Leonardo e il suo sogno

di Paolo Castagnini

Leonardo Seminati è uno dei migliori prospetti italiani. Classe 1999 è un accademista che si sta mettendo in luce anche fuori dai confini italiani. Nel nostro campionato quest'anno milita in Serie A nel Collecchio. Nato ad Alzano Lombardo in provincia di Bergamo, è cresciuto attraverso un percorso che l'ha portato sui diamanti di Brescia, San Martino B.A. e poi in zona Parma con lo Junior e appunto quest'anno con il Collecchio. Entrato nell'Accademia di Tirrenia nel 2014 dove ha potuto sviluppare la propria forza e talento sotto la guida dello staff della Federazione.

Nel 2016 Leonardo ha partecipato a vari showcase, ma in particolare sono stato colpito in questi giorni da un video che sta girando sui social che riguarda la sua partecipazione all'undicesimo "Power Showcase Home Run Derby" e da qui è nata la voglia di intervistarlo. Ecco le sue parole

Leonardo, che cos’è la manifestazione  "Annual power showcase"?  come si svolge?

L’ annual World Power Showcase é una manifestazione che si svolge l’ultima settimana dell’anno; è organizzata dal Presidente dalla “Power Showcase inc” Brian Domenico e patrocinata dalla nipote di Babe Ruth, Linda. A questo evento vengono invitati i migliori giocatori non professionisti sia degli Stati Uniti che del resto del mondo, di età corrispondente agli anni dell’High School . 

Leonardo Seminati con Linda Tosetti, la nipote di Babe Ruth
Leonardo Seminati con Linda Tosetti, la nipote di Babe Ruth

Lo scopo è quello di offrire, ai partecipanti, l’opportunità di farsi notare da scout di MLB e di college durante lo scout day, L’home run derby e una partita giocata a squadre miste.

La prima giornata, quella del try out, viene organizzata una cena di gala alla quale sono stati invitati i partecipanti e le loro famiglie. Gli atleti vengono presentati uno ad uno su un palco allestito al Marlins Park: emozionante!

 

Chi ha deciso la tua partecipazione?

Martijn Nijhoff, allenatore dell’Olanda e MLB team Europe member, ha segnalato il mio nominativo al presidente del Power Showcase dal quale, successivamente, ho ricevuto l’invito di partecipazione.

 

C’erano altri italiani o hai rappresentato tu solo il nostro paese?

A rappresentare l’Europa eravamo in otto: tre Olandesi, due Tedeschi, un Ceco, un Francese ed io, che ero l’unico rappresentante dell’Italia…un vero onore!

 

 

Raccontaci i tuoi risultati.

Non mi era nuovo partecipare ad uno showcase, giocare davanti a tanti scout, ma l’emozione è stata comunque tanta; oltre alla possibilità di dimostrare le mie capacita, é stata una grande occasione per confrontarmi con ragazzi della mia età provenienti da tutto il mondo, bravissimi! Ho avuto l’occasione di imparare da loro e dai coach che ci hanno accompagnato in questa esperienza che si è svolta in un clima allegro, spensierato e molto amicale.

La giornata degli home run derby è stata lunga e faticosa. Temevo una figuraccia, speravo di batterne almeno uno….e invece sono riuscito a dare tutto me stesso: ho colpito 9 fuoricampo e mancato la finale per un solo home run. 

 

Anche la partita é stata emozionante, poter giocare sul terreno calpestato tutti giorni da superstar come Christian Yelich, Giancarlo Stanton e tanti altri non ha prezzo.

 

 

 

Qual’è stata la cosa che più ti ha colpito  di queste giornate?

L’energia che si respirava sul campo!

I coach professionali ma amichevoli, e soprattutto positivi; i ragazzi competitivi ma….fantastici! ho costruito delle belle amicizie che, nonostante ci separino migliaia di chilometri, mantengo tutt’ora grazie alla tecnologia.

 

Attualmente hai avuto contatti con organizzazioni di MLB?

Certo che sì, come è accaduto ad altri ragazzi che hanno frequentato l’Accademia di Tirrenia: qualcuno ora è al College, altri hanno firmato un contratto professionistico in Repubblica Dominicana o negli Stati Uniti….  Pianificare il proprio futuro è una cosa importante, ci vuole tempo.

Mi racconti un sogno?

Hai presente il film: “L’uomo dei sogni”? ecco! Vorrei veder nascere in ogni paese italiano, un campo da baseball; vorrei vederlo pieno di bambini che sulla terra rossa imparano a stare al mondo; vorrei vedere adulti che prima di volere la vittoria, insegnino a cadere tendendo la mano per rialzarsi con il sorriso. Questo è il mio sogno, tutto il resto è solo la mia vita!

 

Cosa vorresti dire a tutti i giovani che ora avranno un altro buon motivo per seguirti?

Vorrei dire a tutti loro di non smettere mai di inseguire i loro sogni, perché quando meno ce lo aspettiamo la vita ci riserva delle fantastiche sorprese soprattutto se lavori sempre duramente per raggiungere l’obiettivo: there is no elevator for the way to success you have to take the stairs.

 

Un grande in bocca al lupo Leonardo!

 

Ebbene eccovi il filmato che ha catturato la mia attenzione oggi. E' il filmato ufficiale di Leonardo Seminati al World Power Showcase che lo ha visto misurarsi con i migliori giovani al mondo mancando di un solo fuoricampo la finalissima.

 

Io vi confesso nell'ultima parte mi sono emozionato. Vedere Leonardo battere è un piacere! Non so voi

 

Paolo Castagnini

 

Scrivi commento

Commenti: 0