_______________________________ Seguire il baseball attraversando la storia Americana

Federico Castagnini in battuta
Federico Castagnini in battuta

Per la prima volta nella loro storia i Columbia Blowfish accedono alla finale per il titolo della Coastal Plain League, una lega estiva che comprende 14 squadre di diverse località di Carolina del Nord, Carolina del Sud e Virginia. Tutte le squadre sono formate da giocatori di Università e College che preferiscono continuare anziché fermarsi per le vacanze estive. Le lega è sponsorizzata dalla Rawlings che fornisce gratuitamente palle e mazze di legno per tutte le squadre. Nei Blowfish gioca Federico Castagnini che come gli altri giocatori, è ospitato da una famiglia di Columbia, capitale della Carolina del Sud.

Oggi vi voglio raccontare una storia curiosa e si tratta veramente di storia, quella Americana.

Successe tutto il 5 Ottobre del 1774. L’America era ormai tutta colonizzata da Inglesi, Francesi e da molte altre nazioni Europee. Erano giunte centinaia di migliaia di persone che avevano seguito il percorso di Cristoforo Colombo. L’Inghilterra era la Nazione più importante tra le colonizzatrici e in quel tempo era carente di fondi in quanto aveva appena combattuto la Guerra dei sette anni, una guerra poco conosciuta ai giorni nostri, ma che ad esempio Winston Churchill definì come la vera Prima guerra mondiale.

 

Per recuperare denaro l’Inghilterra esigeva continue tasse dai coloni Americani e numerose erano state le lotte contro casa madre. Le tasse erano inserite ad esempio sulle stoffe e sul Tea che, anche se sembra cosa di poco conto, in realtà il consumo della principale bevanda inglese era notevole tra la buona società.

In quel 5 ottobre 1774 una donna di nome Penelope Barker organizzò un gruppo di altre 50 donne per una protesta alquanto insolita: L’Edenton Tea Party, un raduno dove tutte le 51 donne firmarono una petizione che inviarono successivamente al Parlamento di Londra.

 

La cosa fece sorridere i politici inglesi. I vignettisti di Londra si scatenarono in disegni ilari raffiguranti le donne di Edenton che sottoscrivevano il documento. In realtà la cosa ebbe molta risonanza in America. Pochi mesi prima a Boston un gruppo di commercianti di Tea Americani travestiti da Indiani, assalirono le navi della Compagnia Inglese delle Indie e buttarono a mare tutto il carico di Tea. Le donne di Edenton praticamente in forma pacifica fecero altrettanto boicottando il consumo del Tea Inglese. Da quel giorno infatti e dopo quella firma i loro Party si svolsero rigorosamente senza Tea proveniente dall’Inghilterra.

 

Forse queste manifestazioni covavano in realtà la grande esigenza di indipendenza che aveva l’America tant’è che esattamente sei mesi dopo in Aprile del 1775 si accese la scintilla e scoppiò la famosa “Guerra di Indipendenza Americana”

Vi chiederete perché vi ho raccontato questa storia. Dovete sapere che la seconda partita di Play-off dei Columbia Blowfish è stata giocata proprio qui a Edenton che è una cittadina spettacolare. La storia di Penelope Barker e molte altre di questa zona, praticamente si respirano in ogni luogo. Il centro storico, la Cupola House, Bell Battery, Waters’Home Lighthouse, la Barker House da dove vi abbiamo raccontato la storia e persino lo stadio Historic Hicks Field dove si è giocata la partita di baseball che segnato il passaggio alla finale dei Blowfhish.

5-1 il risultato con la soddisfazione di assistere al “solo homerun” di Federico che seguito da altri due compagni di squadra (tre sono stati i fuoricampo dei Blowfish) ha chiuso la partita.

 

Da Domenica inizia la serie di tre gare con Fayettville che stabilirà la squadra Campione della Castal Plain League.

Baseball On The Road, cosa c’è di meglio che gustare il baseball viaggiando in terra Americana?

 

Alla prossima!

 

Paolo Castagnini

Scrivi commento

Commenti: 0