Correre in prima base

di Paolo Castagnini

Come si corre in prima base dopo aver battuto o smorzato la palla? Credo che la risposta sia unanime: Nella parte esterna della corsia cioè in quella parte che sta alla destra della linea di foul; per lo meno dalla metà in poi dovresti essere in quel lato della corsia. Pertanto per un battitore mancino è più semplice, mentre un destro ad un certo punto dovrà "attraversare" la linea di foul e continuare la corsa in quel settore. Tutto questo perché la regola 5.9 11) dice: Il battitore è eliminato quando: Nel percorrere la seconda metà della distanza fra casa base e prima base, mentre la palla viene giocata in prima, egli corre fuori (a destra) della corsia del corridore o all‘interno (a sinistra) della linea del foul e, a giudizio dell‘arbitro, nel far ciò interferisce con il difensore che sta ricevendo il tiro in prima base, con l‘eccezione che questo gli è permesso per evitare un difensore che sta tentando la presa di una palla battuta;

Ebbene quante volte noi tecnici dedichiamo specifici allenamenti ai nostri ragazzi su questo aspetto del gioco? Si, a volte facciamo la corsa sulle basi, insegnando di continuare la corsa alla massima velocità fino oltre la prima base, ma quante volte alleniamo specificatamente alla corsa fuori dalla linea?

Come si vede chiaramente dalla foto qui a fianco, la freccia gialla mostra dove si trova la prima base. Non è difficile notare che è posizionata  proprio lungo la corsia interna e non esterna, pertanto ai giocatori verrà automatico correre diritto verso la base e di conseguenza nella parte interna della corsia, zona vietata secondo la regola 5.9 11)

 

Però la regola specifica che il battitore/corridore è out se nel far ciò interferisce con il difensore che sta ricevendo il tiro in prima base, quindi non sempre. La decisione ovviamente è dell'Umpire che dovrà rilevare l'interferenza.

 

La prossima domanda è: quante volte si assiste ad un out di questo tipo chiamato dall'Umpire? Poche veramente poche e quasi sempre quando la palla è battuta o smorzata nelle vicinanze della corsia, come nel caso della foto in home page.

 

Potreste però trovarvi a subire una chiamata di out in applicazione della regola 5.9 11) anche se la palla è in altra zona del campo se l'Umpire dovesse rilevare che il giocatore corre all'interno della corsia  ostacolando con o senza intenzione la presa del Prima Base. Quindi attenzione e allenate i vostri ragazzi a correre fuori perché una chiamata di questo tipo in situazione delicata potrebbe costarvi cara.

 

Aggiungo un'ulteriore curiosità. Non conosco la storia della costruzione delle corsie dei campi da baseball, ma qualcuno ad un certo punto deve aver studiato il problema tanto da trovare un'idea che non è la soluzione totale al problema, ma di certo aiuta. Naturalmente la MLB

 

Forse qualcuno ha notato che in tutti gli stadi della MLB la riga di foul non è al centro della corsia, ma bensì nel lato interno. Chi si è inventato la soluzione di certo ha pensato a risolvere il problema. In MLB infatti basta avere i piedi sulla terra rossa e sai di essere in regola come dimostra questa carellata di foto di stadi illustri di MLB. Ed in Italia? Credo che siamo in ritardo. Però Nettuno ha le corsie aggiornate come dimostra la foto in basso.

 

Paolo Castagnini

 

Qui sotto alcuni stadi MLB

 

 

Qui invece la differenza tra lo stadio Gianni Falchi di Bologna (il primo) e lo Steno Borghese di Nettuno (il secondo)

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Michele (mercoledì, 13 giugno 2018 09:13)

    In effetti nel softball il problema è stato risolto a mio parere in modo brillante: il cuscino della prima base è doppio, ovvero metà in campo buono e metà in campo foul. Così il corridore può tranquillamente correre sempre in corsia foul e raggiungere la base senza provocare alcuna interferenza.
    Una soluzione che costa poco e cancella i malintesi