________________________________ The Unwritten Rules

La copertina di Baseball Digest del Giugno 1986 dove furono pubblicate le Unwritten Rules
La copertina di Baseball Digest del Giugno 1986 dove furono pubblicate le Unwritten Rules

di Frankie Russo

Qualche giorno fa l’amico Paolo ha pubblicato un articolo molto interessante intitolato L’Etica nel baseball. In effetti poi, è questo rispetto per l’avversario che regna nel nostro sport e che spesso ci contraddistingue dagli altri. Per una strana e ignota ragione veramente pensavo trattasse di altro, pensavo che si volesse riferire a quelle 30 regole non scritte, meglio conosciute come le Unwritten rules (pubblicate nel 1986, su Baseball Digest) che invece sono delle massime o suggerimenti per gli addetti ai lavori. Era da tempo che non li vedevo e ho ritenuto che non ci fosse niente di male a pubblicarle e renderle note ai colleghi, in particolare i più giovani. Queste sono le prime 10. Nei prossimi giorni le altre

1. Never put the tying or go ahead run on base.

1. Mai concedere la 1^ base quando il corridore rappresenta il punto del pareggio o del vantaggio.

Naturalmente ci si riferisce alle fasi finali della partita. Eccezion fatta per le statistiche, spesso si sente dire che una base su ball è considerata una valida. Se così è, facciamola guadagnare all’avversario invece di concedere regali. Troppo spesso quella base su ball finirà per costarci molto caro.

 

2. Play for the tie at home, go for the win on the road.

2. Quando squadra di casa, giocare per il pareggio, quando in trasferta, giocare la per la vittoria. Ovvio che nel baseball non esiste il pareggio, ma anche qui ci si riferisce alle fasi finali della partita. La squadra di casa ha l’ultimo turno di battuta, quindi, per vincere, la squadra in trasferta deve fare di tutto per essere in vantaggio prima dell’ultimo inning. Al contrario per la squadra di casa è sufficiente pareggiare all’ultimo inning per prolungare la gara.

 

3. Don’t hit and run on a 0-2 count.

3. Non eseguire un batti e corri con il conteggio 0-2.

E’ molto improbabile che sul conteggio di 0-2 il lanciatore effettui un lancio facile da battere, quindi sono quasi nulle le possibilità che questa strategia di attacco possa avere successo. Oltretutto si costringerebbe il battitore a sventolare un lancio fuori dalla zona con la possibilità di essere eliminato. E’ facile intuire a questo punto che è preferibile chiamare un batti e corri con punteggio in favore del battitore.

 

4. Don’t play the infield in early in the game. 

4. Non giocare dentro nei primi inning. Nei primi inning della partita è preferibile non far giocare la difesa dentro con corridore in terza. E’ vero che aumentano le possibilità di evitare un punto, ma è anche vero che si concedono più spazi per una valida che potrebbe essere l’inizio di un big inning, cioè la concessione di molti punti. La partita è lunga, ci sono molte possibilità per recuperare.

 

5. Never make the first or third out at third.

5. Non essere mai il primo o il terzo out in terza base. Come norma generale il corridore in seconda si trova già in posizione punto e, con nessun eliminato, esistono altre strategie per far avanzare il corridore in 3B. Con due eliminati invece il vantaggio consiste nella speranza di un lancio pazzo, palla mancata o errore difensivo. Troppo poco per correre il rischio di essere eliminati e mandare l’avversario in attacco.

 

6. Never steal when you’re two or more runs down.

6. Non rubare quando sotto di due o più punti. Rubare una base comporta sempre il rischio di essere eliminati. Con il punteggio stretto è necessario mettere sotto pressione l’avversario, pertanto, una delle strategie è quella di avere uomini in base. Se si concedono ulteriori opportunità alla difesa di fare eliminazioni, diventa più difficile segnare.

 

7. Don’t steal when you’re well ahead.

7. Non rubare quando hai un largo vantaggio. Rubare basi quando hai un largo vantaggio è antisportivo e una mancanza di rispetto verso l’avversario. E qui toniamo all’etica di cui accennava Paolo. Nei campionati giovanili il risultato spesso non è mai al sicuro, ma un tecnico accorto riesce a capire quando è il momento di non premere sull’acceleratore.

 

8. Don’t steal third with two outs.

8. Non rubare la terza con due out. Questa regola si aggancia alla n. 5. Il corridore in seconda base è in posizione favorevole. Credete veramente che vale la pena rischiare l’ultimo eliminato dell’inning avendo un corridore già in posizione punto?

 

9. Don’t bunt for a hit when you need a sacrifice.

9. Non eseguire una smorzata per arrivare quando serve un sacrificio. Una smorzata di sacrificio riveste una importanza vitale particolarmente con il risultato stretto negli ultimi inning. Il battitore deve sacrificarsi per far avanzare i corridori e metterli in una migliore posizione per segnare, e anche allo scopo di togliere la possibilità di doppio gioco all’avversario. Non sempre può riuscire, ma chi pensa di sostituire il sacrificio con una smorzata per arrivare (drag bunt) mostra evidenti segni di egoismo e mancanza di rispetto verso la squadra.

 

10. Never throw behind the runner.

10. Non tirare mai dietro al corridore. Questa regola è specificatamente rivolta agli esterni. Per evitare l’avanzamento dei corridori è necessario che la palla si trovi davanti a loro, quindi è alla base avanti al corridore al quale si vuole fermare l’avanzamento che bisogna indirizzare la palla. E’ come chiudere la porta della stalla dopo che sono scappati i cavalli!

 

Prossimamente le altre Unwritten Rules.

 

Condividi cliccando sui bottoni sottostanti!

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0