Allenare i giovani: una lezione di vita

di Frankie Russo

libera traduzione da:

Baseball Excellence

Una lezione di vita

Adattamento, Carattere, CompetitivitàCompostezza, Coraggio, Correzione, Decisione, Determinazione, Dignità, Disciplina, Etica, Fiducia, Gestione del tempo, Integrità, Lavoro di squadra, Leadership, Lealtà, Obbedienza, Obiettivo, Onore, Passione, Pazienza, Resistenza (mentale & fisica), Responsabilità, Risolutezza, Self control, Sportività, Umiltà, Umorismo. Queste sono tutte parole e frasi imponenti, ma quale genitore non vorrebbe avere un figlio con tutte queste caratteristiche? 

leggi di più 0 Commenti

Power Rankings 3^ settimana

Nella foto Carlos Correa - Huston Astros (Troy Taormina/USA Today)
Nella foto Carlos Correa - Huston Astros (Troy Taormina/USA Today)

MLB Power Ranking 

da ESPN a cura di Frankie Russo

È molto affollata la corsa per il primo posto nella classifica di questa settimana tra gli Houston Astros, Washington Nationals e Baltimore Orioles, ma il voto finale andrà agli Astros con un leggero vantaggio su Washington che spingerà i Chicago Cubs giù nella quarta posizione. S’inseriscono nella quinta posizione i New York Yankees che scavalcano gli eterni rivali Boston Red Sox tra le cui file Chris Sale mercoledì avrà il suo primo assaggio della rivalità tra le due compagini.  Continua la discesa libera dei Toronto Blue Jays e San Francisco Giants. I primi detengono il peggior record delle majors mentre i Giants dovranno fare a meno di Bumgarner per almeno due mesi e nel frattempo sono scesi già di 20 posizioni dall’inizio della stagione. 

leggi di più 0 Commenti

Insegnando la battuta - 4^ parte

Nella filmato Gunner Pollman (Miami minor league) esegue batting practice da 10 metri su tiri a 53 mph
Nella filmato Gunner Pollman (Miami minor league) esegue batting practice da 10 metri su tiri a 53 mph

di Frankie Russo

Tratto da drivelinebaseball.com 

Leggi la 1^ parte - 2^ parte - 3^ parte

Una produttiva sessione di allenamento

Se a un atleta gli si offre la possibilità di avere il feedback, egli potrà più facilmente apportare le necessarie correzioni che saranno memorizzate dal corpo e conseguentemente si trasformeranno in migliori prestazioni. Ciò detto, è importante che noi coach creiamo le condizioni per favorire le giuste correzioni. Per esempio, se un atleta sta ottenendo una buona velocità al contatto su ogni lancio, e batte ogni giorno dal tee e da un front toss a 25mph, il suo modello di movimento si adatterà e diventerà molto bravo battendo dal tee e da un front toss a 25mph.

leggi di più 0 Commenti

Baseball swimming

di Franco Ludovisi

Dopo tantissimo, anzi dopo troppo tempo riallaccio per caso i rapporti con un vecchio e carissimo amico siciliano. E parliamo ovviamente del nostro passato e dei troppo rari contatti che ci hanno unito anche se sono stati contatti vivi, fattivi ed anche produttivi per il nostro baseball. Allora il nostro “tempo libero” non era proprio “tempo libero”: era tempo dedicato al baseball in tutte le sue forme possibili. E ce lo ricorda anche Andrea Farabegoli da Cesena quando ci tiene a precisare che il torneo di slow (o fast?) pitch locale è il più “antico” se non il primo giocato in Italia: non bastava mai la sola attività ufficiale svolta in seno alla propria Società, ma bisognava estenderla anche a tutti quelli che avrebbero voluto praticarla pur non avendo la possibilità di farlo. 

leggi di più 2 Commenti

Insegnando la battuta - 3^ parte

di Frankie Russo

Tratto da drivelinebaseball.com 

Leggi la 1^ parte - 2^ parte

Nella prima parte abbiamo parlato della differenza tra  stimoli interni e stimoli esterni quando s’insegna la battuta. Stimolo interno è quando l’atleta presta particolare attenzione al movimento del corpo. Stimolo esterno è quando l’atleta presta particolare attenzione al risultato del movimento. In sostanza, gli stimoli interni hanno una maggiore influenza sulla qualità del movimento e relativi tempi di reazione, mentre gli stimoli esterni sono maggiormente efficaci quando s’insegna la battuta. Come si rapportano queste informazioni al nostro modo d’insegnamento?

leggi di più 0 Commenti

Put me in coach! - Per chi è pronto per giocare!

