________________________________ La favola delle tre chiamate

Una favola scritta da TERZABASE

Tanto tempo fa, in uno sperduto villaggio della Georgia (USA) c’erano dei ragazzi di colore appassionati di baseball, ma così poveri da possedere una sola mazza e una sola pallina.

Però la passione era così grande che si divertivano ugualmente.

Un giorno, il ragazzo che li custodiva, nel riporli alla sera nella sua cameretta, si rivolse alla mazza e le disse con un tono molto arrabbiato: ” se domani non mi fai ancora battere ti brucio!” e, chiusa la luce andò a dormire.

 

Nella notte, la pallina che aveva ascoltato quel messaggio terrificante sussurrò alla mazza: ”domani io ti salverò la vita e tu darai a me la libertà, perché sono stanca di ricevere bastonate dagli altri ragazzi" - Non capisco! rispose la mazza, spiegati! - "Domani, prosegui il discorso la pallina, nel primo lancio arriverò in modo preciso nel mezzo del piatto, ma tu girerai a vuoto; nel secondo arriverò molto alta e tu non ti muoverai; al terzo io ti cercherò e tu mi dovrai colpire con violenza per farmi volare lontano, lontano da non farmi più trovare, così acquisterò la mia libertà e tu avrai salva la vita”.

 

Il giorno seguente tutto si svolse come previsto: al primo lancio pallina perfetta e girata a vuoto (così nacque lo Strike); secondo lancio pallina alta e mazza ferma(e cosi nacque il” ball”), poi al terzo lancio si verificò l’impatto tremendo della pallina sulla mazza che volò così lontano, ma lontano sulla linea dell’orizzonte da scomparire per sempre (nacque così il fuori campo o HR).

 

TERZABASE

Scrivi commento

Commenti: 0