L'interpretazione etica ieri e oggi

Foto del 1951 - Franco Ludovisi alla battuta
Foto del 1951 - Franco Ludovisi alla battuta

di Franco Ludovisi

Sono sessantasette anni che si gioca il baseball in Italia.

In questo lasso di tempo è cambiato il GIOCO, la TECNICA adottata dai giocatori e il suo livello e non ultimo la INTERPRETAZIONE  ETICA  della gara. Il GIOCO è cambiato in diverse cose: si è passati, ad esempio, da monti di lancio alti 45 centimetri alle attuali collinette di 25; la lunghezza del campo  resta fissata al minimo di 76,20 metri, ma è impensabile, oggi, tale misura che era quella di molti campi dei primi campionati (Pirelli Milano, Campo dell’Oca Bologna); la finta di pick off in terza base è stata abolita; l’area dello strike è stata ridimensionata in altezza; le mazze in alluminio hanno sostituito quelle in legno che, poi, hanno ripreso il loro posto. E forse mi sfuggono altre cose.

Nei primi tempi non vi era nessun rispetto per gli avversari e si tendeva a vincere con la massima differenza punti:

alcuni tecnici molto competenti  raccomandavano questo comportamento, “così si ricorderanno di noi quando ci incontreremo di nuovo”.

 

E’ già stato ricordato in un altro articolo di questo sito il 50 a 4 inflitto dal Longbridge alla Libertas Bologna  in un incontro di serie B nel 1951:

ero in campo pure io e confermo che i nostri avversari, raggiunta la quota di 36 punti

dissero di voler allungare la partita fino ai 50 come si usava a volte nelle partite di biliardo.

E a quei tempi, non essendoci la “manifesta”, la partita andava portata a termine comunque.  

Foto del 1970 (Fiamma Verona campo del Boschetto) il lanciatore Paolo Castagnini e il terza base "Picio" Ricci
Foto del 1970 (Fiamma Verona campo del Boschetto) il lanciatore Paolo Castagnini e il terza base "Picio" Ricci

Col passare degli anni si arrivò ad un certo livellamento dei valori in campo e ad una forma di “cortesia” verso i più deboli per cui, data una certa differenza di punti, chi era in vantaggio si asteneva dal rubare, se il ricevitore avversario era “senza braccio”, dal fare smorzate, azione sempre impegnativa per le difese, dal correre sulle basi con aggressività, azione sempre produttrice di punti che sarebbero andati ad incrementare il vantaggio già notevole.

 

E tutti si attenevano a questo comportamento, in genere.

 

Con l’introduzione della “manifesta” si sono verificate a volte violazioni di questo codice etico per cui con una smorzata si portava a casa il decimo punto e si poneva fine alla partita.

 

Non pochi tecnici inveivano al verificarsi di questa situazione affermando che “non era baseball smorzare con un vantaggio di nove punti”.

In effetti non era baseball come non lo era limitarsi nelle rubate, ad esempio, per non incrementare la differenza punti.

 

Poi nelle serie inferiori  e nelle giovanili si introdusse il limite di tempo di due ore per gara:

a LIVELLO GIOVANILE si verificava che nelle due ore  una sola squadra andava alla battuta perché gli avversari non riuscivano a fare tre out; si ricorse alla limitazione di segnature per ogni ripresa per permettere ai più deboli un minimo di attacco. Ed è ancora così.

 

Nelle SERIE  INFERIORI invece se la squadra di casa era in vantaggio e si era verso il termine delle due ore il lanciatore - con corridore in prima -  effettuava interminabili pick off per far passare il tempo e finire in vantaggio senza rischi.

 

E mancanza di etica è pure, a partita decisamente compromessa, togliere i migliori  per preservarli per gli incontri seguenti e dare per scontata la sconfitta.

Questo è avvenuto anche in IBL non molto tempo fa con notevole disappunto degli spettatori.

 ______________________________________________________________________

 

*fra gli allenatori che spronavano a continuare a segnare: Larry James Strong HoF italiana.

* i pick off ripetuti: 1993 Ponte di Piave – lanciatore Tommasella – Allenatore Ludovisi id.

 

Franco Ludovisi

 

Scrivi commento

Commenti: 0

Vorrei partecipare a Torneo!

I siti specializzati

La gang degli Atomics

Le società

Dalla scuola al campo

L'Archivista del baseball e del softball

Cerco offro giocatori

Foto da artofbaseball.net
Foto da artofbaseball.net

Sei un atleta e vuoi far conoscere le tue caratteristiche? Mandaci il tuo Curriculum. Sei un Dirigente che cerca un Giocatore/Giocatrice? Vai alla pagina Cerco Offro Giocatori

La Bacheca dei Tecnici

Foto da artofbaseball.net
Foto da artofbaseball.net

Sei un Tecnico e vuoi far conoscere le tue caratteristiche? Mandaci il tuo Curriculum. Sei un Dirigente che cerca un Allenatore e non sai come fare? Vai alla Bacheca dei Tecnici

Studio e sport in USA

Sei interessato/a ad un anno di studio negli Stati Uniti magari praticando il tuo sport preferito? Scrivici! ti possiamo consigliare

Vuoi un sito come Baseball Road?

Ti piacerebbe avere un sito come Baseball On The Road? costruirtelo da solo con pochi passaggi? Non hai pratica di siti internet? Hai già un sito, ma non ti soddisfa? Leggi