Inizia con il perché

di Frankie Russo

libera traduzione da: athelitic-mission.com

Ogni attività ha uno scopo per la sua esistenza, un suo perché. Nel libro “Start with Why” (Comincia con il perché), Simone Sinek descrisse come alle persone non interessa cosa fai, ma perché lo fai. Geoff Rottmayer fondò l’Atletic Mission Baseball Academy per diverse ragioni.

  • Athletic Mission baseball Academy vuole fornire ai giocatori una quantità di informazioni che molti istruttori avrebbero voluto conoscere quando essi stessi iniziarono la loro carriera.

La più devastante di tutte le affermazioni per qualsiasi attività è “Si fa così perché è sempre stato fatto così”. Noi siamo assolutamente contrari a questo modo di pensare. Con tanta informazione di cui si dispone al giorno d'oggi tramite video, ecc, non ci sono scusanti  per non spendere più tempo e accrescere così le proprie conoscenze in qualità di coach, istruttore o giocatore.

 

  • Insegnare ai giovani come superare i fallimenti. 

Michael Jordan una volta disse “Per imparare ad avere successo, devi prima imparare a sbagliare”. La società moderna fa di tutto affinché i giovani non sbagliano quando invece dovremmo fare esattamente il contrario. Dobbiamo incoraggiare i giovani a sbagliare, e sbagliare anche molto in modo che essi possano imparare a gestire i propri fallimenti e superarli.

  • Essere diversi. 

Walt Disney una volta disse: “Guardate la massa e fate il contrario”. Noi vogliamo che i giocatori comincino a pensare da soli. Noi siamo contrari ai vecchi metodi e vogliamo che gli atleti ci facciano domande di ogni genere. Vogliamo che essi comincino a guardare la vita in modo diverso così da farli vedere un mondo nuovo. Fare in modo che si rendano responsabili e si assumano la piena responsabilità della loro formazione.

 

 

La nostra filosofia di formazione

 

1.     Istruzione.
Per diventare bravo, devi avere innanzitutto una buona conoscenza di ciò che stai facendo. Mentre molti atleti hanno una naturale predisposizione per eseguire bene alcune tecniche, questa capacità non deve essere scambiata per elevate prestazioni. L'istruzione di ogni tecnica deve rispettare gli standard delle prestazioni relative ad ogni livello.
2.     Esecuzione.
Dopo aver imparato una tecnica, essa deve essere praticata con l’intenzione di attuare la nuova informazione. Il giocatore non deve aspettarsi buoni risultati nell’immediato a cui va anteposta la focalizzazione e concentrazione. Mentre si possono ottenere risultati positivi pur applicando tecniche sbagliate, questi risultati non prepareranno l’atleta per le competizioni ad alto livello. Se si procede correttamente, i risultati verranno.
3.     Feedback
Il video è uno strumento di comunicazione ed è uno strumento che permette agli istruttori e atleti di revisionare e valutare l’esecuzione di una nuova tecnica appena imparata. L’atleta sarà in grado di visualizzare concretamente la tecnica aprendo la strada ad una maggiore comunicazione e maggiore comprensione del processo. Entrambe condurranno a più rapidi miglioramenti.
4.     Sensibilizzazione, correzioni e applicazione
Con l’istruzione, la ripetizione e l’analisi video della tecnica, l’atleta avrà imparato tramite diversi metodi di apprendimento quali: audio, cinestetica/tattile e visivo. Con ogni diverso metodo e con impegno, imparare diventa più rapido e le tecniche restano maggiormente impresse. La sensibilizzazione della tecnica, e come essa viene eseguita, nel bene o nel male, porterà alle giuste correzioni. A completamento, le correzioni dovranno essere applicate alla tecnica.
5.     Trova la sensazione
Saper eseguire correttamente e farlo nel modo giusto può porre grosse aspettative nell’atleta. La sensazione di applicare una tecnica correttamente deve avvenire tramite il fallimento.  L’istruttore deve aumentare le difficoltà dell’esercizio per indurre al fallimento. L'atleta troverà la sensazione di correggere la tecnica e quindi tenterà di ripetere questa sensazione nel modo corretto.
6.     Allenamento specifico
Una volta trovata la giusta sensazione della tecnica, l’atleta dovrà iniziare un allenamento specifico per far divenire la tecnica consistente e di routine. Allenamento specifico è il concetto utilizzato da Geoff Colvin in “Talent is Overrated” (Il talento è supervalutato) e richiede ripetizioni qualitative, un continuo feedback e la costante espansione della propria zona di comfort. L'atleta s’impegnerà in specifici allenamenti per migliorare l'applicazione della tecnica, ed è opportuno sapere che l’allenamento specifico è più un esercizio mentale che fisico. 

 

 

Frankie Russo

 

Scrivi commento

Commenti: 0