Yogi Berra, l'aforismo del giorno - 6

di Frankie Russo tratto da ESPN

Precedenti: 1 - 2  - 3 - 4 - 5

La Little League di baseball è una buona cosa perché tiene i genitori lontano dalle strade e i ragazzi lontano da casa.

Lawrence Peter Berra ricevette il soprannome di Yogi durante la sua giovinezza, quando giocava nell'American Legion Baseball, una lega giovanile. Un pomeriggio, dopo aver assistito a un film che aveva un breve pezzo sull'India, un amico Jack Maguire (divenne poi anche lui un MLB player) notò una somiglianza tra lui e lo "yogi", ( una persona che praticava yoga). Jack pensava che Berra assomigliasse a uno Hindu Yogi ogni volta che si sedeva con le braccia e le gambe incrociate in attesa andare alla battuta o alla fine delle partite quando perdevano. Maguire disse "Ti chiamerò Yogi" e da quel momento quello fu il suo nome.

Altre perle di saggezza di Berra:

  • Non avreste vinto se noi non vi avessimo battuto
  • Non è accaduto in tutta la storia delle World Series, e finora non è mai accaduto
  • Non è troppo lontano, infatti sembra proprio che lo sia
  • Se non vi ponete degli obiettivi, non potrete lamentarvi quando poi non li raggiungerete
  • Non ho nessuna crisi. È che non batto proprio!

segue

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    Michele (sabato, 27 giugno 2020 12:04)

    Eccezionale il primo aforisma inerente i genitori: dovrebbe diventare lo slogan della Little League. A buon intenditore...