L'approccio al piatto di Mike Trout

di Frankie Russo

Traduzione dal video di MLB.com

 

Sean Casey è un ex giocatore della majors dove ha militato per 11 stagioni con i Cleveland Indians, Cincinnati Reds, Pittsburgh Pirates, Detroit Tigers e Boston Red Sox.  E’ stato eletto tre volte per l’All Star Game, ha partecipato alle World Series del 2006 con i Detroit Tigers. Soprannominato “The Mayor” (Il Sindaco, per la grande parlantina che aveva con gli avversari quando arrivano in 1B), Casey ha terminato la carriera con una MB di 302, 130 HR e 735 RBI. Attualmente fa la telecronaca ed commenta le gare per MLB Network.  

Durante il corrente spring trainig, Casey ha speso il suo tempo saltando da un campo all’altro intervistando  giocatori. Tra le varie interviste e clip girate, BOTR vuole sottoporre alla vostra attenzione questa intervista/video in cui Casey chiede l’approccio al piatto di Mike Trout, considerato il migliore giocatore completo del momento.

 

Casey:  Questo signore al mio fianco è Mike Trout, uno dei migliori se non il migliore giocatore attualmente in giro. Durante lo spring training è il momento in cui ci si prepara per il campionato. Qual è la tua routine per prepararti alla battuta prima di entrare in campo?

Trout: Beh, ci rechiamo abbastanza presto al campo, abbiamo una riunione alle 9;30, poi lavoro nella gabbia, lavoro con il tee, faccio lo stretching, poi facciamo il BP. Al primo giro il mio obiettivo è di battere all’esterno centro, mentre ogni tanto alterno qualche battuta verso il centro/sinistro per non focalizzare troppo sullo stesso swing. A volte capita di cadere in quest’abitudine.

 

Casey: Che mi dici del lavoro con il tee? Qui stiamo parlando del migliore, e spesso sentiamo che i ragazzi si rifiutano di usare il tee.  Hey, ascoltate un attimo, qui abbiamo Mike Trout, il migliore giocatore del mondo   che usa il teee! Che esercizi fai quando usi il tee. 

Trout: Beh, prima posiziono il tee alto e cerco di stare sopra la palla. Spesso si abbassa troppo la spalla, la mazza va giù, si va sotto la palla e si perde l’equilibrio.  Cerco solo di stare sopra la palla, effettuo dalle 10 alle 20 sventolate cercando di battere la palla a terra verso il centro.

 

Casey: Quando entri nel box, qual è il tuo approccio mentale affrontando quel signore sul monte?

Trout: Non chiedermi troppo non posso dirti tutti i miei segreti (grande risata da parte di entrambi) Ok, mi preparo sempre per una veloce al centro, e reagisco se invece è una offspeed. Se mi preparo per una offspeed e mi lanciano una veloce, non sono pronto per batterla. Quindi, se sono pronto per la veloce , ancor di più sarò pronto anche per una offspeed.

 

Casey: Quando osserviamo i battitori, notiamo che ognuno si posiziona in modo differente. Tu, come ti posizioni?

Trout: Io mi metto più indietro possibile, posiziono il piede proprio sulla linea posteriore e su quella laterale, sono proprio sul piatto e mi concentro per un lancio al centro. Quando l’avversario si accorge che voglio "tirare" la palla, mi lancia interno e per me quel tipo di lancio generalmente è una volata facile. Purtroppo, quando penso a un lancio interno, finisco sempre per girare.  Invece, se penso al centro e mi accorgo che è interno, allora riesco a lasciarlo passare.

 

Casey: Mostraci qualche giro di mazza. Faccio qualche toss, questo è spring training ed è il momento in cui si può provare di tutto. (dopo qualche battuta) Caspita, come hai detto prima, tutte battute al centro.

Trout: Si, il mio bersaglio è sempre in mezzo agli esterni. Se cominci a pensare troppo agli angoli, questo ti porterà fuori equilibrio, perciò preferisco pensare sempre al centro.

 

Casey: In effetti, quando si pensa troppo a "tirare la palla" generalmente si finisce fuori equilibrio.

Trout: Si è vero. Quando io cerco di "tirare" troppo finisco per avere un giro largo. Bisogna accorciare lo swing e rimanere col pensiero al centro. Se pensi al centro, questo ti aiuterà anche con il lancio interno. Infatti, se pensi interno e ti lanciano esterno, finisci sempre per rullare sulla palla. Quindi, si deve stare in equilibrio e pensare al centro.

 

Casey: Adesso finiamo con qualche sventolata più potente. ……. Ecco perfetto, grazie tante. Il miglior giocatore al mondo che batte dal tee e spedisce la palla sempre al centro.

 

Clicca sulla foto per andare al video

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0