John Fogerty con la bat guitar con cui ha suonato alla cerimonia Hall of fame
John Fogerty con la bat guitar con cui ha suonato alla cerimonia Hall of fame

di Francesco Zagaglia

John Fogerty (Berkeley, 1945) è un cantante e chitarrista Americano, gigante della musica rock’n’roll e che non ha ancora intenzione di fermarsi. Straordinari i suoi successi negli anni ‘60/70, come Proud Mary, Fortunate son, per citare le composizioni più famose, con i favolosi Creedence Clearewater Revival. Canzoni impegnate, contro la guerra, canzoni d’amore, canzoni sulla vita, interpretate da tutti. La stra-famosa “Have you ever seen the rain” si ispira alla rottura con la band e infatti il momento magico, un giorno, sembra finire con lo scioglimento dei Creedence nel 1972. John continua la sua attività da solo, dritto per la sua strada. I fan attendono circa 10 anni prima di un disco valido, ma nel 1985 avviene la sua rinascita con un album con le palle, specialmente per il titolo, dedicato apertamente al baseball: Centerfield.  Il singolo The Old Man Down the Road arriva in Top Ten e la canzone Centerfield, che ha dato il titolo all’album, diventa una canzone di successo e viene onorata durante la cerimonia della National Baseball Hall of Fame del 2010. È la prima volta in cui la National Baseball Hall of Fame celebra un musicista o una canzone come parte della cerimonia annuale.

leggi di più 0 Commenti

Preparare un allenamento

 di Frankie Russo

libera traduzione da:

sportsfeelgoodstories.com

Avere un piano per l’allenamento è fondamentale per tutti i coach, specialmente quando si tratta di baseball giovanile, o come disse Louis Pasteur: La fortuna favorisce una mente preparata. Tutti i grandi coach, dalla Little League alle Majors arrivano all’allenamento con un piano. Non improvvisano, sanno cosa dovranno fare e quindi l’allenamento diventa semplicemente una implementazione di un piano.  Questo metodo aiuta i giocatori a comprendere ed apprendere meglio le nozioni impartite, ma rende anche il lavoro più semplice ai coach.

leggi di più 0 Commenti

Power Rankings 2^ settimana

Nella foto Jose Altuve (climbingtalshill.com)
Nella foto Jose Altuve (climbingtalshill.com)

MLB Power Ranking da ESPN a cura di Frankie Russo

Una classificazione come la nostra ad inizio stagione significa che generalmente si verificano grossi cambiamenti dovuti a crisi o a squadre che entrano in forma prima delle altre. Questo è il motivo per cui questa settimana vedremo appunto dei lunghi passi in avanti di alcune squadre. Non figurano nelle prime cinque, ma sensibili balzi in avanti sono stati fatti dai NY Yankees (+12) e Cincinnati Reds (+11), ma anche delle notevoli demotivazioni come i St. Louis Cardinals (-11) e Toronto Blue Jays (-12). La più grossa sorpresa? Non sarà la conferma dei campioni uscenti Chicago Cubs a mantenere il primo posto in classifica, bensì i sorprendenti Houston Astros di Jose Altuve a guardare tutte le squadre dall’alto in basso.

leggi di più 0 Commenti

Custer e il baseball

It is a view of Union prisoners at Salisbury, N.C., playing baseball (New York Public Library)
It is a view of Union prisoners at Salisbury, N.C., playing baseball (New York Public Library)

di Michele Dodde e Fabio Mogini con la presentazione di Paolo Castagnini 

E' con grande piacere che oggi pubblico questo interessante lavoro ad opera di due amici oltre che persone di grande spessore intellettuale. Michele Dodde che tutti voi lettori conoscete e Fabio Mogini, che esce per la prima volta dal ruolo di dirigente ufficio amministrativo FIBS con questo contributo alla cultura del nostro sport.

