Ricevitore: Tirare in terza base

di Frankie Russo

Tratto da baseballexcellence.com

Eccetto quando vi è un battitore destro, il tiro in terza è il più semplice da eseguire per un ricevitore. Il ricevitore si trova in una posizione in cui il suo lato sinistro è direttamente rivolto verso la terza evitando di dover girare il corpo per effettuare il tiro. Questa tecnica è anche una delle meno insegnate seppure trattasi di una situazione che capita spesso durante il gioco. Tuttavia, se il ricevitore non conosce, o non gli è stato insegnato la giusta meccanica, una buona percentuale di tiri finiranno spesso troppo alti. Di per se il tiro non è complicato, il difficile è come posizionarsi correttamente.  Nei primi anni del baseball giovanile la possibilità di eliminare il corridore in 3B è molto bassa. Con un ricevitore privo di buon braccio e un lanciatore privo della giusta tecnica, generalmente l’attacco riesce a trarne vantaggio.

La Tecnica

Il ricevitore deve catturare la palla correttamente e in posizione di equilibrio, non deve allungare il braccio per effettuare la presa ma aspettare che la palla finisca nel guanto e rimanere con le natiche basse.

 

Il ricevitore può inclinarsi leggermente verso sinistra nel catturare la palla se il lancio è verso l’interno del piatto con un battitore destro.

 

Il ricevitore deve evitare in ogni modo di trovare il battitore sulla traiettoria del tiro. In sintesi: sia senza movimento,   sia che esso sia effettuato in modo imperfetto, non bisogna mai tirare sopra la testa del battitore.

 

Il movimento dei piedi in effetti è un saltello laterale dove il piede destro atterra dove prima era posizionato il piede sinistro. In sostanza è un unico saltello e non due, ed entrambi i piedi dovrebbero atterrare contemporaneamente.

 

Il ricevitore deve muoversi diagonalmente verso sinistra e in avanti per evitare il battitore, e non spostarsi all’indietro.

 

I piedi non devono unirsi nell’effettuare il saltello.

 

Su ogni tipo di lancio il ricevitore si deve muovere dietro al battitore destro, ivi compreso un lancio indirizzato sul lato destro del piatto.

 

Tirare posizionandosi davanti al battitore deve  essere effettuato solo in caso di emergenza poiché è una tecnica più lenta e più scomoda. Raramente si vede un buon tiro quando effettuato davanti, anche ad alti livelli, a meno che il battitore non commetta l’errore di spostarsi . Se il lancio è eccessivamente esterno, fare un passo in avanti con il piede destro, caricare il peso su di esso e tirare.

Con un battitore mancino, il ricevitore può semplicemente incrociare il piede destro dietro al sinistro e tirare o eseguire un saltello molto veloce. E’ un tiro talmente veloce che non necessita di particolare lavoro dei piedi che invece si usa per evitare di incrociare con il battitore destro.

 

Il tiro “di polso” (snap throw). E’ una tecnica che da la priorità alla precisione e rapidità rispetto alla potenza e velocità. E’ molto simile al tiro che si effettua al seconda base per il doppio gioco in termini di ritmo e rapidità.

 

Nel mentre il ricevitore effettua il movimento dei piedi e trasferisce la palla alla mano di tiro, lo sguardo deve essere rivolto sulla linea di terza che funge anche da guida.

 

La palla va impugnata attraverso le 4 cuciture.

 

La maschera non va tolta nell’effettuare il tiro.

 

Il ricevitore non cerca di ingannare l’arbitro con il frame e non si ferma a mostrare la locazione della palla.

 

Il ricevitore non deve mirare alla base bensì alle ginocchia del difensore che devono essere posizionate sull’angolo interno della base.

 

L’errore più comune che si commette con il movimento dei piedi è di aprirsi troppo verso il dugout di 3B con il peso che va sui talloni e il corpo tende verso sinistra, il tiro generalmente resta alto. Una volta che il piede destro atterra, tutto il corpo deve essere in direzione della 3B. Allo scopo di verificare un perfetto posizionamento, il coach dovrebbe collocarsi dietro al ricevitore.

 

Il saltello che effettua il ricevitore serve per evitare il battitore, quindi non deve essere eccessivamente troppo largo.

 

Posizionarsi in traiettoria con la linea.  

 

La tecnica necessita di molte ripetizioni per assumere la corretta meccanica, altrimenti il ricevitore prenderà l’abitudine di prendere la palla sui talloni e alzarsi e sarà costretto a tirare sopra la testa del battitore.  La maggior parte delle volte sarà un tiro sbagliato o potrebbe addirittura colpire il battitore.

 

Quando si esercita la tecnica del tiro in terza, è consigliabile posizionare un battitore destro nel box di battuta e ricevere il lancio dal lanciatore.

RUBARE LA TERZA

Ricevitore e lanciatore dovrebbero conoscere come si comporta l’avversario quando vuole rubare la terza.

 

Potrebbe prendere un vantaggio di 4 passi dalla seconda  invece di 3 e cercare di carpire i segnali del ricevitore.

 

Potrebbe effettuare due saltelli (shuffle) una volta che il lanciatore assume la posizione fissa e questo lo posizionerà già a 5/6 metri dalla base. 

 

Il corridore potrebbe trarre vantaggio qualora il lanciatore non variasse il numero di volte in cui rivolge lo sguardo verso la seconda

 

Se il lanciatore non ha l’abitudine di controllare il corridore in seconda,  quest’ultimo potrebbe correre appena il lanciatore unisce le mani. 

 

Se invece il lanciatore ha l’abitudine di girarsi una sola volta, allora il corridore potrebbe correre subito dopo il primo sguardo.

 

Se invece il lanciatore guarda costantemente due volte verso la seconda, il corridore potrebbe correre subito dopo il secondo sguardo.

 

Spesso capita anche che il lanciatore guardi ma non osservi poiché è troppo concentrato sul lancio successivo.

 

Rubare la terza è una questione di tempismo e tutto deve essere perfetto. Ecco dove subentra la scaltrezza del lanciatore nel saper variare il numero di volte in cui rivolge lo sguardo vero la seconda e il tempo del lancio a casa.

 

Un buon corridore non finta mai una partenza poiché il suo compito è di sorprendere la difesa e non di attirare la sua attenzione. 

 

La situazione migliore per rubare la terza è con un eliminato.

 

Cosa osservare

  • Il battitore destro offre un buona protezione.
  • Se la difesa gioca in posizione nomale senza che i difensori centrali siano troppo vicini alla seconda.
  • Se il lanciatore ha un lento caricamento verso casa.
  • Se il lanciatore ha buon controllo e non tira spesso troppo alto.

Suggerimento per il battitore

Se il battitore si abbassa o esce dal box di battuta, questo facilita il tiro del ricevitore verso la 3B. Nel tentativo di rubata della 3B, al battitore deve essere insegnato a NON ABBASSARSI E STARE FERMO a meno che non sventoli la mazza nel qual caso la testa deve essere rivolta verso la terza per proteggere il viso.

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0