La lista della vergogna - 2^ parte

Nella foto Sammi Sosa
Nella foto Sammi Sosa

di Frankie Russo

libera traduzione da: thesportster.com

Leggi la 1^ parte

 

10. SAMMY SOSA

Sammy Sosa è un tipo strano. Da un verso preferirebbe distanziarsi per aver fatto uso di steroidi, poi cosa fa? Avvia una società che consente le iniezioni di droga senza aghi. Vai a capire. Il baseball è stato estremamente benevolo con Sosa. Ora, come persona ben nota,  viaggia per il mondo riempiendo il portafoglio. Diciamoci la verità, i giocatori di baseball sono intrattenitori. Tutti i giocatori in questo elenco lo sono certamente stati, e anche se colpevoli, hanno offerto al pubblico molti momenti fantastici e divertenti. 

A causa delle sue abitudini notoriamente abrasive, e forse per l’affare della mazza riempita di sughero, la Hall Of Fame sta diventando dubbia per Sosa. Numerosi altri giocatori del suo calibro che sono stati banditi dalla Hall, mostrano sensi di moralità e almeno cercano di insediare dei dubbi. Quando  consideriamo la massiccia prescrizione di farmaci da parte della comunità medica di tutta la nazione, strano è che proprio questo tossicodipendente punta il dito verso altri tossicodipendenti.

9. MARK MCGWIRE

L’idea per i BIRDS (St. Louis Cardinals, ndt) fu quella di non bandire. Forse è per questo che  Tony La Russa evitò lo scandalo di Big Mac in quell’estate infuocata di St. Louis. Il primo, e uno dei pochi a non essere associato a PED, Mark McGwire a pieno merito ha potuto unirsi ai Padres e divenire un coach di tutto rispetto. E si contesta a Bud Selig, l’egregio signore che ha chiuso un occhio e tappato un orecchio durante lo squallido spettacolo di Big Mac e Compagnia che polverizzavano i record di fuoricampo, il più ambito nel baseball, di aver permesso ad alcuni di entrare nella Hall, mentre a McGwire è stato precluso. Come per la gente che resta catturata nel guardare la morte e il dolore nelle notizie notturne, così era diventato ipnotizzante per il baseball. Il baseball, abbandonando la sua morale in un'orgia scoraggiante dell’uso di droga, ha offerto alla gente ciò che volevano. E dopo, quando l'ipnosi finalmente si è spenta, quando cioè la saga dei fuoricampo fu seguita dalla saga della colpevolezza, solo allora tutti compresero che era stato solo un fuoco di paglia.

  8. DARRYL STRAWBERRY

Il pentimento copre una moltitudine di peccati, ma restano i ricordi. Darryl Strawberry si è pentito, ma l'umanità malvagia mantiene ancora un chiaro ricordo, come un elefante. Strawberry fumava (!) ovunque tra gli inning e non trattava bene i bat boy. È conveniente e anche lodevole che ora  Darryl rinnega la sua passata esistenza e non molte persone avrebbero interesse ad ascoltarlo ora che va in giro a promuovere la sua nuova pulita identità  se non fosse in realtà chi è. Ci sono molte altre persone, senza peccati e senza una controversa carriera nelle majors disponibili e per un prezzo molto più economico rispetto al giocatore di una volta noto come Darryl Strawberry, che potrebbero fare lo stesso. Di fronte alla realtà, caro volpone, non puoi sfuggire dal tuo passato, esso ti seguirà sempre, soprattutto qui nel ventunesimo secolo.

 7. LENNY DYKSTRA

Darryl Strawberry avrebbe potuto occupare una pagina della vecchia autobiografia di Lenny Dykstra, oppure poteva succedere il contrario. Chi è il vero demone? Questo duello di demoni e di amori insieme hanno portato un nuovo significato al modo di segnare punti. Il fatto che fossero entrambi dei Mets di poca fama, solleva la domanda: Che cosa significa davvero quando la folla grida "Forza Mets!" Nei tempi antichi, almeno i media e la società in generale erano in grado di mantenere una piccola parvenza di classe. O era solo una censura? Di Frankylin D. Roosvelt furono nascoste rigorosamente le sue condizioni di salute. Generalmente, per la maggior parte delle personalità pubbliche, poco importava di ciò che accadeva nella loro camera da letto. Abbiamo ancora bisogno di qualcosa di simile oggi, ma probabilmente non lo avremo mai più. Tutte le professioni avranno sempre la loro pecora nera. Il pubblico deve essere in qualche modo isolato, persino sanzionato per le ingiurie commesse. E ciò vale per i dugout, per le camere del Senato e persino per la Casa Bianca. (N.d.r. Lenny Dykstra fu accusato di uso di droghe, scommesse e anche la sua carriera post gioco non fu delle più limpide)

6. JOE PEPITONE        

Dopo i numeri otto, sette, e ora sei, la domanda che ci si pone è che ci deve essere qualcosa a New York City che genera  cattivi ragazzi, e come affermò Lynyrd Skynyrd, "hai assolutamente ragione". Ma Joe Pepitone lo faceva quando Lenny e Darryl erano in pannolini. Lui faceva il cattivo ragazzo nel baseball  in modo affascinante. Joe era il primo a presentarsi con una pessima pettinatura e con cattive maniere. Ora è in un'altra storia con il rilascio del suo classico bacio e il racconto della sua biografia. Joe non ha mai fatto  sentire i politici orgogliosi, ha anche guadagnato un posto nel Rolling Stone Magazine e presto Pepitone, il film, mostrerà  nuovi standard di depravazione del baseball. E possiamo essere sicuri che nel film, nessuna azione sarà interrotta a causa di un cane colpito da un foul ball.

 

Frankie Russo

 

Segue

Scrivi commento

Commenti: 0