Buona Pasqua a tutti

A seguire con attenta ricerca e curiosità le tracce di quella lunga via percorsa da una pallina da baseball, sia in modo concreto sia virtuale, ci si imbatte sempre in particolari episodi che per il loro valore ontologico delineano poi pagine di una storia infinita ed affascinante per i luoghi, le circostanze ed i tempi che quella pallina ha vissuto o è stata usata come indelebile protagonista. 

leggi di più 1 Commenti

Insegnando la battuta 2^ parte

di Frankie Russo

Tratto da drivelinebaseball.com 

Leggi la 1^ parte

Applicazione

Durante l’allenamento, procedere con cautela. Prima di chiedere a un battitore di fare una correzione, provate a fargli eseguire degli esercizi che richiedono quella attitudine e verificare se riesce a correggersi. Il corpo umano è una macchina miracolosa, e la capacità di organizzarsi da sola e adattarsi ai movimenti non deve essere sottovalutata, specialmente quando trattasi di atleti particolari (come vedremo successivamente). Troppo spesso si vedono sui campi battitori che sono stati imbottiti di nozioni e la loro meccanica non è atletica, mancando di fluidità e di ritmo. Spesso i coach indicano agli atleti che atterrano troppo presto con il piede anteriore, che tengono le braccia troppo basse, e altre scuse. Il battitore presta così tanta attenzione alla meccanica che non è più un atleta.

 

leggi di più 2 Commenti

Vorrei partecipare a Torneo!

di Paolo Castagnini

L'estate è in arrivo e già si sente nell'aria il profumo di Tornei. Grandi, piccoli, più o meno importanti che siano, per chi partecipa è sempre una grande festa. Per molti ragazzi però la partecipazione diventa solo un desiderio. Ed è per loro che è pensata questa pagina di Baseball On The Road: "Come posso mandare un giocatore del 2003 al Torneo Due Torri?" Ecco una bacheca semplicissima da usare con un semplice messaggio. Scrivete qui sotto tutto ciò che è inerente all'argomento: giocatore cerca una squadra per Torneo; una squadra cerca lanciatore per Torneo; un Torneo apre ai singoli giocatori, ecc. Scrivete i vostri recapiti! I più recenti si vedranno in alto. Il banner rimarrà sul lato destro per l'intera stagione. Buona estate ricca di Tornei!

leggi di più 1 Commenti

Power Rankings 1^ settimana

Torna ESPN - MLB Power Ranking curata da Frankie Russo

 

Dopo aver speso 25 delle ultime 27 settimane lo scorso anno in testa alla classifica, nulla è cambiato per i Chicago Cubs nel 2017. Ma non è stato un voto unanime con i Cleveland Indians e Baltimore Orioles facendo sentire il fiato sul collo dei Cubbies. In salita rispetto alla pre-sesoan sono gli Orioles, Minnesota Twins e Arizona Diamondbacks. Un passo indietro invece lo fanno i San Francisco Giants e Texas Rangers

leggi di più 0 Commenti

Insegnando la battuta - 1^ parte

di Frankie Russo

Presentazione di Paolo Castagnini

Insegnare la battuta. Cosa c'è nel baseball e nel softball di più bello e di più complesso per un coach? Quante volte ognuno di noi si sta chiedendo se lo sta facendo nel modo corretto oppure no. Facendo un viaggio a ritroso nella nostra esperienza alzi la mano chi non insegna cose diverse rispetto a quelle che insegnava lo scorso anno, qualche anno fa o molti anni fa. E come insegneremo domani, il prossimo anno e nel futuro? Di certo il nostro lavoro è servito a migliorare molti ragazzi, ma qualche danno lo possiamo aver fatto? Per quanto mi riguarda io ne sono certo. Quando ho letto questo articolo ne sono rimasto entusiasta. Mi auguro che sia gradito anche a tutti voi e che vi possa aiutare nel vostro lavoro. Questa è la prima parte.

