________________________________ Kershaw o Bumgarner?

Nella foto Kershaw e Bumgarden (Getty Images)
Nella foto Kershaw e Bumgarden (Getty Images)

di Frankie Russo

Traduzione dell'articolo da ESPN.com dal titolo: Kershaw or Bumgarner?

Chi scegliereste per i prossimi 5 anni?

E’ una delle domande più frequenti che in molti si pongono da quando sono finite le World Series ed alla quale è difficile dare un responso. Per quanto difficile, bisogna pure cercare una risposta ad una domanda interessante che tanto fa parlare di questo sport. Clayton Kershaw o Madison Bumgarner?

Si potrebbe parlare magari per ore senza venirne a capo. Quindi, si è pensato di intervistare 16 personalità, tra dirigenti di squadre e scouts, per conoscere chi sceglierebbero per la loro rotazione per i prossimi cinque anni, escludendo dal giudizio lo stipendio dei due contendenti. 

La domanda era semplice:

Chi sceglierebbero tra un 26enne vincitore già di due trofei Cy Young e un 25enne soprannominato Mr. Ottobre?

La risposta, pur considerando le prestazioni di Bumgarner nella postseason all’altezza di quelle di Michael Jordan, è stata sorprendente …  o forse non …

 

Clayton Kershaw, con le seguenti votazioni:

 

·         12 voti – Kershaw

·           2 voti – Bumgarner

·           1 voto – Kershaw per i prossimi 5 anni, Bumgarner per i prossimi 15

·           1 voto – Kershaw per una vittoria nell’immediato, Bumgarner nelle World Series.

 

Subito dopo aver visto le prestazioni di Bumgarner lo scorso ottobre e subito dopo aver osservato un giocatore prendere letteralmente per mano la sua squadra e trascinarla verso la vittoria finale, è facile cadere nella trappola, farsi influenzare e poi sentenziare: “Quello è l’uomo giusto.”

 

Ma coloro che hanno votato per l’asso dei Dodgers ci ricordano qualcosa che dovremmo sempre tenere in mente:

 

Non prendere mai una decisione definitiva in base a quanto si è appena visto in una settimana o nel mese di ottobre. La decisione deve essere presa a 360 gradi, un concetto che è stato detto decine e decine di volte.

  • “E’ vero,  Bumgarner è il favorito del mese,” ha dichiarato un dirigente. “Ma guardando il futuro,  sceglierei  Kershaw.”
  • “Per quanto può essere stato facile ammirare Madison Bumgarner, ed è stato veramente semplice,  e per come può apparire facile essere influenzato da  una delle “più strabilianti prestazioni di sempre”, legittimo anche questo, la mia scelta, alla fine, cadrebbe su Kershaw”, riferisce un GM.     “ Bumgarner è un vero asso, un numero uno nella rotazione ed è stato una super star nella postseason. Ma Kershaw è semplicemente il miglior partente della sua generazione, e non c’è motivo di pensare che le cose cambieranno in un prossimo futuro.”
  • “Considerando la sua meccanica e la costanza, ritengo Kershaw sia il migliore” afferma uno scout della NL. “I fondamentali di Kershaw sovrastano le gesta di Bumgarner in ottobre, anche se chiunque vorrebbe avere entrambi.”
  • “Io guardo le prestazioni e i risultati,” dichiara un dirigente della NL. “E la mia scelta è Kershaw, perché negli ultimi quattro anni ha fatto quanto ha fatto Bumgarner nelle ultime quattro settimane.  E’ il lungo termine contro il corto. Non ho alcun dubbio.”

 

Probabilmente non ci sono dubbi, e se guardiamo alle prestazioni del passato, è difficile affermare il contrario. Basta dare uno sguardo alle statistiche da quando Bumgarner è entrato a far parte della rotazione dei Giants dal giungo 2010:

 

  • Kershaw: 78-32; 2,17 PGL; 143 gare iniziate; 1.008 inning lanciati; 737 valide; 1.057 kappa;
  • Bumgarner:  67-49; 3,07 PGL; 147 gare iniziate; 932,2 inning lanciati; 844 valide;  886 kappa.

 

Da tenere presente, inoltre, che Kershaw è prossimo a guadagnarsi il suo terzo trofeo  Cy Young nello stesso arco di tempo.  Considerando i numeri, quindi, il dibattito potrebbe finire qui, se non fosse per un’eccezione …

Non era quella la domanda.

 

La domanda era chi sceglieresti per i prossimi 5 anni, e non in base alle prestazioni del passato. A questo punto  i sostenitori di Bumgarner, o forse di entrambi, hanno ancora delle cartucce da sparare. Ma in definitiva, nemmeno questa ulteriore considerazione ha cambiato il verdetto finale.

Solo un dirigente dell’AL ha cambiato la sua opinione basata esclusivamente su quanto ha realizzato Bumgarner a ottobre, ed in particolare nelle World Series.

