Il patto con i genitori

Prima di iniziare la stagione dei Campionati Giovanili è necessario un patto con i genitori. Ecco come si può iniziare la stagione 2020

di Frankie Russo tratto da coachbaseballright.com

GENTILI GENITORI,

Vogliamo iniziare l’attività agonistica condividendo con voi questa lettera che delinea le nostre aspettative per questa stagione emozionante. La cosa più importante che vi vogliamo dire è che crediamo che il baseball, come ogni altro sport, sia un veicolo per insegnare ai nostri ragazzi una lezione di vita.  La vita (scusate la ripetizione) ci riserva sia successi che fallimenti. Vogliamo che i nostri ragazzi imparino a gestirsi sia quando le cose vanno bene sia quando al contrario non vanno come desiderato. Noi dobbiamo essere dei buoni esempi per loro e spero che voi tutti siate d’accordo per il bene dei nostri ragazzi.

Se l’avversario non è corretto nei nostri confronti, se l’arbitro fa una chiamata sbagliata, NESSUNO deve urlare contro o rispondere. Quel giocatore/i o arbitro appartiene ad un altro gruppo. Essi, come noi, non sono perfetti, teniamolo sempre ben presente.   

 

Noi vogliamo che ogni giocatore sia un ottimo compagno di squadra anteponendo l’interesse della squadra al suo. Vogliamo che i nostri giocatori siano in grado di far sentire meglio coloro che li circondano, anche se questo significa porre i propri interessi in secondo piano. 

 

Infine, evitiamo assolutamente di pettegolare tra di noi. A volte può essere difficile anche se a volte può sembrare normale, ma parlare male dei compagni è dannoso per il gruppo e non rappresenta la cultura che vogliamo promuovere nella nostra squadra.  

 

Per quanto concerne i risultati e le novità, faremo del nostro meglio per tenervi informati. Inoltre creeremo dei gruppi sui media per coordinare al meglio il tutto e per eventuali emergenze. Faremo del nostro meglio per tenervi informati in caso di rinvii causa condizioni meteorologhe. Non esitate a interpellarci se avete domande o dubbi. 

 

Vogliamo creare una squadra in cui ogni persona coinvolta funge da modello per gli altri. Genitori e coach sono modelli per i nostri figli, pertanto la porta è aperta a chiunque voglia collaborare. Al momento che il coach riterrà opportuno, ai genitori sarà data facoltà di confrontarsi con loro, ma non per contestare.   

 

Vi ringraziamo per la collaborazione e auguriamo una buona stagione a tutti.  

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 1
  • #1

    giobia (lunedì, 03 febbraio 2020 14:36)

    ..concordo!
    Dovrebbe essere firmata da ogni genitore insieme al cartellino del figlio/della figlia :))