· 

Power Ranking # 17

di Frankie Russo 

Ranking secondo ESPN

A poche ore dalla scadenza del trade deadline solo due cose sono certe: i Dodgers sono la migliore squadra in baseball e i Tigers (sic!) sono la peggiore mentre nella Top 10 cambia l’ordine ma le squadre sono le stesse con alcune contendenti che fanno passi da gigante in avanti.  I Red Sox hanno vinto tre su quattro nella serie contro gli Yankees ricordando a tutti che i campioni uscenti hanno tutte le intenzioni di giocare a ottobre. I Cardinals, dopo aver mancato la postseason per tre anni consecutivi, hanno scavalcato i Cubs e si sono portati in testa alla NL Central. Gli Indians, dopo aver vinto per tre anni consecutivi il titolo dell’AL Central,  mostrano nessuna intenzione  a voler cedere il primato ai Twins riducendo il gap a sole due gare. I Red Sox hanno registrato il più grande salto in avanti nel ranking guadagnando cinque posizioni entrando di prepotenza nelle Top 5. Gli Indians si sono fermati solo alla sesta posizione mentre i Cardinals salgono all’undicesima posizione con il loro slugger Paul Goldschmist che ha realizzato HR in sei gare consecutive. 

Naturalmente non tutti salgono. Dopo aver perso la serie contro i Red Sox, gli Yankess scendono al terzo posto. I maggiori perdenti questa settimana sono stati i Cubs che perdendo la serie contro Milwaukee, non solo hanno perso il primo posto nella NL Central, ma sono usciti dalle Top 10 del ranking per la prima volta in questa stagione.

1- LOS ANGELES DODGERS:  Record 69-38.

Con il declassamento di Austin Barnes in Triplo A, vedremo maggiormente nel ruolo di ricevitore Will Smith che ha festeggiato il ritorno nella grande lega andando 3x3 con un HR, 2 doppi e 6 RBI. Barnes aveva una linea di 196/288/328 e il suo backup, Russell Martin registra una linea di 217/341/280 significando che Smith avrà un grosso impatto nell’attacco di LA avendo in linea in Triplo A di 269/381/605.


2- HOUSTON ASTROS: Record 68-39.

Gli Astros non hanno ancora alzato bandiera bianca sul loro promettente prospetto Forrest Whitley che è stato fuori dal mese di giugno per un affaticamento alla spalla e ancora non ha trovato il suo ritmo mentre sta lanciando in Triplo A.  Miglioramento si è visto nella diminuzione di basi su ball avendone concessa una sola in luogo delle sei nella sua precedente prestazione.  Riveste particolare importanza la presenza di Whitley nella rotazione poiché nella postseason egli potrebbe ricoprire il ruolo sia di partente nel caso ce ne fosse bisogno sia adattarsi come rilievo nel bullpen.


3- NEW YORK YANKEES: Record 67-38.

Gli Yankees hanno concesso cinque o più punti in nove gare consecutive con una media di 9,3. Questa terribile striscia segue un periodo in cui NY aveva concesso più di cinque punti solo una volta in 14 gare. Questo ci lascia immaginare che gli Yankees saranno presenti sul mercato per acquisire un partente, specialmente dopo che CC Sabathia è finito sulla lista infortuni. Esplicativo il peggioramento del PGL registrato nei mesi precedenti: aprile 3,50; maggio 4,07; giugno 5,75; luglio 6,38. 


4- MINNESOTA TWINS: Record 64-41.

Non tutti nel lineup battono con potenza. L’interno Luis Arraez, ben noto per le sue qualità nelle minors, sta giocando con regolarità ricoprendo tutte le posizioni nel diamante con qualche apparizione all’esterno sinistro e registra una MB oltre 300 con più basi su ball che SO. Arraez gioca meglio di Miguel Sano in terza e offre maggiori opportunità con la sua versatilità. Difficilmente sarà in corsa per RoY, ma certamente ha dato maggiore stabilità alla difesa dei Twins.


5- BOSTON RED SOX: Record 59-48.

Il grande successo dell’attacco registrato nell’ultimo mese e mezzo deve essere attribuito al manager Alex Cora che ha spostato Rafael Devers nel secondo posto nel lineup. Dal 25 giugno, cioè da quando batte secondo, Devers è secondo nelle majors per MB (381), OPS (1,201) e punti segnati (31) mentre è primo in RBI (34) e extra basi (27) in 27 gare disputate. Come squadra, dal 25 giugno i Red Sox sono primi in MB (312), OPS (916) e media punti segnati per gara (7,3).

 

Frankie Russo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0