________________________________ Marta Pasqualini, alla conquista di un sogno.

Marta Pasqualini in battuta con la Dynos Verona Softball
Marta Pasqualini in battuta con la Dynos Verona Softball

E' fine estate e Marta è stanca di pattinare; Si, perché Marta fin da piccola ha scelto il pattinaggio artistico anche se con le amiche si diverte anche a giocare a Basket. Però c'è qualche cosa che non va. Marta non prova più nulla per questi sport, è alla ricerca di qualcosa, ma non sa che cosa. Forse il karatè? o forse il softball? Un giorno sua cugina Silvia la chiamò in camera sua, estrasse dalla borsa il suo guanto, la mazza e una palla. Marta prese in mano l'attrezzatura che Silvia le stava mostrando e ne rimase affascinata. Infilò la mano nel guanto, annusò il profumo della sua pelle, una mazza per colpire la palla. Aveva deciso. Avrebbe provato a giocare a softball.

Si fece insegnare da Silvia tutto ciò che sapeva. Marta non voleva sfigurare il giorno che si sarebbe presentata dall'allenatore. Marta è sempre stata così.

 

Venne il giorno della prova. Papà e mamma dopo un pranzo dai nonni, non le dissero nulla. Passarono davanti al campo di Rovigo e le dissero: Vai! l'allenatore ti sta aspettando. Marta non sapeva che quel giorno sarebbe stato quello della prova. S'incamminò decisa. Era vestita elegante, ma nulla l'avrebbe fermata. Si sentiva pronta ad affrontare l'allenatore e la squadra. Bastò un lancio, il primo e fu amore a prima vista.

 

Marta, raccontaci di te, le tue passioni, i tuoi hobby, oltre al softball naturalmente.

Sono nata dicciassette anni fa. Vivo a Rovigo con papà Francesco e mamma Lorenza. Ho una sorella che studia da stilista all'Università di Milano e con noi vivono due cani di nome Miele e Gioia.

 

Ti piace leggere, ascoltare musica o ti piace fare dell'altro?

Non leggo spesso. Mi piaciono i romanzi rosa, sai quelli sdolcinati, anche se in questo periodo ho comprato il libro di Jennie Finch, “Throw like a girl”. Ascolto la musica commerciale, pop. Adoro le canzoni dei Coldplay e dei Simple Plan, ma in ogni periodo della mia vita cambio stile musicale e canzoni preferite. Più di tutto però mi piace stare in compagnia, ballare, fare sport e scrivere. Passo anche molto tempo al computer tra facebook e ricerche varie.

 

Quindi sei una ragazza che vive il tuo tempo?

si, adoro socializzare.

 

Marta è una ragazza atleticamente forte e questa qualità le è servita per prendersi molte soddisfazioni anche nel softball, nonostante giochi da un tempo relativamente breve. Come quella volta in cui era a Tirrenia con una sua compagna di squadra, Emma, per fare dei test atletici. Il giorno prima avevano diviso ragazzi e ragazze in vari gruppi per velocizzare i test, e durante quello per testare la forza del braccio tutti i ragazzi del suo gruppo si vantavano della loro ‘prestazione’. Marta rimase sempre indietro e fece il test tra le ultime e mentre lo faceva la macchina che misurava la forza segnò una cifra maggiore di quella della metà dei ragazzi presenti. In quel momento si sentì molto osservata e non seppe se sentirsi orgogliosa o imbarazzata.

 

Marta perché sei venuta da noi a Baseball On The Road chiedendoci un aiuto per andare in America? cosa ti aspetti da questa esperienza negli Stati Uniti?

Perché è il mio sogno! Penso che un giocatore che non sogni di andare in America per migliorare, non sia davvero interessato al baseball (o al softball)! E’ la Nazione per eccellenza, e io non vedo l’ora di prendere un aereo per arrivarci! Sono certa che andare a studiare in una high school americana mi servirà molto in qualsiasi ambito. Mi aspetto una bella famiglia ospitante, una bella scuola, un bel paese e soprattutto una bella squadra di softball con cui crescere, crescere e ancora crescere, per poi magari realizzare il mio più grande sogno, ovvero giocare come professionista in una squadra degli USA (se bisogna sognare, è più bello se farlo in grande:) )

 

Marta sogna in grande, ma la sua prima parte del sogno si sta già realizzando. Ad Agosto volerà a Dallas, in Texas per frequentare quella High Scholl che tanto desidera. Alla prima campanella sarà tra i banchi della Thommas Jefferson High School e giocherà con le Patriots.

Un grande in bocca al Lupo a Marta Pasqualini, atleta della Dynos Verona Softball

 

Scrivi commento

Commenti: 2
  • #1

    Erny (martedì, 12 giugno 2012 08:07)

    Che bella sorpresa!!!! Vai Marta, orgoglio DYNOS!

  • #2

    Marta (martedì, 12 giugno 2012 13:22)

    non vedo l'ora sia Agosto. Grazie mille Paolo! un'aiuto fondamentale :)