Cosa aspettarci in Gara 5 - Dodgers @ Giants

di Frankie Russo

(Immagine da FOX Sports)

Dopo 23 entusiasmanti gare tra i Dodgers e Giants quest’anno, è stato deciso dal fato che l’epica sfida tra le due compagini con le migliori percentuali di vittorie nelle majors si dovranno affrontare ancora una volta sotto i riflettori di tutto il mondo del baseball in una gara “O vinci o vai a casa” contro i rivali di sempre. E’ un elettrolizzante "déjà vu" di quando gli Yankees e i Red Sox si sono incontrati nella Wild Card.  La rivalità tra i due club va indietro negli anni all fine dell’800 quando entrambe le squadre stazionavano in quel di New York come New York Giants nel loro Polo Grounds, e i Brooklyn Dodgers nel loro Ebbets Field.  Vi sono state altre sfide che hanno deciso le sorti della stagione, ma credere o no, è la prima volta che s’incontrano in una gara di questa intensità.  Facciamo un salto indietro nella storia.

3 Ottobre 1951: Spareggio al meglio di 3 gare per il titolo divisionale.

Risultato finale Giants 5, Dodgers 3.

Fu la prima serie di sempre trasmessa coast to coast in diretta TV. "I GIANTS VINCONO. I GIANTS VINCONO"!!! Fu con queste parole che il telecronista Russ Hodges annunciò la vittoria dei Giants con l’HR di Bobby Thompson al Polo Grounds. L’entusiasmo scaturiva anche dal fatto che a metà agosto i Giants erano indietro di 13 gare tanto che la stampa riportava:

“I Dodgers possono cominciare già a studiare le squadre dell’American League per le World Series”.

 

Invece i Giants vinsero 37 delle ultime 44 gare mentre i Dodgers realizzarono una percentuale poco sopra 500 forzando lo spareggio. Entrando nella parte bassa del nono inning di Gara 3, i Dodgers conducevano 3-1. La loro difesa non perfetta e la sostituzione sul monte di lancio con Ralph Branca al posto dell’asso Don Newcombe permisero il turno in battuta di Thompson che realizzò uno dei più famosi HR della storia.

3 ottobre 1962: Spareggio al meglio di 3 gare per il titolo divisionale. Risultato finale Giants 6, Dodgers 4.

I Giants sbalordiscono con una rimonta nel 9° inning. Le squadre non erano più localizzate in New York con il loro trasferimento sulla West Coast dopo la stagione 1958, ma la rivalità tra le due compagini non era cambiata.

 

A differenza del 1951, la tensione fu simile a quella del 2021 dove le due squadre duellarono spalla a spalla per tutto il campionato.  Ancora una volta i Dodgers bruciarono il vantaggio perdendo 10 delle ultime gare mentre i Giants vinsero l’ultima di campionato contro Houston con un HR di Wille Mays nell’8° inning. Entrambe finirono con un record di 101-61. I Dodgers si aggiudicarono il vantaggio di campo con il lancio della moneta.

 

Con la serie in parità, in Gara 3, entrando nel nono, i Dodgers si trovavano nell’esatta situazione di 11 anni prima in vantaggio per 4-2. Tutto, però, dal quel momento andò contro i Dodgers. Una valida, due basi su ball, una valida, una volata di sacrificio, una base su ball con le basi cariche e un errore difensivo capovolsero il risultato.

 

Billy Pierce lanciò un perfetto nono inning, l’unica sua salvezza dell’anno. Come nel 1951, i Giants persero le World Series contro i New York Yankees. 

ALTRE SFIDE EPOCALI

 

2004: Dodgers finiscono con due gare di vantaggio nella National League West.

Entrando nell’ultimo fine settimana i Dodgers avevano un vantaggio di tre gare sui diretti rivali. L’ultima serie della stagione era tra le due rivali, ma questa volta la rimonta dei Giants non riuscì. Ironia della sorte vuole che i Dodgers vinsero con un walk-off HR di Steve Finley che solo due mesi prima vestiva la casacca di San Francisco.

1997: I Giants finiscono con due gare di vantaggio sui Dodgers.

Dusty Baker era il manager dei Giants portando la squadra da ultima della stagione precedente alla migliore nell’anno successivo. I Giants vinsero una serie di due gare a metà settembre contro i Dodgers portandosi in parità in testa alla classifica. La serie si decise nel 12° inning con un HR di Brian Johnson che finì nella baia di San Francisco consegnando ai Giants il primo titolo di divisione dopo 8 anni.

1971: Giants finiscono con una gara di vantaggio sui Dodgers nella NL West

Ad inizio settembre i Giants avevano un vantaggio di 8 gare sui Dodgers prima che Los Angels andasse 18-9 aggiudicandosi 5 vittorie negli scontri diretti. Nell’ultima di campionato i Dodgers vinsero per 2-1 contro Houston ma lo stesso fecero i Giants contro i Padres evitando così un terzo drammatico spareggio.

 

1966: Dodgers finiscono con 1 gara ½ di vantaggio sui Giants nella NL West.

Il finale di campionato merita di essere ricordato come ciò che sarebbe poi successo con l’avvento di internet. I Giants vincono la loro gara contro i Pirates ma i Dodgers dovrebbero perdere entrambe le gare nel doppio incontro con i Phillies per forzare i Giants a un recupero contro Cincinnati.  Los Angeles perde Gara 1 e i Giants si recano all’aeroporto non sapendo se avessero preso il volo per tornare a casa o volare a Cincinnati per la gara di recupero. In Gara 2 però, sul monte per i Dodgers c’era un certo Sandy Koufax che vinse lanciando una gara completa conquistando il titolo divisionale.

