L'approccio mentale

di Frankie Russo

Tratto dal sito baseball excellence.com

Per avere successo nel baseball i giocatori devono dimostrare di avere un adeguato approccio mentale. Ma che cos’è l’approccio mentale? E’ l’immagine del giocatore che lavora duro, che stringe i denti, che sventola la mazza cercando di vincere in ogni occasione. Tutti gli sport richiedono un approccio mentale, ma il baseball lo richiede quotidianamente. Ma prima di rapportare questo aspetto al baseball dobbiamo porci una domanda: Va chiesto ai giovani giocatori di avere un approccio mentale? L’evoluzione del gioco e la velocità dello stesso aumenterà con la l’innalzamento del livello, quindi l’approccio non avrà la stessa importanza a 10 anni di quanto ne avrà a 18. Forse mentalmente non sarà lo stesso, ma il gioco sarà sempre uguale anche se con delle varianti. Quindi, i giovani dovranno adeguarsi  e dovranno sviluppare questo aspetto. Un coach intelligente e preparato può essere di grande aiuto.

Un tentativo per definire l’approccio mentale può essere racchiuso nella lista che segue.

 

  • I giocatori devono imparare ad essere allenabili. La molteplicità degli esercizi richiede che i giocatori imparino ad ascoltare, adattarsi e correggersi. Giovani ribelli molto probabilmente troveranno difficoltà in questo campo.
  • La natura del baseball richiede una ampia cognizione del gioco stesso: accettare i fallimenti è indispensabile. Questa consapevolezza è segno di maturità.
  • La capacità di adattarsi e correggersi sarà spesso motivo di un fallimento iniziale. Affrontare questo tipo di fallimento richiede una forza interiore. Esempio: Un cambiamento nella meccanica di un lanciatore o un cambiamento nella meccanica del battitore in principio avrà come conseguenza un fallimento.   Coloro i quali riusciranno ad imparare e accettare questa sfida saranno coloro che avranno successo.
  • Nessuna scusa. Affrontate le difficoltà e non cercate scuse quando sbagliate. Farà molto bene il coach a non accettare scuse durante gli allenamenti e durante le partite. (Uno dei più comuni casi di mancanza di maturità è buttare a terra il caschetto o materiale vario. Coach, questo non lo dovete permettere!)
  • La voglia di competere. Sembra facile a dirsi ma ci vuole più che il semplice movimento delle labbra. Saranno i tuoi giocatori in grado di competere in situazioni difficili come lo saranno in situazioni facili?

 
Questi concetti racchiudono il concetto del significato dell’approccio mentale.

 

Tutte queste caratteristiche sono comuni ai giocatori che presentano una pacata tenacia interna, essi potranno avvalersi  dell’assistenza del  coach e avranno più probabilità di avere successo. Spesso si fa riferimento alle “opportunità di insegnare”. Le occasioni sono tante, durante gli allenamenti e durante le gare. Ma tenete sempre presente che state aiutando i vostri giocatori e state contribuendo al loro futuro.

 

Frankie Russo

 

Scrivi commento

Commenti: 0