I ragazzi che crescono

Nella foto Didier Natalizi Baldi nel 2012 negli Stati Uniti
Nella foto Didier Natalizi Baldi nel 2012 negli Stati Uniti

di Paolo Castagnini

Oggi non scrivo di major league e nemmeno di IBL. Scrivo di un giovane che nel suo piccolo ha costruito la sua storia. Una giornata che tutti i giocatori di qualsiasi livello prima o poi sognano di vivere. Era l'agosto del 2012 quando Didier Natalizi Baldi, (si lo so nome difficile ma tant'è) partecipò ad una trasferta negli USA nella squadra  "Italian Dream". Assieme a lui un bel gruppo di ragazzi con la sola voglia di divertirsi e giocare, giocare, giocare. A quel tempo Didier aveva 12 anni; mancino lo utilizzammo prevalentemente in prima base o lanciatore e ciò che non guasta era un buon battitore. Si sa che gli anni passano e i ragazzi crescono ed ecco la storia che vi volevo raccontare.

Didier, nonostante i vari impegni che, crescendo, si moltiplicano, sta sempre coltivando la sua grande passione per il baseball e gioca in serie C con la squadra della sua città, il BSC Arezzo.

 

Ieri, in una partita di campionato giocata a Massa (girone K della Serie C ) , oltre che risultare il vincente per aver lanciato i primi 5 Inning (limite fissato per la sua categoria giovanile) ha conseguito un risultato straordinario, considerando anche la sua età (ha compiuto 18 anni da poco più di un mese) realizzando un cycle, con 5 valide (un singolo, due doppi un triplo e un fuoricampo,),  6 punti battuti a casa, due basi rubate.

 

Risultato, 25 a 16 per il BSC Arezzo, ma soprattutto un risultato storico per la squadra ad opera di un diciottenne.

 

Tantissimi complimenti da parte di tutti noi di Baseball On The Road e soprattutto mantieni la voglia di divertirti.

 

Qui sotto il suo esultanza dopo l'home run 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0