Summerland, un libro per ragazzi

di Paolo Castagnini

Michael Chabon è uno scrittore americano, vincitore del Premio Pulitzer per la narrativa 2001, con "Le fantastiche avventure di Kavalier & Clay". L'anno successivo pubblicò "Summerland" un romanzo fantasy per ragazzi (indicato per 11-12 anni). Summerland è un posto magico, dove non piove mai. Il sole splende sempre in un cielo azzurrissimo sopra il prato più smeraldino che si possa immaginare. Il posto ideale per giocare a baseball. Ethan Feld, però, a costo di deludere il suo papà, non vuole più vedere una mazza da baseball in vita sua. Lui è il peggior giocatore di baseball della storia. O almeno è convinto di esserlo. Ma non può mollare tutto, proprio no. Perché lui è il prescelto dai Vicini, alias il Piccolo Popolo, alias i folletti, alias i Ferisher, per guidare la squadra di baseball che dovrà sfidare e battere Coyote. Mi è capitato di leggere questo libro più per curiosità - ho qualche anno più dei 11-12 consigliati - e l'ho trovato divertente. Il libro si svolge attraverso quattro mondi dove quello degli umani è uno dei quattro. Ci sono quattro capitoli che potete ben immaginare sono: Prima base - Seconda base - Terza base - Casa base. Lo svolgimento temporale poi guarda caso dura 9 inning completi.

Il protagonista Ethan è veramente una frana nel baseball e l'unico posto dove il manager Olafsen con grande coraggio lo inserisce è l'esterno destro. A parte i guai che combina in difesa, è il suo turno alla battuta la cosa peggiore e il più delle volte aspetta la base su ball tant'è che viene soprannominato "Scroccone" dai compagni. Eccovi tra le prima pagine del capitolo "Prima base" un breve scorcio del libro.

 

Avanzò strascicando i piedi verso il piatto, trascinandosi dietro la mazza come fanno i cavernicoli dei cartoni animati con la clava. Si appoggiò la mazza sulla spalla - che ancora gli faceva male da quando il padre aveva frenato di colpo per evitare quella specie di volpe-scimmia - e alzò lo sguardo verso il padre, che gli rispose levando entrambi i pollici. Poi guardò Per Davis, che aveva rilevato l'ultimo lanciatore degli Angels. Per parve quasi deluso di trovarsi di fronte Ethan. Fece una piccola smorfia, sospirò e si preparò al lancio. Un momento dopo qualcosa mosse l'aria vicino alle mani di Ethan.

"Strike one!" gridò l'arbitro, il signor Arch Brody del Drugstore Brody. Il signor Brody andava molto fiero del tono professionale che usava per chiamare gli strike e i ball.

"Forza, Scroccone" esclamò Kyle. "Staccati quella mazza dalla spalla."

"Forza Scrocco!" gridarono gli altri ragazzi.

Ethan lasciò che un'altra macchia indistinta colorasse l'aria fra lui e Per Davis.

"Strike two!" chiamò l'arbitro.

Ethan udì la voce rauca di Anulare Brown.

"Vedi di farla girare, quella mazza" disse il vecchio.

Ethan scrutò la folla ma non riuscì a scorgere l'uomo, anche se la voce gli era suonata vicinissima. Ma poi vide Jennifer T lo stava fissando.

"Respira" gli suggerì, muovendo soltanto le labbra. In quel momento Ethan si rese conto di aver trattenuto il respiro da quando il signor Olafsen aveva guardato dalla sua parte.

Fece un passo avanti, inspirò a fondo, fece un passo indietro, deciso a compiere un tentativo.

Fare la bella statuina poteva funzionare quando il conto era a zero; ma con due strike di svantaggio, forse aveva più senso battere. Quando Per Davis cominciò il caricamento, Ethan mosse le dita sul manico della mazza, poi sollevò e abbassò le spalle per scioglierle. Poi.............

 

Non voglio rovinare il racconto per chi deciderà di acquistare il libro che ho trovato carino anche se il fantasy non è il mio tema preferito. Non c'è molto baseball nel libro, ma viene richiamato spesso come analogia di vita durante tutta la storia.

 

Non andate in libreria perché il libro è fuori produzione. Il costo originale del libro (622 pagine) è di 17,00 Euro presso Mondadori, ma si trova usato a 8,50 Euro su Amazon

 

Adatto ai ragazzi che amano leggere, agli amanti del fantasy a quelli che amano il baseball.

Un regalo al proprio figlio/figlia per questo ultimo mese di vacanza.

 

Buona lettura!

 

Paolo Castagnini

 

Scrivi commento

Commenti: 0