________________________________ Federico Castagnini sale in Singolo -A con Delmarva

Federico Castagnini allo Spring Training con gli Orioles
Federico Castagnini allo Spring Training con gli Orioles

di Paolo Castagnini

Ecco la tanto attesa notizia giunta nella serata di sabato 29 Marzo in Italia e pomeriggio nella Florida dove si sta svolgendo lo Spring Training dell’organizzazione Orioles. Federico è stato inserito nel roster degli Shorebirds Delmarva, una squadra che partecipa alla South Atlantic League in Singolo –A. L’inserimento era tutt’altro che scontato e Federico se l’è guadagnato palla su palla, lancio su lancio nei 25 giorni dello Spring Training di Sarasota.

Per capire bene cosa significa il mondo delle Minors, basti pensare che tutti i giocatori che non entrano nel gruppo della MLB formato da ben oltre 40 giocatori, vengono suddivisi in quattro squadre che a loro volta sono identificate con il nome e il livello del campionato. Una trentina in Triplo AAA, altrettanti in Doppio AA, in Singolo +A e in Singolo –AIl problema è che molti di questi saranno rilasciati (tagliati) e altri scenderanno dalle squadre sopra a quelle sotto.

 

Così mano a mano che lo spring training si evolve e passano i giorni i giocatori che non riescono ad entrare in MLB scendono in Triplo e così via tutti gli altri. Nell’ultima settimana, quella appena trascorsa, sono stati fatti i tagli. Gli Orioles hanno tagliato 20 di questi giocatori. Chi ha fatto parte della squadra più bassa, il singolo –A come Federico rischiava, oltre il taglio, anche di non essere assegnato a nessuna delle squadre in campionato e di rimanere fino a metà Giugno in Florida (Extended Spring Training) per poi essere assegnati in Rookie League o in Short Season, dove Federico ha giocato lo scorso anno.

 

In questo clima gli atleti giocano su ogni palla e si presentano ad ogni turno di battuta. Un errore in più potrebbe essere fatale; uno o due strike-out più del previsto potrebbe causare la discesa o il taglio.

Con questa situazione anche Federico Castagnini ha avuto a che fare. E’ stato inserito nel suo ruolo di origine, lo shortstop contrariamente allo scorso anno dove giocò ad Aberdeen in seconda e in terza base. Dopo aver lottato in questi 25 giorni assieme a tutti gli altri, sabato sera la notizia. "Abbiamo affisso i roster in bakeca!" ha detto il responsabile dell'organizzazione. Così tutti a vedere il loro destino come gli studenti guardano i tabelloni a fine esame. Inserito con Delmarva, equivale a "PROMOSSO!". Questo significa un campionato di ben 5 mesi più eventuali play-off e 136 e più partite da giocare. Insomma un campionato vero.

Rimane naturalmente sempre la possibilità di scendere come di salire così come di essere tagliati in ogni momento, ma intanto un passo importante è fatto. 

Così come una formica Federico continua il suo cammino: Partito dall'Italia nel 2008 alla Skyline high school del 2009 e 2010 al Barton Junior College nel 2011 e 2012, alla Creighton University nel 2013 e nello stesso anno la scelta degli Orioles al 30° round del Draft e il suo primo campionato di short season con gli Ironbirds di Aberdeen.

Ora è il 2014 ed è Singolo A.

Avanti così Federico, vai avanti più che puoi.

 

Questo il link dei Delmarva Shorebirds (Uccelli di costa)

 

Questo il link della South Atlantic League

 

Il logo degli Shorebirds Delmarva
Il logo degli Shorebirds Delmarva

Scrivi commento

Commenti: 5
  • #1

    Erny (lunedì, 31 marzo 2014 10:07)

    Grande Fede!!! Il sogno continua.........

  • #2

    gio (lunedì, 31 marzo 2014 10:24)

    uccello si scrive Bird e non Berd... Paolo RIMANDATO in inglese! ahahahah

  • #3

    Paolo Castagnini (lunedì, 31 marzo 2014 11:09)

    Ahhhhhhhhhhhhhhhh!!!!!!!!!!!!! Meno male "solo" RIMANDATO. Errore da bocciatura! Corretto!

  • #4

    flavia (lunedì, 31 marzo 2014 11:36)

    grande Fede.....ti seguirò con attenzione.....APPROPOSITO di tagli ....pensate che della nidiata di Alex dal 2006 è rimasto solo lui... e gli altri non sembravano poi così tanto male....concorrenza spietata ....

  • #5

    Alex (lunedì, 31 marzo 2014 12:12)

    Sono felicissimo per Federico, per voi tutti, per il baseball veronese e per quello italiano. Un esempio per i sempre più numerosi ragazzi/e attratti dal salto nel vero mondo del batti e corri.