El Mago della difesa

Nella foto Javier Baez (Photo MLB.com)
Nella foto Javier Baez (Photo MLB.com)

di Frankie Russo tratto da MLB.com

Alcuni giorni fa abbiamo cercato di spiegare nei minimi dettagli i fattori che si prendono in considerazione per determinare il WAR, forse il più sofisticato delle sabermetriche. E ormai le nuove statistiche pare siano all’ordine del giorno. Prendiamo le ultime del 2019, Outs Above Average for Outfielders e Outs Above Average for Infielders (Eliminazioni Oltre la Media per esterni e interni, ndt). In un prossimo futuro non lontano avremo anche l’arbitro elettronico a casa base!  La classifica generale dei migliori difensori vede in vetta l’esterno centro dei Nationals Victor Robles con un +23 seguito da Javier Baez dei Cubs a +19. Ma corre l’obbligo evidenziare una sostanziale differenza: la OAA degli esterni è basata esclusivamente sulle prese effettuate favorendo i giocatori veloci come Robles, per gli interni subentrano molti altri fattori.

L’interbase dei Cubs ha molte altre responsabilità. A volte deve giocare più profondo, a volte più spostato verso la terza e a volte lo vediamo addirittura dall’altra parte del sacchetto di seconda. Baez esegue ogni tipo di giocata, sia che essa richieda reazione, copertura del campo (range), mani veloci, lettura della battuta, forza di braccio, istinto, velocità, insomma tutte le caratteristiche che occorrono per essere un ottimo difensore. 

 

Ricoprire il ruolo di interbase nel gioco moderno richiede tanta versatilità, quindi paragonare le qualità di un esterno con quelle di un interno in effetti diventa improponibile.

 

Infatti l’OAA degli interni si basa principalmente su due elementi: il primo è l’Intercettazione che tiene conto della distanza che deve ricoprire il difensore per arrivare sulla palla e il tempo che ci impiega; la seconda è il Tiro, la distanza combinata con il tempo che il difensore ha per eliminare un corridore veloce. In definitiva vengono considerate le difficoltà coinvolte.  

 

Nell'immagine mostriamo un chart che indica la posizione di partenza di Baez e il terreno che ha coperto per effettuare le giocate nel 2019 

Fino alla scorsa stagione Baez non giocava nemmeno interbase, ma ricoprendo il ruolo ha mostrato una escalation che lo ha portato ad essere il migliore.

 

Su tutte le giocate di cui era responsabile, Baez ha registrato un 5% in più rispetto agli altri portando a buon fine l’88% delle opportunità rispetto all’83%, media della lega. Semplicemente Baez effettua una extra eliminazione ogni 4 tentativi, ed è questo che lo separa dagli altri, lui fa ciò che gli altri non riescono proprio a fare.

 

Le sue spettacolari giocate incantono le platee, ma ciononostante Javier Baez non ha vinto ancora un Gold Glove, ma ormai è solo una questione di tempo. El Mago sul campo è lui. 

 

In precedenza abbiamo anche fatto cenno alle caratteristiche di Baez che lo rendono un difensore al di fuori del normale. Guardare i video per credere. 

 

Frankie Russo

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    alex (sabato, 07 marzo 2020 12:36)

    Bellissime giocate!
    grazie.