_______________________________ The Rock Sport Park, un centro addestramento da sogno!

Prosegue il quarto viaggio dei 11 ragazzi Italian Dream. La grande fortuna di questo viaggio è il tempo praticamente perfetto. La pioggia caduta nella notte tra il Lunedì e il Martedì ha spazzato via tutta l'afa rendendo il cielo perfettamente azzurro per la gioia dei genitori fotografi. I ragazzi sono tutti in splendida salute e felicissimi di questo viaggio.

Di seguito troverete la cronaca del quinto giorno ben descritta da Alex Montanari, sedicenne fratello di Federico e Lorenzo.

Buona lettura.

Quinto giorno - Mercoledì 29 agosto 2012

Mercoledì ci siamo alzati presto: stanchi per la partita del giorno prima, ma già concentrati per l'impegno in programma nel pomeriggio, abbiamo un po' a malincuore lasciato Boston per tornare nella periferia di New York.

 

La destinazione esatta era il "Frozen Ropes", un fantastico centro di allenamento di baseball, frequentato anche da alcuni campioni di Major League.

Dopo circa quattro ore di viaggio abbiamo finalmente avvistato i riflettori e i pali di foul: estasiati dalla visione dei due campi sintetici e dal campo da softball, abbiamo compiuto un giro panoramico sulla collina sovrastante il luogo, prima di entrare nell'edificio centrale ad ammirare i tunnel per l'allenamento invernale.

Paolo e Giovanna ci hanno fatto conoscere Tony Abbatine, presidente e fondatore della Frozen Ropes, un personaggio che ha allenato giocatori del calibro di Mariano Rivera e Manny Ramirez, e che avrebbe allenato anche anche tutti noi!

Prima di iniziare il riscaldamento pre-partita, infatti, ci ha regalato un'ottima lezione di baseball, facendoci battere a turno e dandoci i consigli necessari per migliorare il nostro swing.

 

Alle 17 è iniziato il match contro la squadra locale. L'Italian Dream, scelta come "home team", ha cominciato in difesa schierando Alessio sul monte di lancio e David a ricevere.

Questa volta sono i nostri a partire col piede giusto: i primi 3 battitori del Frozen Ropes venono velocemente eliminati, poi Mirko batte un lunghissimo fuoricampo da due punti che porta in vantaggio gli italiani.

Purtroppo, però già alla seconda ripresa gli americani trovano il pareggio, e fra quarto e quinto inning dilagano, portandosi sul 2-8.

 

La partita sembra ormai chiusa, anche perché i nostri non riescono più ad essere concreti in attacco. Ma nella parte bassa della sesta ed ultima difesa le mazze dell'Italian Dream si risvegliano: singoli di Enrico e di David, poi Mirko riempie le basi. Thomas con una valida a destra fa segnare il punto del 3-8, e Andrea porta il risultato sul 4-8. Alessio batte allora un profondo doppio sulla linea di foul di destra, svuotando le basi, ma viene poi eliminato fra la seconda e la terza da un precisissimo tiro dell'esterno. Sul 7-8 e con due eliminati, gli italiani riescono a portare altri due corridori in posizione punto. Didier, nel box di battuta e col conto pieno, prova a sfinire il lanciatore avversario, battendo 5-6 foul ball di seguito, ma alla fine quello più sfinito è proprio lui, e viene eliminato al piatto nonostante il fantastico turno di battuta.

Il risultato finale premia gli americani, ma i nostri possono comunque essere fieri della loro prestazione.

 

Al termine del match, i nostri avversari ci hanno ancora una volta piacevolmente sorpresi, regalando a tutti i ragazzi collane da gioco e guantini da battuta.

Siamo infine tornati al nostro albergo a Persipanny, nel New Jersey, dove, dopo cena, ci siamo addormentati già sognando i grattacieli di Manhattan.

 

Alex Montanari

Scrivi commento

Commenti: 3
  • #1

    Leonid (sabato, 01 settembre 2012 17:31)

    Grandi!!! Questa seconda partita sembra stata tirata al massimo!!! La prossima sarà sicuramente vinta dall'Italian Dream. In bocca al lupo ragazzi!!!

  • #2

    Leonid (sabato, 01 settembre 2012 20:47)

    =Fratello di David :-)

  • #3

    Alfredo papa' di Thomas (sabato, 01 settembre 2012 21:48)

    Partita incredibile ! Continuate così ma soprattutto divertitevi ! Un saluto a tutti !