_________________________________ La più grande prestazione inosservata

Nella foto Jeremy Affeldt (Ron Vesely/Getty Images)
Nella foto Jeremy Affeldt (Ron Vesely/Getty Images)

di Frankie Russo

Traduzione dell'articolo da ESPN.com dal titolo: 

The greatest October feat nobody noticed

Si è fatto un grande parlare, e a ragione, della maestosa prestazione dell’MVP delle World Series Madison Bumgarner. Ma diamo onore al merito!

E’ vero che nel mese di ottobre a Jeremy Affeldt è stato concesso meno tempo  in TV rispetto al cronista televisivo Joe Buck. Ma se guardando una partita dei Giants non fosse apparso Affeldt, allora c’era qualcosa che non andava, tanto eravamo abituati al suo ingresso sul monte. Dire che ha lanciato molto è come dire che Frank Sinatra (ndr!) ha cantato molto. Avrebbero i Giants vinto le World Series senza il suo grande contributo? Probabilmente no.

Undici inning consecutivi senza concedere punti, prestazioni che sono andate dall'eliminazione di uno fino a sette avversari. Trentotto battitori affrontati, e solo cinque valide concesse, tutte singoli.

Affeldt ha realizzato qualcosa nella postseason che nessuno mai aveva realizzato prima! Ha lanciato nel secondo inning, nel terzo inning e nel quarto. Ha lanciato anche nel quinto, nel sesto e poi nel settimo. E perché fermarsi lì? Ha continuato. Ha lanciato nell'ottavo, nel nono e persino nel decimo!

 

In un’era in cui i rilievi sono abitualmente considerati specialisti “del settimo inning”, o “dell’ottavo inning”, o “lunghi rilievi”, o “specialisti mancini”, in un’era dove raramente si vede un rilievo utilizzato in una situazione non specifica, cosa ha fatto Affeldt? Sissignori, ha lanciato in nove diversi inning, ogni singolo inning a cominciare dal secondo per finire al decimo. Incredibile!

 

Onore al merito ad entrambi, sia a Affeldt che a Bruce Bochy, il manager che non segue le regole. Ma ancora più importante è che trattasi dell’unico episodio nella storia del baseball moderno.

C’è un precedente nel 1912 con Charly Hall dei Red Sox nelle World Series del 1912. Hall lanciò per molti  inning, ma in un numero inferiore di gare ed ottenendo risultati molto diversi . Dal canto suo, Affeldt ha lanciato in sette diversi inning subentrando in molte più partite.

 

In quattro occasioni è entrato per portare a termine un inning ed è rimasto per cominciare il successivo. In gara 7 delle World Series, con sette eliminati,  ha funzionato da ponte tra Tim Hudson e Madison Bumgarner. Non si può dimenticare la prestazione di Affeldt senza la quale non avremmo potuto assistere allo spettacolo di MadBum.

 

E’ stato l’ultimo atto che ha portato i Giants alla vittoria finale, ma ha anche permesso a Affeldt di realizzare “La più grande prestazione di ottobre passata inosservata”.

 

Questi sono i fatti che possiamo vedere oggi, a mente fredda. E’ difficile pensare che in futuro ci sarà offerta l’occasione di assistere di nuovo ad una simile prestazione.



Scrivi commento

Commenti: 0