________________________________ Vincere le grandi avversità

Foto da www.zimbio.com
Foto da www.zimbio.com

di Paolo Castagnini

Oggi vi racconto la storia di un bambino nato a Kettering, Ohio il 30 Maggio 1986. Tutto procedeva bene fino all'età di 7 anni quando gli venne diagnosticato il linfoma di Hodgkin, un cancro che gli aveva colpito il suo tessuto linfatico, milza, fegato e midollo osseo. Da quel momento iniziano le cure in particolare la chemioterapia. Lui era troppo giovane per capire la gravità della sua malattia e quando il padre gli rasò i pochi capelli rimasti, pensò a Michael Jordan e sognò di diventare come lui.

Le cure andarono avanti per un anno intero presso il Vanderbilt Children’s Hospital in Nashville, Tennessee. Poi per ulteriori dieci anni il ragazzo si sottopose a cure e controlli fino a quando fu dichiarato guarito.

 

Tony, Tony Campana, questo è il suo nome, di diventare come Michael Jordan proprio non se ne parla visti i sui 176 centimetri di altezza, ma di certo la sua dote di velocità lo fece diventare un grande corridore nel baseball.

Presso la Springboro High School è imprendibile, ruba praticamente tutto e con la mazza diventa un line drive hitter.

 

Gli viene assegnata una borsa di studio presso l'University of Cincinnati e nel Giugno 2008 viene scelto al Draft al 13° round dai Chicago Cubs i quali lo utilizzano un po' nelle Minors e un po' in Major League.

 

"La gente dice che sono troppo piccolo per sfondare, ma io ho superato ben altre avversità e questo mi ha reso forte" disse un giorno ai giornalisti.

 

Il 30 Maggio del 2011 Tony festeggiò il suo compleanno rubando 4 basi contro Houston Astros. In totale 24 basi rubate nella stagione, record di sempre per un esordiente.

 

Sempre nel 2011 Tony Campana vince il premio Tony Conigliaro che viene assegnato a giocatori che hanno saputo superare grandi avversità.

 

Tony Conigliaro era un giocatore dei Boston Red Sox che nel 1967 fu colpito dal lanciatore allo zigomo causando il distacco della retina oltre alla frattura di zigomo e mandibola. Tony Conigliaro un anno e mezzo dopo rientrò in squadra è colpì 20 homer, 82 RBI in 141 partite. Smise nel 1975 quando la sua vista danneggiata per sempre gli impedì di giocare.

 

Dal 1990 la famiglia di Conigliaro istituì un premio annuale per il giocatore che più di tutti ha saputo vincere le avversità.

 

Tony Campana attualmente fa parte degli Arizona Diamondbacks.

 

Ecco qui sotto quello che ha saputo fare in una partita quest'anno con Reno Aces in Triplo AAA (clicca sulla foto per aprire il video)

 


 

Se ti è piaciuto questo articolo condividilo

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0