_______________________________ Anche per il 2013 ritorna l'Italian USSSA Camp

Dopo il successo del Camp 2012, USSSA (United States Specialty Sports Association) e Teammate, propongono per il mese di settembre l’Italian USSSA Camp 2013, Clinic di sviluppo tecnico per giocatori dagli 12 ai 18 anni.

Il Camp 2013 si terrà allo stadio Gianni Falchi di Bologna, istruttori del Camp saranno ex giocatori MLB affiancati da tecnici Italiani IBL.

 

In allegato il programma dettagliato del Camp ed il modulo di iscrizione.

 

 

leggi di più 0 Commenti

________________________________ Tra pochi giorni è il momento del Daft......... Ma come lavorano gli scouts?

di Paolo Castagnini

Dal 6 all'8 Giugno si terrà nel New Jersey il Draft 2013. E' un momento molto importante per le organizzazioni della MLB, ma soprattutto di speranze e aspettative per migliaia di giovani che frequentano High School, Junior College e University.

Dal 6 al 8 Giugno a rotazione per 40 round i responsabili delle franchigie sceglieranno ogni singolo giocatore dal 1° ad oltre 1.200°

Ma come fanno gli scouts a valutare le caratteristiche dei giovani prospetti?

leggi di più 0 Commenti

________________________________ Un nuovo lancio chiamato WTF

Il pitcher degli Angels Robert Coello
Il pitcher degli Angels Robert Coello

di Paolo Castagnini

Gli Angels quest'anno dovevano fare terra bruciata, visto l'impressionante lista di campioni inseriti nel loro roster. Qualche nome? Pujols, Hamilton, Trout; e i lanciatori: Blanton, Burnet, Lowe, ecc. Qualcosa però non gira nel verso giusto e i risultati sono al di sotto delle aspettative. C'è però un lanciatore che sta facendo parlare di sè in tutto l'ambiente degli addetti ai lavori. Più che il lanciatore a far parlare è un suo lancio che è stato battezzato WTF

leggi di più 2 Commenti

________________________________ Come sta andando la Major League Baseball?

di Paolo Castagnini

Molti di noi stanno seguendo la MLB. Chi più chi meno ha delle simpatie per una o l'altra squadra oppure è un grande fan di una o dell'altra. Altri seguono un po' distrattamente l'andamento del Campionato più lungo e più bello del mondo. Centosessanta partite sono un'enormità in confronto a qualsiasi altro sport. Ma come sta andando la vostra squadra del cuore?

leggi di più 0 Commenti

________________________________ Ma sul diamante ci sono i cuscini?

di Franco Ludovisi

 

Sul regolamento del baseball la base viene indicata sempre con questo nome o al massimo come “sacchetto di tela bianca”.

I cronisti del passato – ma qui vado a memoria anche rileggendo articoli di varie epoche a partire dal 1950 - non mi risulta usassero come sinonimo di base il termine cuscino.

 

 

 

 

leggi di più 3 Commenti

________________________________ 78 anni fa l'ultimo home-run di Babe Ruth

di Paolo Castagnini

Il 25 Maggio del 1935 esattamente 78 anni fa George Herman Ruth (the Babe) presso il Forbes Field di Pittsburgh in Pennsylvania, fece il suo 714° fuoricampo (da tre punti), l'ultimo in carriera, stabilendo un record che durò per 39 anni. Iniziò in Minor League con i Baltimora Orioles, passò poi in Major League con i Boston Red Sox per approdare ai New York Yankees per tutto il resto della sua vita da baseball player.

 

 

leggi di più 0 Commenti

________________________________ Miguel Cabrera, la miglior palla?

Miguel Cabrera alla battuta
Miguel Cabrera alla battuta

Miguel Cabrera è senza dubbio uno dei migliori e potenti battitori della Major League. Se voi foste il lanciatore e ipoteticamente dovreste scegliere dove mettere la palla per non farvi battere un fuoricampo, dove la lancereste? Ci avete pensato? Avete fatto la scelta? Forse bassa esterna o alta interna? o forse alta esterna o bassa interna? Avete deciso? Bene ora cliccate sulla foto e guardate sei fuoricampo di Miguel Cabrera in una interessante sovrapposizione.

