· 

Partita doppia

di Michele Dodde

Caro lettore, è una strana partita tra Pietro Striano (Ascesa dei Vinti) e Michele Dodde (Baseball on the Road)  quella che andrai a leggere nelle seguenti pagine perché non sarà un racconto ad accompagnarti bensì le vicende rispolverate e rinverdite durante una partita perfetta che terminerà agli extra inning saldamente giocati questi ultimi dal closer Marco Campanini. Sarà difficile stabilire chi vincerà questa partita doppia poiché essa vuole denudare quell’eccessiva vena di romanticismo che circonda il baseball rendendolo umano e presentarlo per quello che è: un gioco. Forse con noi dovresti concordare con il commento rilasciato dall’incisivo e carismatico opinionista della Fox, Colin Cowherd , quando affermò che: “...il mio problema con il baseball è che sembra un Country Club esclusivo, e che non lascia spazio alla fantasia...” perché veramente il baseball, oltre ad essere strutturato secondo un quantitativo di regole, che di fatto sono una garbata rivelazione di atti leciti consentiti e di atti illeciti da sanzionare, viene giocato con l’applicazione di criteri che sono conosciuti solo nell’ambito di un aristocratico club. E solo gli appassionati ne conoscono le sfumature che non vengono recepite dagli occhi semplici di uno spettatore abituato più ad assorbire le azioni che a pensare alle azioni stesse.

Il baseball odierno, come si sa, ha un grande problema ed è quello di non avere tra i suoi giocatori personaggi di grande personalità come coloro che a suo tempo, nel bene e nel male, hanno fatto scrivere epiche pagine che, grazie al loro inossidabile carisma, sono diventate una storia che commuove e si fa amare.

 

Allora è necessario diventare dei convinti dissacratori e come tali evidenziare che se molti, per tornaconto personale economico o meno, hanno sempre fatto apparire il baseball come un gioco noioso anche se sviluppato attraverso grandi imprese atletiche ed attorniato anche da immensi eccessi, in pratica non si sa nemmeno chi sia stato il grande padre fondatore ma solo la cronaca di un gruppo di diciotto giovani che lì agli Elisian Fields vollero perdere tempo giocando con una pallina ed un bastone.

 

E quel gioco piacque ed ancora piace perché armoniosamente rispecchia l’indole umana.

Ed allora è bene precisare ancora che la  presente Partita Doppia vuole essere semplicemente un’analisi pragmatica di quelli che sono stati alcuni eventi fondamentali della storia di un gioco che ha visto l’evolversi di eccezionali prestazioni di molti giocatori ma altresì anche la caratura dell’esistenza di  simpatici burloni.

 

Perché il baseball è solo un gioco. 

 

Michele Dodde

 

N.d.r Fresco di stampa il nuovo libro di Pietro Strano e Michele Dodde  che si confrontano con passione ed in modo originale su temi ed eventi inerenti il baseball. Le loro ricerche e testimonianze sono sempre ad ampio respiro nella ferma convinzione che, a buon ragione, l’indole umana in sintesi è una grande partita di baseball.

 

Sopra avete letto l'introduzione del libro, reperibile su Amazon:

 

Formato Libro copertina flessibile

 

Formato Kindle

Scrivi commento

Commenti: 0