________________________________ L'abito non fa il monaco e nemmeno la monaca - Marshall e i banditi del Far West - 4^

Belle Starr in una foto dell'epoca
Belle Starr in una foto dell'epoca

I racconti veri di TERZABASE

 

La giornata era umida e una leggera bruma avvolgeva la County House. Bat mi attendeva davanti al caminetto acceso e le due bottiglie ben in vista sul piccolo tavolino accanto alle nostre due Poang, che venivano usate anche all'interno, perché molto comode e rilassanti. Il mio amico Tom da buon poliziotto, preferiva sedersi su un ruvido sgabello. Una leggera coperta con disegni e colori variegati, che ricordava vagamente soggetti indiani, riparava il corpo di Bat. Lui era molto anziano e quasi centenario, ma la sua mente era lucida come quella di un giovane.

- Vedo che hai in mano alcune foto, gli dissi, sono ricordi?

- Si sono proprio ricordi che mi ha tramandato di mio nonno - mi rispose e porgendomene due disse:

- caro John sai distinguere chi delle due donne che vedi nelle foto, è stata una temibile fuorilegge? -

 

Guardai attentamente le foto e risposi: - la prima raffigura una giovane donna, con abbigliamento da frontiera del West, armata di un potente winchester, l’altra una signora di fine ottocento, vestita in modo elegante . Pertanto ritengo che la fuorilegge sia la prima donna.

- Caro John, hai cannato in pieno, come dite voi italiani, e si riconferma il detto che l’abito non fa il monaco.

Mi spiego, la prima fotografia che tu ritieni che sia una fuorilegge è proprio l’opposto, si tratta di Calamite Jen, frontierswoman, di cui precedentemente ti ho raccontato la storia della sua vita, mentre la seconda foto che raffigura quella innocua donna, è Belle Starr, popolarmente nota come la regina dei banditi.

 

Si costruì una solida fama comandando un feroce gruppo di banditi, assaltando banche,treni, diligenze e razziando mandrie di cavalli e bestiame. Ebbe molti mariti e uno più delinquente dell’altro, basta citare Cole Younger della banda James; Jim Reed; il texano Middleton, il mezzo Cherokee Sam Starr che le diede il cognome e l’indiano Creek Jim July.

Tra questi lo stesso Middleton gli uccise proprio quello che le aveva dato il cognome e cioè Starr, uno dei mariti.

- Ma è incredibile quello che mi racconti! - sì ma è incredibile anche l’inizio della sua vita.

 

Nacque a Carthage nel Missouri nel 1848 e visse una ricca esistenza frequentando la locale Accademia Femminile. Ma fu la guerra civile a cambiarle la vita e dovette rifugiarsi nel Texas. Per non perdere tutti i privilegi che aveva dovuto abbandonare valutò che solo con il banditismo poteva procurarsi nuovo benessere.

Pur non avendo origini plebee era una donna molto dura e decisa, un vero boss. I giornali dell’epoca esaltarono le sue gesta, trasformandola da oscura criminale a celebrità, quasi un Robin Hood al femminile.

Il famoso giudice “Handing Judge” riusci a metterla dietro le sbarre, ma poi rimessa in libertà, morì a 41 anni, (3 febbraio 1889) per mano di uno sceriffo in un anonima strada di campagna.

 

- Caro Bath, suppongo che dato l’alto tasso di criminalità i tutori della Legge fossero organizzati molto bene. - Naturalmente John, e si suddividevano in varie tipologie come: Polizia Ferroviaria; Guardie Bancarie, come la potente compagnia di diligenze e società bancaria Wells Fargo. Disponevano di agenti speciali che erano veri propri detective capaci e infaticabili segugi.

