Bay Devil Ray divennero semplicemente Rays. E cosa successe quell’anno? I Rays giocarono nelle World Series. 

 

Adesso che abbiamo imparato quali saranno le principali variazioni del 2022, sarebbe quasi ora di passare al baseball giocato. 

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0