Giù il sipario

di Maria Cristina Minghelli

Si sono spente le luci al campo sulle ultime partite della stagione 2020. Le serie maggiori hanno decretato i loro Campioni d’Italia, le minori e le giovanili sono in dirittura d’arrivo. Ieri abbiamo ospitato con orgoglio uno dei concentramenti delle semifinali Under 15, volontari sempre in pista, alcuni dalle 8.00 di mattina alle 22.00, sempre col sorriso sulle labbra pronti a cercare di accontentare il pubblico, come sempre facciamo. In campo giovani protagonisti che inseguono un sogno, con il loro carico di insicurezze, speranze, timori, giubilo, tanta educazione e sana competizione a braccetto. Noi delle maestranze ci siamo lasciati con un filo di malinconia e tante raccomandazioni “ facciamo che ci vediamo qualche volta prima di marzo… si,si, almeno ci faremo gli auguri di Natale”,  “troviamoci per pensare a qualcosa di geniale per la prossima stagione”. Su tutti pesano i punti interrogativi che l’eccezionale situazione Covid impone, ma in tutti c’è la speranza, il senso di squadra e lo sguardo fiducioso nel futuro.

Si spengono le luci, arriva il freddo: il baseball e il softball si nutrono di caldo, producono sudore, annusano l’erba bagnata di rugiada del mattino, si crogiolano nel sole che tramonta sulla terra rossa. Le emozioni hanno bisogno di tempo per sprigionare i loro sentori più profondi e noi ne abbiamo e ne offriamo a chi sa guardare oltre le reti. 

 

Siamo teatranti per pochi in Italia, peccato perché meriteremmo molto di più: un’informazione più attenta, riferimenti positivi e campagne di avvicinamento al nostro sport anche con testimonial d’eccezione. Ma siamo lo stesso una tribù e non molliamo. Lavoriamo nei nostri cantieri invernali, curiamo la nostra salute e quella degli i altri, studiamo, alleniamoci, amiamoci e viviamo con passione: miglioriamoci costantemente e  diamo appuntamento a tutti per il 2021.

 

Maria Cristina Minghelli

 

 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Michele (lunedì, 12 ottobre 2020 08:37)

    Un'arguta testimonianza Ora però inizia il tempo del baseball e del softball nei ricordi. Poiché essi non hanno mai una pausa... Ed anche questi riscalderanno il cuore e le menti.

  • #2

    Carlo Naldoni (lunedì, 12 ottobre 2020 19:19)

    Complimenti Cristina, molto appropriato, emiziinante e struggente, brava. Rende l'idea molto bene.