 

I primi furono arruolati nel 1835 ed erano i i famosi Texas Rangers come Frontier Battalion per il controllo degli indiani e come Special Force contro banditi e ladri di bestiame. Devi sapere caro John che i Texas Rangers ebbero un leggendario Capitano. Si chiamava Jack Hays e gli indiani Comanche lo chiamavano “il diavolo bianco” avevendone un sacro terrore e i messicani che pronunciando il suo nome si facevano il segno della croce definendolo “il diavolo Texano”.

Era un uomo semplice e detestava le divise e i formalismi. Si avvalse come aiutante di un suo amico capo indiano, certo Lipan Flacco, un giovane capo Apache, amico dei coloni del Texas che assieme  a suo padre furono spesso usati come esploratori e guide contro gli indiani Comanche e i Messicani.

Fu ucciso nell’inverno del 1842 da banditi messicani.

 

Dimmi Bat ma l’assalto ai treni avvenne prima o dopo la Guerra di Secessione?Dopo naturalmente, quando il servizio cominciò veramente a funzionare. La prima banda di criminali fu quella dei fratelli Reno, di Seymour dell’Indiana. Quattro di questi numerosi fratelli furono gli artefici come ladri di treni.

Fu difficile ottenere le prove per condannarli, perché sia enti locali che giudici, vuoi per simpatia, vuoi per paura, non osarono prendere decisioni in merito.

 

Caro Bat, ma la storia si ripete come ai nostri tempi; certamente John, non è cambiato nulla e come spesso succede certe storie finiscono.

Questa banda di criminali, cominciò a sgretolarsi verso il 1867 con l’arresto di John Reno nello Stato del Missouri e condannato a 25 anni di carcere, ma gli altri tre fratelli Frank, William e Sim, continuarono a commettere rapine ai treni in tutta l’indiana e nei pressi di Marhfields derubarono L’Express Company di 80.000 dollari.

Poco dopo Sim e William furono arrestati a Indianapolis e Frank a Windsor in Canada. I Ranger riuscirono a estradare Frank dal Canada che assieme ai fratelli furono imprigionati nel carcere di New Albany. Una notte di tempesta, una banda di uomini mascherati assaltarono il carcere di New Albany e riuscirono a prelevare i tre fratelli banditi, non certo per liberali, ma per impiccarli nello stesso corridoio del carcere.

Altri banditi rapinarono ancora i treni, ma furono tutti giustiziati.

 

Ora John ti offro una buona tazza di The che certo gradirai data la giornata un po’ umida. L’ha preparato la mia fidata governante Magdada che è con me da molti anni, da quando sono rimasto solo e come vedi è una donna di colore, originaria della Louisiana. Il The lo bevve anche Tom, sempre presente alle nostre riunioni e indispensabile, perché l’anziano scheriffo non masticava atro che il suo idioma. Io rispondevo con un inglese appena sufficiente, ma Tom provvedeva.

 

- E così non mi resta che aspettarti alla solita ora domani - mi disse Bat e parleremo di Sceriffi noti e meno noti.

 

- Grazie Bat, ma mi devi togliere una curiosità. Tutti ,come mi sembra di capire, giravano armati; dai banditi, agli sceriffi a i Cow Boy, ma quest’ultimi avevano valide armi e sapevano veramente sparare? - Assolutamente, no! Le Colt di un certo valore erano possedute dalle prime due categorie, gente che sapeva usarle bene perché erano sempre in conflitto tra loro, mentre i Cow Boy raramente partecipavano a sparatorie tra forze dell’ordine e banditi. Generalmente le loro pistole servivano per spaventare i serpenti attraversando zone desertiche e se malauguratamente le dovevano usare per difendersi erano guai, essendo armi molto scarse.

A volte l’uso di un buon fucile Winchester veniva loro in aiuto. Devi sapere che chi ha un fucile può affrontare anche tre uomini armati di Colt 45, però devi essere rapido, sparare quasi a raffica,altrimenti sei secco.

Ciao John a domani.

 

TERZABASE

 

 

Scrivi commento

Commenti: 0