Secondo homer in due giorni per Marten

Nella foto Marten Gasparini ieri notte con la casacca in occasione del Memorial Day (Mary Lay/Lexington Legends)
Nella foto Marten Gasparini ieri notte con la casacca in occasione del Memorial Day (Mary Lay/Lexington Legends)

di Paolo Castagnini

Una delle tante cose che distingue il baseball americano da quello nostrano e che io amo particolarmente, è la pazienza. La pazienza di aspettare che un giovane prospetto possa diventare un giorno un ottimo giocatore. (Peccato che questa pazienza la dedichino solo ai "prospetti", ma questo è un altro discorso). E così nonostante qualche errore in più del dovuto e qualche K, Marten Gasparini è regolarmente in campo. Il 29 e il 30 maggio Marten ha battuto fuoricampo (terzo e quarto della stagione) ricambiando così la fiducia del suo manager.

Marten quest'anno gioca in Singolo A stagione lunga (Lexington Legends - Royals) e attualmente ha una AVG di .170 con 4 HR 1 triplo e 6 doppi su un totale di 23 valide su 135 turni. Quelli che pesano un po' sono gli strike out (56 fino ad ora) e gli errori difensivi (25), ma il suo manager dice di non essere per nulla preoccupato.

"A volte sembra che non stia migliorando ," dice il manager Omar Ramirez. "Questo è il nostro lavoro, di rimanere positivi con lui.

 

"Ehi, dovete rilassarvi, semplicemente rilassarvi, ci vuole tempo!" dice a chi gli sta facendo pressione. "Stiamo solo cercando di rimanere positivi con lui, soprattutto perché è il più giovane della squadra. " (ha compiuto 19 anni il 26 maggio - n.d.r.)

 

La pazienza con Gasparini potrebbe produrre una grande ricompensa.

 

"Mio Dio, lui è un atleta", ha detto Ramirez. "Penso che sia uno dei giocatori più veloci che abbiamo in tutta l'organizzazione. E' veloce e  migliora sempre più. Si sta costruendo, e sta lavorando per diventare più forte. Sarà interessante tra due anni vedere quanto sarà diventato grande con tutta la capacità che ha.

 

La pazienza di aspettare i giovani crescere. Questa è la cosa importante. Ma un ragazzo di 17-21 anni non può rimanere in panchina presentandosi 20 turni alla battuta o lanciando 10 inning in una stagione. Questo è ciò che conta

 

Paolo Castagnini

 

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0