Il battitore di successo -1^ parte

di Frankie Russo

libera traduzione da: baseball-excellence

Per essere un battitore di successo bisogna allenarsi ad avere sempre un approccio aggressivo,  e i coach devono insegnare questa mentalità nei loro giocatori. Un giovane giocatore impara a battere sventolando la mazza e non prendendo lanci.  Egli ha a disposizione tre lanci strike, non forzatelo a prendere lanci. Eliminate la frase: Non girare fino a che non hai uno strike. I battitori devono pensare che ogni lancio può essere uno strike. Pensare strike e reagire. Bisogna essere aggressivi all’inizio del turno. I lanciatori cercano di andare in vantaggio nel conteggio tirando strike. Quando un battitore si trova troppo spesso indietro nel conteggio, significa che è uno che prende troppi lanci, ed essendo sempre indietro nel conteggio, non può che aspettarsi una buona dose di lanci off-speed o sui bordi del piatto. 

Se invece entra nel box con una predisposizione positiva e aggressiva, avrà a disposizione più lanci buoni da colpire. Battere è una battaglia uno contro uno con il lanciatore e statisticamente quest’ultimo parte in vantaggio, e se il battitore non ha il giusto approccio, non potrà vincere molte battaglie.

 

Il battitore deve avere un approccio positivo. Non può essere ossessionato da troppi pensieri negativi come per esempio rimuginare su una precedente eliminazione, sulle grida della folla, sul cattivo tempo, o sulle cattive condizioni del campo. Pensare negativamente comporta incertezza, incertezza comporta fallimento.

 

Il battitore deve imparare ad essere forte mentalmente. Egli non può mostrare timidezza. Il miglior lancio di un lanciatore è generalmente la fastball. Il coach deve inculcare nel battitore la mentalità che egli sarà sempre in grado di battere la dritta, questa deve essere una priorità. Egli deve comprendere che il fallimento fa parte del gioco. Babe Ruth è andato strike out  1.330 volte. Non saper controllare le emozioni dopo un turno negativo sarà un grosso impedimento per lo sviluppo.

 

Il battitore deve saper adeguarsi mentalmente alle varie situazioni. Un buon battitore sa che un turno positivo può essere semplicemente battere sul lato destro del diamante per far avanzare il corridore in terza, o eseguire una smorzata in un momento determinante per la vittoria della sua squadra.

 

Egli non può farsi influenzare da situazioni esterne. Egli deve avere un approccio consistente e deve sforzarsi a essere positivo in tutte le situazioni. Un approccio negativo comporta un ”linguaggio” sbagliato del corpo e causerà la perdita della battaglia contro il lanciatore.

 

È difficile insegnare a un giovane ad avere un’aggressività controllata e nello stesso tempo essere rilassato. Eppure, è ciò che dovrebbe fare. Egli deve prendere in considerazione tutte le situazioni prima del lancio per poi concentrasi esclusivamente sulla palla. “Guarda la palla, batti la palla”.

 

Segue

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0