Il giusto equilibrio

Blake Snell (Foto Mike Carlson, The Associated Press)
Blake Snell (Foto Mike Carlson, The Associated Press)

di Frankie Russo   tratto da articoli di MLB e ESPN

Era appena finita Gara 6 delle World Series 2020 che ha visto i LA Dodgers conquistare il titolo dopo 32 anni. Una gara in cui il manager dei TB Rays, Kevin Cash, in vantaggio per 1-0, ha sostituito il suo asso Blake Snell nel sesto inning che fino ad allora aveva concesso solo due valide. Quella gara fece tornare in mente a AJ Hinch la decisione che egli stesso aveva preso l’anno precedente quando sostituì Zack Greinke in Gara 7 contro i Washington Nationals. Come Snell, Greinke fino ad allora stava lanciando molto bene, in vantaggio per 2-1 e avendo concesso solo due valide. Ma dopo il fuoricampo di Anthony Rendon e la base su ball concessa a Juan Soto, Hinch portò sul monte Will Harris il quale bruciò la gara concedendo un fuoricampo da due punti a Howie Kendrick. 

Nella foto AJ Hinch (sx) e Kevin Cash (dx)
Nella foto AJ Hinch (sx) e Kevin Cash (dx)

Entrambi i casi hanno creato un gran trambusto nel mondo del baseball; quanto bisogna avvalersi delle analitiche e quanto al proprio istinto? I due si sono sentiti al telefono, si rispettano, hanno discusso le loro decisioni che hanno portato entrambi ad essere criticati per il loro operato e per il fatto che il risultato non è andato secondo i piani previsti. Sia Hinch che Cash hanno dovuto scegliere tra le analisi della situazione e l’istinto di proseguire con il loro miglior lanciatore. E’ una decisione che si presenta molto spesso in ogni gara. 

 

Il segreto è nel saper trovare il giusto equilibrio. Bisogna conoscere a fondo le caratteristiche dei propri giocatori e poi bisogna fare i conti con tutte le informazioni a disposizione. Alcune sono tangibili, altre no ed è qui che sorge la difficoltà del manager quando si trova in mezzo al campo, tra i giocatori, l’elemento umano e tutte le informazioni che arrivano dagli uffici. Solo il giusto equilibrio tra i vari fattori può portare alla decisione che porterà alla soluzione vincente.

 

Ogni manager vuol vedere i propri giocatori avere successo, ma allo stesso tempo bisogna considerare le statistiche, le analisi e tutti i dati relativi ai lanciatori. Molti manager sono propensi ad affidarsi più ai numeri, altri si affidano al loro istinto, ma riuscire a trovare il giusto equilibrio è la vera chiave del successo. 

 

Un mese dopo le WS, a Cash è stato chiesto la sua opinione per quanto riguarda la differenza tra la cosiddetta vecchia scuola e nuova scuola, ma abilmente Cash ha dribblato la domanda affermando che è un argomento di cui non tratta a lui discutere. Il compito del manager è di far sentire a proprio agio i giocatori, aiutarli ad avere successo e vincere più partite possibile. 

 

E’ probabile che quanto sopra scritto non abbia nulla a che fare con l’operazione di mercato, ma è di questi giorni il passaggio di Blake Snell ai San Diego Padres. 

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0