________________________________ L'etica nel baseball

di Paolo Castagnini

Nel baseball ci sono molte regole scritte, ma ci sono anche quelle non scritte che nella stessa maniera vanno osservate. Sono le regole che sono definite "etiche".

Non esistono scritte in nessun regolamento e gli arbitri non potranno mai applicare sanzioni. ma sono comunque da osservare.

Chi non lo fa va contro il baseball.

La più importante è il rispetto per la squadra avversaria

Alcuni appassionati non molto informati si chiederanno il perché a volte un corridore non ruba la seconda pur non essendo controllato dal difensore di prima. Ebbene se noterà il punteggio vedrà che la differenza tra le squadre è di otto o più punti. Il fatidico numero 8 è generalmente riconosciuto come distanza difficilmente colmabile. Qualcuno obietterà che questo non è sempre vero e ha ragione, ma lo è nel 90% dei casi e questo è sufficiente per attivare il rispetto di questa regola etica. Ci sono alcuni allenatori o giocatori che se ne infischiano, specie tra i meno esperti o a livelli più bassi, ma sarebbe buona cosa che questa regola etica la osservassero tutti.

 

Quando la distanza è di otto o più punti la squadra avanti nel punteggio si impegna a non premere sull'acceleratore. Ad esempio: Niente rubate e avanzamenti ad una base alla volta, ma attenzione a non cadere nell'effetto contrario. Anche non avanzare su un lancio pazzo è una mancanza di rispetto, oppure girare la mazza appositamente senza colpire la palla. Evitare bunt specie quelli a sorpresa. Naturalmente si gioca sempre al massimo con la mazza e in difesa.

 

Nello stesso modo la squadra in svantaggio di otto o più punti non deve approfittare di questo. Rubare se il difensore ti lascia libero non è eticamente corretto. Evitare i bunt di sacrificio anche perché con questo risultato non servono a nulla. Insomma tutto il vantaggio che viene lasciato dagli avversari non va "impropriamente guadagnato".

 

Altre azioni sono contrarie all'etica. Ad esempio correre contro un prima base in possesso di palla che aspetta in corsia è eticamente scorretto, così come lo sono molte altre azioni e atteggiamenti che non portano ad alcun risultato, ma denotano solo la non conoscenza di questo meraviglioso gioco.

 

Naturalmente queste poche righe sono dedicate al mondo adulto. Nelle giovanili il discorso cambia anche se non al 100%. In Italia in particolare già il massimo di punti per inning è un limitatore di punteggi sproporzionati e nei ragazzini è difficile contenere la loro esuberanza, ma con il passare del tempo questo è un insegnamento importante da offrire anche a loro.

 

Buon baseball a tutti

 

Condividi e commenta l'etica nel baseball!

 

Scrivi commento

Commenti: 0