· 

L'importanza della difesa

di Frankie Russo

tratto da totallytigers.com

Di recente abbiamo pubblicato un articolo che riportava le sorprese della offseason e se ci prestiamo un po di attenzione, noteremo che quasi tutte le transizioni erano si per rinforzare l’attacco, ma maggiormente le acquisizioni sono state indirizzate a potenziare la difesa. Tutte, tranne una, quelle dei Philadelphia Phillies che hanno come responsabile delle operazioni Dave Dombrowsky il quale ha una reputazione di prediligere l’attacco rispetto alla difesa e sta ripetendo quanto fatto in precedenza. Basti vedere come sono state costruite le squadre a lui affidate tonando indietro all’inizio degli anni 90 quando era con i Blue Jays, per proseguire con i Marlins, poi Tigers ed infine con i Boston Red Sox. Dombrowsky ha portato si fior fiori di free agent alle sue società, ma al prezzo di debellare completamente il farm system e facendo si che in campo fosse schierata una squadra di cui anche i lanciatori si lamentavano per le lacune difensive. 

L’argomento è stato di nuovo riportato in prima pagina dal quotidiano "The Athletic" a proposito delle mosse  dei Phillies sul mercato: “Riportiamo l’argomento perché è molto simile per come Dombrowsky ha operato con i Tigers costruendo un temibilissimo attacco risultando tra i primi due per punti segnati negli anni 2013/2014. Sul monte di lancio aveva due assi del calibro di Justin Verlander e Max Scherzer e un bullpen che lasciava alquanto desiderare. La difesa però era completamente inadeguata risultando tra le peggiori in quasi tutte le posizioni”.

Nella foto dall'alto i nuovi acquisti per i Phillies: Kyle Schwarber e Nick Castellanos

 

Lo scorso anno i Phillies hanno registrato la peggiore difesa nelle majors e quest’anno è previsto che faranno anche peggio con un roster pieno zeppo di giocatori che in altre squadre sarebbero relegati a fare il DH. 

 

La premessa è d’obbligo se vogliamo comprendere a fondo l’importanza della difesa, e per portare degli esempi pratici, come mi capita spesso, dovrò fare riferimento ai Tigers, squadra che seguo più da vicino e mi permette di essere più preciso, ma che anche molti esperti portano come esempio per il modo in cui ha deluso negli anni di maggiore splendore nonostante avesse un roster pieno di superstar.

 

Per quanto si voglia esaltare la rotazione dei partenti, l’attacco e il bullpen, non sempre ci si focalizza che alla fine sarà la difesa elemento fondamentale che porterà una squadra a giocare in ottobre. E il modo migliore di misurare la difesa è il DRS (Defensive Runs Saved).  E’ una statistica che determina il numero di punti che un giocatore riesce a salvare, o che causa alla squadra rispetto a un giocatore di livello medio. Un numero negativo significa che ha causato punti, un numero positivo significa che ha evitato di far segnare punti.

 

Gli analisti spesso portano i Tigers del periodo 2006/2014 come esempio per come la squadra fosse piena di giocatori talentuosi, ma con una terribile difesa. Analizzando anche altre squadre, vediamo che sono poche quelle che arrivano ai playoff se non hanno una buona difesa, e se ci arrivano, nessuna di esse finisce per vincere le World Series. L’ultima squadra che ha raggiunto i playoff con una pessima difesa? I Tigers degli anni 2013/2014 che finirono con un DRS rispettivamente di -59 e -61. Quindi è facile notare che non è stata completa responsabilità del bullpen come molti vogliono mettere sotto accusa. 

Ora andiamo ad analizzare questa squadra rispetto all’ultimo decennio. L’ultima volta che ha registrato un DRS positivo è stato nel 2011, per finire nel 2012 al 24° posto su 30 squadre. I Tigers sono considerati tra le prime 10 squadre difensive nel 2006, ma la peggiore nel 2008. Nel 2013 e 2014 sono state tra le peggiori squadre dove la difesa è costata circa 70 punti in più. Non si arriva così ai playoff e le cose sono andate peggiorando negli anni. La difesa è costata alla squadra 115 punti in più nel 2017.  Nel 2019 finì ultima con un -105, paragonato al -55 della penultima, e la migliore difesa nelle majors, di punti ne salvò 105. La difesa dei Tigers risultò essere la peggiore in tutte le posizioni. 

Ora, sempre prendendo ad esempio i Tigers, vediamo cosa è successo dalla scorsa stagione da quando l’organizzazione ha assunto AJ Hinch, un manager giovane, aperto alle innovazioni e che in 5 anni ha portato gli Houston Astros a vincere le World Series.

 

La squadra è migliorata in cinque posizioni (2B, 3B, SS, LF, e RF) peggiorando in tre (C,1B, CF). Tuttavia, nonostante i netti miglioramenti, ogni posizione ha registrato un DRS negativo. Di tutti i giocatori utilizzati, solo 8 (quasi tutti lanciatori) hanno terminato con un numero positivo, ma non oltre il +1 e cinque giocatori con uno 0 DRS. 

 

A fine stagione, con un DRS di -36, i Tigers sono terminati al 26° posto mentre la migliore difesa nelle majors ha registrato un + 90. E’ evidente che la strada per migliorare è ancora lunga ma va anche evidenziato che il posizionamento degli esterni è risultato il migliore della lega. Anche qui una conferma che i coach hanno il loro valore, eccome! 

 

Va sottolineato che AJ Hinch è uno di quei manager che danno la priorità alla difesa, e crede fermamente nel vecchio detto e ancora attuale che recita: “Una squadra è forte quando è forte al centro”. Ciò detto e tenuto conto delle statistiche, l’organizzazione si è mossa di conseguenza sul mercato. La prima acquisizione è stata un ricevitore ( Tucker Barnhart) che ha vinto 2 Gold Glove e che nel 2020 ha registrato un DRS di + 9.

 

Il secondo giocatore messo sotto contratto è stato uno SS ( Javier Baez ) con una media difesa oltre la media e che registra un DRS che varia dal + 6 al + 10 per stagione e che ha vinto diversi premi per la migliore difesa. In 2B tornerà titolare un veterano ( Jonathan Schoop )  con 10 anni di esperienza nelle majors e all’EC ci sarà un giovane 21enne ( Riley Greene ) considerato il 5° prospetto nelle majors (il suo debutto sarà rinviato causa una frattura al piede).  

 

Difficile supporre che la squadra non possa migliorare nel settore difensivo, e con l’allargamento dei playoff a 12 squadre sperare anche di giocare in ottobre. E Hinch, considerato uno dei più quotati manager del momento, per raggiungere questo obiettivo, ha voluto iniziare dalla difesa a conferma di quanto sostiene il grande Willie Mays:

“La difesa, per me, è la vera chiave per giocare bene a baseball!”

 

Frankie Russo

 

 Sotto i nuovi acquisti dei Tigers menzionati nell'articolo

Scrivi commento

Commenti: 0