leggi di più 0 Commenti

________________________________ High Five!

Glenn Burke e Dusty Baker battono un High Five
Glenn Burke e Dusty Baker battono un High Five

di Paolo Castagnini

Batti un Cinque! "Give me five" o "High Five" Quante volte vediamo questo gesto sui nostri campi. Battere il cinque è diventato ormai uso comune dal più grande giocatore della MLB fino al più piccolo della Little League in ogni parte del mondo. Gesto stupendo dal grande significato sia in chi lo fa che in chi lo riceve ed esprime la gioia di due compagni di squadra dopo un'azione di successo. Ma da dove deriva questo piccolo/grande gesto che ha cambiato il modo di salutarsi di milioni di uomini e donne del pianeta?

leggi di più 0 Commenti

________________________________ La Murderes Row

di Giovanni Delneri

E così come stabilito, il Bombus e la cicala si riunirono presso la dimora estiva della formica Regina. Solito pranzo, soliti convenevoli e inizio del racconto dei fatti storici del baseball. Desy la Regina disse rivolgendosi al Bombus: quando ero al College e parlavo con Rufa (la buona formica rossa), forse per farmi desistere di avvicinarmi a questo sport, mi raccontò che verso la metà del 1920, esistevano giocatori di baseball che erano membri della Murderes Row; vorrei sapere di che cosa si trattava e se è vera questa notizia. Certo disse Bombus, ma non bisogna prendere alla lettera il suo significato. La Murderes Row, si riferiva ai primi sei giocatori del line-up degli Yankees nella stagione del 1927. Furono formidabili e spietati a tal punto da essere chiamati “la fila degli assassini”.

leggi di più 2 Commenti

________________________________ Jim the boy

di Paolo Castagnini

Carolina del nord anno 1934, Jim un ragazzino di 10 anni che non ha visto il padre, morto prima della sua nascita, vive con la mamma e tre zii. La descrizione di un'infanzia dove basta che lo zio ti chiami all'alba per andare nella vicina città, per farti fremere di una grande eccitazione. Il 10° compleanno, una tappa importante della tua vita dove tutto d'un tratto diventi grande. Alzarsi la notte di Natale perchè ad Aliceville è arrivata la corrente elettrica e si accenderà la prima luce. Il grande regalo, il primo guanto da baseball.

Un libro per chi ha provato le gioie dell'infanzia per le piccole cose che sembravano tanto grandi. Un libro per gli adulti, ma soprattutto per i ragazzi, pieno di gioie e dolori che da grande ti fanno sorridere, ma quando sei piccolo sono così importanti da lasciarti il segno per sempre. Da leggere tutto d'un fiato. Qui sotto un piccolo pezzo del libro di Tony Eraley uscito nel 2009, che mi è capitato di leggere. Tony Earley dopo questo romanzo è stato inserito tra i migliori 20 giovani autori Americani. Si trova su ordinazione. Edizione italiana con titolo "Il giovane Jim" - Fanucci editore - 16,00 Euro

leggi di più 0 Commenti

________________________________ Who's on First?

di Paolo Castagnini

Forse i più vecchi se lo ricorderanno, ma ci fu dall'anno 1936 al 1957 una coppia di comici Americani che spopolarono con le loro esilaranti scenette. Si chiamavano Abbott e Costello. Oltre al teatro parteciparono a numerosi films. La coppia sbarcò anche in Italia sia al cinema che alla televisione e i due si chiamarono Gianni & Pinotto. Quella che oggi vi voglio segnalare è una scena tratta dal film "The Naughty Nineties" del 1945. Naturalmente è una scena che parla di baseball. Abbott è un coach dei St. Luois e naturalmente deve conoscere bene la formazione. Chi gioca in Prima?

leggi di più 0 Commenti

________________________________ L'arte nel baseball

di Paolo Castagnini

Premetto che di arte non ne capisco molto, ma mi è capitato di vedere questo dipinto pubblicato da un'amica Argentina sulla sua pagina facebook.

Personalmente ci sono capolavori che mi lasciano indifferente, ma questo quadro, di cui non so l'autore e la provenienza, mi ha affascinato. Rappresenta il baseball, dirà qualcuno e per questo motivo ti piace. Si, certamente se avesse avuto un altro soggetto probabilmente ne sarei rimasto indifferente. Trovo bellissimi i colori, ma più di tutto quello che mi colpisce è l'espressione dei tre personaggi. C'è una grande decisione e sicurezza di sè nel ricevitore, mentre il battitore teme il lanciatore. Sopra di tutto c'è l'arbitro che dall'alto vigila e altro non è che il padre di uno dei ragazzini giocatori. Trovo questa rappresentazione l'essenza del baseball.

leggi di più 2 Commenti

 

 

Altri articoli...