_________________________________ Vi presento il nuovo Presidente del Comitato Nazionale Tecnici: Domenico (Mimmo) Micheli

di Paolo Castagnini

La notizia era nell'aria da tempo, Giorgio Moretti a fine della 28^ Coach Convention avrebbe lasciato la carica di Presidente del CNT. Così è stato. Era il 1986 quando a Parma si aprì la 1^ Coach Convention e il Presidente CNT di allora era Bruno Linciano ed era l'epoca di Aldo Notari. Dal 1998 fu Angelo Fanara ad organizzare questo grande appuntamento, compito che successivamente ha ceduto a Giorgio Moretti nel 2005. Sabato mattina il Consiglio Federale ha nominato Domenico Micheli a seguito delle dimissioni di Moretti. Ora a Domenico Micheli viene assegnata la carica più alta di questo organo considerato a ragione uno dei più prestigiosi, ma anche carico di responsabilità. Vediamo allora di conoscere il nuovo Presidente Nazionale dei Tecnici Italiani.

 

Nasce il 10 Luglio del 1956. Dal 1970 al 1996 gioca in varie squadre romane come ad esempio: Incom Lazio, Gerini, Tizak, Metak, Roman’s, Lupi Roma, Roma, Woodstock.

Dal 1985 e fino al 2002 è Manager, Pitching coach, batting coach, delle rappresentative giovanili dell'Associazione Culturale Rebibbia Insieme "Roma Woodstock".

 

In tutti gli anni 2000 il suo impegno con i settori giovanili di molte squadre di Club, selezioni Regionali e squadre Nazionali è incessante. Sono moltissimi i risultati raggiunti, che consegue con la sua caratteristica di programmare il lavoro in modo estremamente metodico.

 

Dal 1998 è Allenatore di 3° livello e nel 2009 ottiene il 4° livello Europeo di formazione per allenatori delle FSN e DSA

Contemporaneamente si mette a disposizione per aiutare l'organizzazione di varie Coach Convention e corsi di aggiornamento.

 

Realizza per il Verde/Azzurro un programma di raccolta dati di centinaia di atleti dai 10 ai 16 anni attraverso la raccolta di tempi e caratteristiche ricavate dai Try-out del Verde/Azzurro.

 

Allora Mimmo, un incarico di grande prestigio, come ti senti?

Sono onorato e spero di potermi meritare questo ruolo che prima di me è appartenuto a grandi uomini come Linciano, Fanara e Moretti.

 

La tua umiltà è risaputa e ti fa onore, ma non sei un novellino nel settore.

Sicuramente no, avendo lavorato a fianco di grandi tecnici ho imparato molto.

 

Quindi proseguirai la linea dettata fino a qui dai tuoi predecessori?

Il CNT in questi anni è cresciuto moltissimo e sarebbe stupido buttare via quanto di buono è stato fatto, questo non significa che io non abbia nuove idee.

 

Per esempio?

Vorrei coinvoilgere più persone possibile, studiare le problematiche che oramai si possono definire annose dei tecnici, trovare nuovi stimoli e nuove energie per costruire nuovi e stimolanti percorsi. Suddividere poi tra tutte queste persone degli incarichi operativi.

 

Potresti dirci a chi intendi quando parli di persone e di incarichi?

Per ora sto parlando con le persone che secondo me hanno idee innovative. Il nuovo mi stimola, perché sono convinto che è solo immettendo nuovi percorsi soprattutto formativi, che si possono raggiungere risultati coinvolgenti.

 

Quindi stai pensando a persone che all'interno della Federazione possono suggerire nuovi percorsi, anche provocatori?

Perché no, vedere le cose da angolature diverse a volte aiuta.

 

Qualche nome?

Assolutamente no. Per ora sono nella fase delle consulatzioni. Ho parlato con molte persone durante la Coach Convention è ho già molte adesioni. Naturalmente la mia sarà una lista che sottoporrò al Presidente Federale e al Consiglio Federale per l'approvazione. Prima di questo non posso fare nessun nome.

 

Vuoi aggiungere qualche cosa, non so un messaggio a tutti i Tecnici Italiani?

Vorrei solo dire che la formazione di un tecnico e dunque, anche la mia, è in continuo divenire e che pertanto occorre sempre aggiornarsi per rimanere al passo con i tempi e mi auguro ( per farla breve) che questo mio atteggiamento mentale sia quello che contraddistingua i tecnici nel prossimo futuro e io sicuramente, insieme al mio staff, ci prodigheremo per riuscire a creare le premesse perché ciò avvenga.

 

Grazie Mimmo e naturalmente un "in bocca al lupo" per questo impegnativo incarico.

Grazie Paolo e un saluto a tutti gli amici di Baseball On The Road.

 

Vedi il Curriculum completo di Domenico (Mimmo) Micheli

 

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0