I bambini hanno il diritto di giocare alla propria misura

di Paolo Castagnini

L'articolo che abbiamo pubblicato ieri a firma di  Frankie Russo mostrava in home page, come da lui richiesto, una foto di un allenatore assieme ad un ragazzino che gioca a calcio e sotto c'era una citazione di Horst Wein: "Un allenatore che vince tanto con i giovani non ha lavorato per il loro futuro, ma per il proprio". La profondità di questa citazione mi ha incuriosito e sono andato a scoprire chi è veramente Horst Wein. Giocatore e successivamente allenatore di Hokey in Germania ha sviluppato metodi di allenamento per i giovanissimi prima nel suo sport e successivamente nel Calcio. 

Mi sono divertito ad aggiungere alla parola "Calcio" la parola "Baseball"

 

Ecco cosa dice Horst Wein

 

CHE COS’ E’ Il Calcio (Baseball) a misura dei ragazzi ?

Questo modello di insegnamento-apprendimento aiuta a stimolare e sviluppare ottimamente il potenziale innato dei giovani calciatori (giocatori di baseball). E’ stato disegnato,provato e perfezionato durante gli ultimi 30 anni da Horst Wein.

 

Il Professore tedesco ha formato in questo periodo di tempo più di 11000 allenatori e formatori in 55 Paesi, utilizzando il suo metodo “Il calcio (baseball) a misura dei ragazzi”. Questo modello rispetta in ogni momento la legge della natura, adattando il calcio (baseball)  alle capacità fisiche e psichiche del giovane, con una notevole varietà di giochi semplificati e competizioni.

E’ un “cambio di rotta” determinante dall’insegnamento tradizionale del calcio (baseball) a quello moderno in cui si dà molta più importanza nel formare con il tempo giocatori più completi, creativi ed intelligenti, utilizzando un menu più vario di attività formative con i Giochi Semplificati, i relativi esercizi correttivi ed un’ottima struttura di competizioni che si adattano sempre alle capacità effettive dei giovani.

 

  1. Giochi di abilità e capacità di base (a partire da 7 anni)
  2. Giochi per il "Funino" ( a partire da 7-8 anni)
  3. Giochi per il Calcio a 5  e Calcio a 7 (a partire d 10 anni) 
  4. Giochi per il Calcio a 8 (a partire da 13 anni)
  5. Giochi per il Calcio regolamentare (apartire da 14 anni)

Come si può evincere, ogni età ha i propri Giochi i cui contenuti e regole sono stati creati ed adattati alle capacità fisiche e cognitive del giovane calciatore.

 

In questo modo, l’autore, non solo garantisce che il calciatore domini cognitivamente e tecnicamente, durante la pratica ripetitiva degli stessi e nel risolvere i problemi che si presentano inerenti ai giochi, ma garantisce inoltre che i giovani si divertano giocando. Il gioco sarà il “maestro” e non il formatore o l’allenatore!  Idealmente, le competizioni sottoforma di campionato iniziano a partire da 12 anni.

 

Nel modello il “Calcio (Baseball) a misura dei ragazzi” il giocatore è sempre il centro o il protagonista del processo di insegnamento-apprendimento. ll formatore invece di “istruire”, stimola e guida i suoi ragazzi, con domande precise, coinvolgendoli ad apprendere attivamente e non passivamente come si tende a fare nel metodo tradizionale. Al presentarsi di problemi, invece di dare soluzioni, si motivano i ragazzi ad apprendere una corretta lettura del gioco e risolvere i problemi attraverso le 4 fasi di gioco, la percezione, la comprensione, la presa di decisone e l’esecuzione motoria della giocata. In questo modo i giovani acquistano fiducia e diventano sempre meno dipendenti dalle costanti “istruzioni” dei formatori.

 

"La competizione nel calcio (baseball) deve essere come le scarpe, a perfetta misura per poter camminare comodamente!”.

 

“ILGIOCO DEVE ESSERE IL MAESTRO E NON L’ALLENATORE-FORMATORE!”

 

_________________________________________________

 

Non vado oltre nella trascrizione del metodo Horst Wein. Per chi vuole approfondire allego il pdf a fine articolo.

 

Faccio alcune considerazioni.

I concetti sopra esposti non sono nuovi. Per chi come me ha seguito i corsi organizzati da FIBS e da CONI sono detti e ridetti, triti e ritriti. Mantovani, Piccinini, Azzolini e molti altri in questi ultimi 20anni ci hanno parlato di queste cose.

 

Ma il problema è culturale.

Perché noi del baseball non riusciamo a superarlo?

Perché a 10 anni vogliamo dei major leaguers in miniatura?

 

So già che qualcuno sta pensando al minibaseball, ma la risposta non è nel minibaseball o nel minisoftball, ma è nella nostra cultura sportiva. Abbiamo squadre di 10/12enni dove se vuoi inserire un ragazzino che proviene dalla scuola dopo 30' se ne scappa impaurito.

 

Forse sarebbe il caso di dare una sterzata al nostro modo di pensare.

 

Guardate la foto in home page. Vogliamo essere la scala di sinistra o la scala di destra?

 

Paolo Castagnini

 

Qui sotto il documento pdf sul metodo Horst Wein

 

Download
IL METODO HORST WEIN
I-100-benefici-al-lavorare-con-il-modell
Documento Adobe Acrobat 1.5 MB

Scrivi commento

Commenti: 0