· 

In bilico la stagione MLB 2021

di Frankie Russo   tratto da usatoday.com

Scoppia già il primo caso per la stagione 2021, dirigenti della MLB e  proprietari vogliono che tutti i giocatori siano vaccinati prima dell’inizio dello spring training, il che molto probabilmente significa iniziare il campionato non prima di maggio oltre che accorciare il campionato a 140 o meno gare.  D’altro canto l’Associazione giocatori crede che sia possibile vaccinare tutti in tempo e disputare un campionato regolare di 162 partite.  Mancano meno di due mesi prima che si riuniscano lanciatori e ricevitori e il campionato MLB sembra essere già in alto mare. I proprietari insistono che gli Stati dove si svolgerà lo spring training, Florida e Arizona, hanno ancora un'alta percentuale di contagi e nessuno vuole mettere a rischio un'organizzazione che conta in totale circa 125 elementi. 

Ma come sempre pare che il vero problema sia economico. Ogni giorno di ritardo dell’inizio di campionato costerà ai giocatori 25 milioni di dollari in salari. Con sole 60 gare disputate lo scorso anno i giocatori hanno percepito il 33% del salario. Il sindacato giocatori non vuole altri tagli e afferma che come si è giocato in sicurezza l’anno scorso si può fare lo stesso per il 2021. 

Justin Turner (Wally Skalij / Los Angeles Times)
Justin Turner (Wally Skalij / Los Angeles Times)

A parte il caso di Justin Turner dei LA Dodgers che è risultato positivo nell’ultima gara delle World Series, le società in genere hanno registrato perdite per circa 3 bilioni di dollari. La presenza di spettatori fu vietata fino alle Championship Series in Arlington quando a circa 11.500 spettatori fu permesso di assistere dalle tribune. E’ ancora un punto interrogativo se negli stadi saranno ammessi spettatori per il 2021 o se ci saranno restrizioni. Ciò che si sa è che le società ancora non hanno messo in vendita biglietti per le gare di spring training. Il Dr. Fauci ha detto che difficilmente potranno essere ammessi tifosi allo stadio, o almeno non prima della fine estate quando molti saranno stati vaccinati. 

 

Non sono stati ancora resi noti i commenti da parte dei giocatori, ma come per il 2020, anche il 2021 vedrà un certo numero di giocatori dare forfait per proteggere i loro familiari. Una soluzione potrebbe essere quella di ritardare l’inizio di campionato quando tutte le persone coinvolte saranno vaccinate e poi allungare la stagione per evitare altre perdite in salari. Ma anche questa proposta vedrebbe grosse perdite da parte delle società non avendo un congruo numero di tifosi sugli spalti. 

 

Sono già in corso incontri tra i dirigenti MLB e il sindacato giocatori ma affinché ci sia il famigerato “PLAY BALL” sarà indispensabile un accordo tra le parti. E’ ancora da decidere se sarà confermato il DH anche nella National League mentre la MLB ha proposto un allargamento delle squadre per la post season da 10 a 14. 

 

Per il momento c’è molta carne a cuocere. I giocatori non possono prendere casa perché non sanno quando inizierà, seppure inizierà lo spring training, il numero di gare è tutto in alto mare. Nessuna delle due parti vuole rinunciare ai propri introiti. Insomma anche quest’anno assisteremo a un bel tira e molla tra le parti prima che si arrivi alla decisione finale. 

 

Frankie Russo

Scrivi commento

Commenti: 0