 

“Bumgarner ha evidenziato una combinazione di elementi, comando, competitività, sentimento e continuità, difficili da eguagliare,” ha riferito il dirigente. “Ha mostrato anche una grande abilità ad apportare correzioni nel suo modo di lanciare, passando da una alta percentuale di lanci veloci nella sua prima prestazione delle World Sereis, ad una serie di combinazioni disparate di lanci, potandosi spesso in avanti nel conteggio, che gli ha poi permesso di allargare la zona dello strike nelle gare successive. Era imbattibile nel momento più importante della stagione. Sarebbe difficile fare una scelta diversa.”

 

Un altro voto a favore di Bumgarner è arrivato da un diverso dirigente della NL ma con tutt’altre motivazioni.

 

“Dei due, chi potrà continuare con questo ritmo per i prossimi cinque anni e oltre, considerando pure tutte le condizioni, è Madison Bumgarner. Perché? Prima di tutto perché il modo di lanciare di Kershaw è troppo efficace. Perché è un partente che lancia ogni inning come se fosse un closer, cercando di dominare ogni battitore, ogni lancio, ogni inning”, è stata la spiegazione. “ Lanciatori di questo tenore non durano per molto tempo.”

 

Lo stesso dirigente ritiene che le tante aspettative riposte in Kershaw potrebbero influire negativamente, come per esempio l’ impegno di ottenere sempre il massimo risultato per la sua squadra ed il convincimento  di essere continuamente  tra i primi. E’ una responsabilità non da poco di cui farsi carico.

D’altro canto, il compito di Bumgarner di essere un asso della rotazione, è facilitato dal fatto che non è sobbarcato da tante incombenze. La sua meccanica è meno laboriosa; schiena dritta e movimento del braccio che parte da una posizione più bassa, sono elementi  positivi che si combinano in gesti  quasi imperturbabili, lasciando ben sperare in un futuro longevo, tenuto conto anche della fluidità con cui si muove.   

Nella foto Mark Buehrle attualmente ha 35 anni e 15 passati sui monti della MLB
Nella foto Mark Buehrle attualmente ha 35 anni e 15 passati sui monti della MLB

Ma nessuno è destinato a durare in eterno, eccezion fatta forse per Mark Buehrle. E Bumgarner ha appena finito di lanciare 42 2/3 extra inning oltre ai 217 1/3 lanciati in campionato. Speculare su chi probabilmente cederà per primo è un’altra scommessa.

 

I sostenitori di Kershaw ci ricordano ancora che la loro scelta è basata anche sul suo repertorio, o come sostiene un altro dirigente dell’AL “ha più armi a disposizione per continuare la sua supremazia.” Se la scelta è basata su questi termini, è difficile una scelta diversa da Kershaw. Ma non è tutto, c’è ancora altro da prendere in considerazione.

 

“A dire la verità,” commenta uno scout della NL. “Se esiste un lanciatore che non vorrei affrontare è sicuramente Kershaw. Lui spadroneggia, è preparato, ha una varietà di lanci. Confermo, è Kershaw il lanciatore che non vorrei mai affrontare perché è il migliore di tutti. Se poi la domanda è: Chi vorresti avere come lanciatore nel mese di ottobre, ora come ora la risposta non può essere che Bumgarner, è lui l’uomo del giorno.”


Sicuramente MadBum ha scelto il momento giusto per essere l’uomo del giorno, e questo ci porta al punto di partenza. Bisogna tener conto solo del rendimento del mese di ottobre, o bisogna considerare il rendimento nell’arco dell’intera stagione?


Dall’esterno, per i non addetti ai lavori, si giudica, si racconta e si circoscrive il tutto con riferimento al mese più importante dell’anno, un mese che forse penalizza fin troppo il vero valore di Clayton Kershaw. Ma dovrebbe?

Basti pensare che le più deludenti prestazioni della postseason sono state tutte contro un unico avversario. E’ lecito, pertanto, chiedersi se i problemi di Clayton a ottobre iniziano e finiscono con i Cardinals?

 

“Non credo sia giusto”, ha risposto un dirigente della NL. “Subentrano tanti altri fattori. Forse i Cardinals, più degli altri, sono riusciti a intuire i suoi difetti, o almeno così lascerebbe supporre. La vera ragione la sapremo solo in un prossimo futuro.”

 

Nel frattempo ognuno rimarrà con la propria opinione e si continuerà a guardare Kershaw contro i Cardinals come se fosse Federer contro Nadal.  Fintanto che  riusciranno a nascondere i loro punti deboli, perché ce li hanno, rimarremo sempre a chiederci quale sia il loro valore effettivo.

 

Fino ad ora non sono stati riscontrati punti deboli in Bumgarner, quindi ricorderemo quanto abbiamo ammirato nei suoi stupendi mesi di ottobre. Ma i professionisti che fanno del baseball il loro mestiere, sono pagati per esaminare più approfonditamente ciò che appare scontato a prima vista, e la loro votazione ne è la conferma.

 

Clayton Kershaw o Madison Bumgarner?

 

Il verdetto finale viene suggerito da un dirigente dell’AL:

 

“Mi ritorna in mente la domanda che mi facevano da bambino: Quale cioccolato preferisci, Bacio Perugina o Kinder Ferrero? Grazie tante, li prendo tutti e due.”

 

Scrivi commento

Commenti: 0