 

1965: Dodgers finiscono con 2 gare di vantaggio sui Giants nella NL West.

Nel mese di settembre i Giants vinsero 14 gare consecutive e i Dodgers risposero vincendone 13 di fila. Il 27 settembre le squadre erano pari ma i Dodgers avevano dalla loro Don Drysdale e Sandy Koufax che sigillarono la stagione con otto vittorie trionfando poi nelle World Series contro i Twins.

 

1959: Dodgers finiscono con 1 gara ½ di vantaggio sui Giants nella NL West.

I Giants guidavano la classifica con due gare di vantaggio fino a 19 settembre quando i Dodgers vinsero un doppio incontro. I Giants persero 5 delle ultime 6 gare consegnando di fatto il titolo ai Dodgers che vinsero 4 delle ultime 6 gare per poi proseguire vincendo lo spareggio contro i Braves. 

 

1924: Giants finiscono 1 gara ½ di vantaggio sui Dodgers nella NL West.

La perenne fastidiosa presenza dei Dodgers, all’epoca Brooklyn Robins, fu oggetto di polemiche da parte dei potenti Giants dell’anno. New York aveva un vantaggio di 1 gara ½ su Brooklyn entrando nell’ultima serie contro i Phillies quando Jimmy O’Connell, esterno dei Giants cercò di corrompere per 500$ Heinie Sand, interbase dei Phillies, invitandolo a giocare sotto tono. Sand non solo rifiutò, ma denunciò O’Connell che fu sospeso a vita per l’offerta della bustarella. I Giants vinsero comunque 2 delle 4 gare aggiudicandosi il titolo divisionale per il 4° anno consecutivo.

Dopo questa scorpacciata nel passato, torniamo ai giorni nostri. I Dodgers hanno evitato l’eliminazione grazie ad una ottima gara di Walker Buehler che per la prima volta in carriera ha lanciato 4 ½ riprese con soli 3 giorni di riposo.

 

Entrambe le squadre hanno vinto nel 2021 109 gare, chi arriverà a quota 110 se la vedrà con gli Atlanta Braves per il titolo della NL Championship.

 

Per quanto concerne i due lineup possiamo solo cercare di immaginare le idee dei due manager. 

 

 

LOS ANGELES DODGERS

Dopo l’ottima prestazione della squadra in Gara 4, i Dodgers potrebbero optare per lo stesso lineup. Dave Roberts ha già dichiarato che Gavin Lux, che martedì è arrivato in base 4 volte, si è guadagnato un posto in squadra. Possibile lineup:

  1. Mookie Betts RF
  2. Corey Seager SS
  3. Trea Turner 2B
  4. Justin Turner 3B
  5. Will Smith C
  6. Gain Lux LF
  7. Chris Taylor CF
  8. Cody Bellinger 1B
  9. Julio Urias SP.

Urias, 20-3 e 2,96 PGL in RS, farà la sua seconda apparizione della postseason. Il mancino messicano ha concesso un solo punto nella vittoria di Gara 2. Per Urias sarà la sua settima apparizione contro i Giants nel 2021 contro i quali ha un record di 2-1 con un PGL di 3,38 in 5 incontri della regular season. 

Il bullpen dei Dodgers avrà tutti disponibili anche se sembra poco probabile l’utilizzo di Max Scherzer, ma tutto potrebbe cambiare secondo le circostanze.

SAN FRANCISCO GIANTS

Con il mancino Urias sul monte, I Giants vorranno inserire più battitori destri possibile per ottenere qualche vantaggio. 

 

La strategia non ha portato ai risultati sperati in Gara 2 quando Urias ha lanciato 5 riprese concedendo un solo punto guidando Los Angeles a una vittoria per 9-2 all’Oracle Park.

 

Tra i battitori destri, I Giants ne hanno diversi che storicamente hanno successo contro i mancini, ma va anche rilevato che i Giants hanno un record di 11-11 contro lanciatori mancini da dopo l’All Star Game.

Probabile lineup

  1. Darin Ruf LF
  2. Kris Bryant CF
  3. Austin Slater RF
  4. Buster Posey C
  5. Wilmer Flores 1B
  6. B. Crawford SS
  7. Evan Longoria 3B
  8. D Solano 2B
  9. Logan Webb SP.

Non ancora 25enne Webb, 11-3 e PGL 3,03 nella RS, diventerà il più giovane partente della storia dei Giants a lanciare una gara vincere o torna a casa nella postseson. Webb ha lasciato al piatto 10 Dodgers in 7 2/3 riprese in una magistrale prestazione in Gara 1 e ha potuto usufruire di un regolare riposo di 5 giorni.

 

I Giants sono imbattuti all’Oracle park in 13 gare lanciate da Webb che ha un record di 7-0 e un PGL 1,78 nelle ultime 13 prestazioni.

 

I Giants hanno utilizzato 7 rilievi per ricoprire 6 1/3 inning dopo il flop di Anthony DeSclafani in Gara 4, ma comunque tutti i rilievi sono disponibili. Non è da escludere nemmeno l’utilizzo del mancino Alex Wood che ha lanciato 4 2/3 riprese in Gara 3 senza concedere punti.

 

L’ideale per i Giants sarebbe che Webb andasse profondo nella gara per poi passare la palla a Kevin Gausman che sarà disponibile nel bullpen dopo aver lanciato in Gara 2.

 

L’asso dei rilievi, Camilo Doval dovrebbe essere disponibile per più riprese considerato il suo mancato utilizzo in Gara 4. 

 

L’inizio gara è previsto stanotte per le ore 3:07. Buona veglia!  

 

Frankie Russo

 

Scrivi commento

Commenti: 0