Power Ranking # 19

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

Era solo una questione di tempo, ma il duello a distanza tra i Dodgers e Astros per conquistare la vetta del ranking ha visto il cambio della guardia dopo 11 settimane di supremazia di LA. Sarà stata conseguenza dell’acquisizione di Zack Greinke, sarà merito delle prestazioni di Yordan Alvarez, ma gli Astros sono riusciti finalmente a conquistare la posizione # 1. I Dodgers avevano occupato la posizione per 14 settimane su 19  mentre il restante era stato a ballottaggio degli Astros. Sapere per quanto tempo ci rimarranno adesso rimane da verificare. Ma non è stato questo il solo importante cambiamento. Gli Indians entrano prepotenza nelle Top 5 superando i Twins. I Mets hanno avuto un incredibile ritorno salendo di ben sette posizioni e conquistano la 10^ posizione scacciando i Nationals. Squadre che hanno registrato significative perdite sono i Cardinals, Phillies, Giants e Pirates che sono scesi di tre posizioni. Ma come dicono i vecchi saggi Non è finita finché non è finita. 

Per quanto concerne le rispettivi divisioni gli Yankees mantengono pressoché invariato il vantaggio di 9 gare sui Rays, mentre nella Central si è verificato il sorpasso degli Indians ai danni dei Twins.

 

Nella West gli Astros allungano di altre 2 posizioni sugli A’s portandosi a 10 gare di vantaggio. Nella NL East da 4,5 il vantaggio dei Braves sale a 6 sui Nationals. Nella Central i Cubs si portano a 2 gare di vantaggio sui Cardinals. Nella West il vantaggio dei Dodgers sale a 18 gare sui Dbacks che hanno superato i Giants. 

1- HOUSTON ASTROS: Record 77-41.

Il top prospetto Kyle Tucker sta facendo vedere buone cose in Triplo A ma sarà duro per lui scavalcare Yuli Gurriel che ha battuto un totale di 31 HR in due stagioni. 12 sono stati gli HR battuti a luglio con 31 RBI e nel mese di agosto le cose non sembrano essere cambiate. Gurriel ha battuto 8 punti a casa in una gara contro i Rockies.  Di questo passo Gurriel è in corsa per raggiungere 100 RBI a fine campionato.

2- LOS ANGELES DODGERS: Record 79-41.

Dalle stalle alle stelle. Fino a un paio di settimane fa Kristopher Negron  era una riserva per i Mariners dopo aver speso molto tempo in Triplo A. Sabato Negron batteva terzo nel lineup dei Dodgers. Era semplicemente impensabile che ciò potesse accadere. Negron ha realizzato HR nelle prime gare per LA e ha una media di 345 in 9 gare. Sugli scudi anche Clayton Kershaw che in 6 apparizioni consecutive ha concesso 3 o meno punti con un PGL di 1,66.

3-NEW YORK YANKEES: Record 77-41.

Fino all’All Star Game Masahiro Tanaka aveva un PGL di 9,49, il peggiore tra i partenti con almeno 5 apparizioni, ma domenica è riuscito a lanciare 8 riprese senza punti contro i Blue Jays, impresa riuscita solo tre volte quest’anno dai partenti di NY. Altre notizie confortanti per gli Yankees arrivano da Gio Urshela e Mike Tauchman. Urshela ha battuto più di un HR in due gare consecutive per un totale di 5 in settimana. Anche Tauchman ha battuto 2 HR in una gara per un totale di 5 in settimana.

4- CLEVELAND INDIANS: Record 71-47.

Per la loro scalata verso la vetta gli Indians devono dare merito a Roberto Perez che ha mostrato tutto il suo valore quando ha la possibilità di giocare da titolare trascinando con sé la sua riserva, il giovane Kevin Plawecki. Oltre ad aver realizzato il record personale di HR stagionali con 19, Perez è tra i leader nella categoria dei ricevitori per il picth-framing che, insieme a Plawecki, si calcola abbia salvato almeno 10 punti grazie alle loro abilità ricettive.

5- MINNESOTA TWINS: Record 71-47.

Sono 11 i Twins che hanno superato quota 10 per HR realizzati restando di una lunghezza corta rispetto agli Yankees  dello scorso anno. Chi potrebbe essere il prossimo? Difficile a dirsi. Ehire Adrianza e Luis Alvarez non si possono definire battitori di potenza e Willians Astudillo non rientrerà prima di settembre. Ad ogni modo va dato credito a questa squadra che ha la buona abitudine di spedire la palla oltre le recinzioni. Infatti almeno 8 di essi hanno la possibilità di raggiungere quota 20, traguardo che lo scorso anno hanno raggiunto solo in due. 

 

Frankie Russo

 

Sotto il resto della classifica

Scrivi commento

Commenti: 0