leggi di più 0 Commenti

Meraviglie della scienza

Nella foto Andrew Lotsh lanciatore
Nella foto Andrew Lotsh lanciatore

di Allegra Giuffredi 

Andrew Lotshaw (1880 - 1953), dopo una modesta carriera da giocatore nelle Leghe minori, divenne parte dello staff dei Cubs, in qualità di trainer. Lotshaw passò così ben trentuno stagioni, dal 1922 al 1952, con i Cubs e sfruttando un vecchio adagio bocconiano, “apprese, facendo”, imparando cioè a lavorare nel suo ruolo, lavorando e fin qui niente di strano, ma nei primi anni della sua esperienza a Chicago, egli fu protagonista di una curiosa innovazione o se si vuole di un curioso episodio. Lotshaw, infatti credeva nella scienza medica e spesso la applicava agli allenamenti dei giocatori: in pratica si diceva che allenasse con un libro di medicina nella mano destra. 

leggi di più 0 Commenti

L'ultima corsa

Nella foto Billy Hamilton (da MLB)
Nella foto Billy Hamilton (da MLB)

Racconto a quattro mani di

Giovanni Delneri TERZABASE

Michele Dodde

Quando si sentì il suono di tre spari consecutivi in quella traversa della 125th strada stava piovendo a dirotto ma i frequentatori dei due pub li vicino accorsero ugualmente. Per loro quei suoni secchi erano normale quotidianità rotta solo dai giochi sul biliardo sia a stecca sia a boccetta. Sotto la fioca luce per prima cosa videro del sangue che copiosamente usciva da una grossa ferita sulla coscia della gamba destra e che seguiva il corso dell’acqua piovana sino a sparire nella caditoia stradale. 

leggi di più 4 Commenti

Impegnare i giovani in allenamento

di Frankie Russo

libera traduzione da theseason

La realtà per un giocatore di baseball non professionista è che spende molto più tempo in campo per  gli allenamenti che per le partite. Mentre un giocatore delle majors  è impegnato per sei mesi in un lungo campionato di 162 gare, nelle categorie giovanili si pratica 3 o 4 giorni la settimana per poi giocare 1, forse 2 gare. Ciò significa che il tempo speso in allenamento deve essere valorizzato come se si fosse in gara. O, meglio detto, il tempo intercorso tra una gara e l’altra deve servire per imparare a come vincere le gare. Concetto non facile da trasmettere ai giovani. 

leggi di più 0 Commenti

I DC Padres puntano molto in alto

di Paolo Castagnini

Oggi vi presento una curiosa squadra. I DC Padres. Eccoli qui a fianco nella classica posa per la foto di formazione.

Innanzitutto DC (District of Columbia) che è la sede della Capitale degli Stati Uniti Washington DC appunto. In effetti è proprio in questa zona che i Padres svolgono la loro attività.  Sono tutti di provenienza High School e College. Non hanno un loro campo, ma sono ospitati nei vari stadi di Minor League della zona, spesso superando i 1.000 spettatori presenti. 

leggi di più 0 Commenti

Quali le strade da percorrere?

Nella foto Gavin Cecchini al Classic (Credit: Getty Images / Miguel Tovar)
Nella foto Gavin Cecchini al Classic (Credit: Getty Images / Miguel Tovar)

di CURVEBALL

Credo che il nostro movimento sia giunto ad una svolta. Dopo anni di guida da parte del precedente presidente, ora è il momento di Andrea Marcon e del suo gruppo dirigenziale. Il gruppo "ChangeUp" del dirigente friulano, si ripromette di "rottamare", voltare pagina e dare un futuro roseo al baseball e al softball nostrani, che è poi quello che desideriamo noi tutti appassionati. Ma la domanda che tutti ci poniamo è: "quali saranno le misure intraprese dalla nuova dirigenza per invertire lo stato attuale?". Di possibili suggerimenti ne sentiamo a decine ogni giorno, perché è vero che non siamo il calcio, ma nel nostro piccolo, nel nostro "piccolo mondo", facciamo tanto rumore anche noi! 

leggi di più 0 Commenti

 

 

 Articoli precedenti---->